Flessibilità, collaborazione, capacità analitica, essere in grado di capire le opportunità che arrivano dall’esterno e di superare con creatività gli ostacoli e le difficoltà: questo è tutto ciò che serve alle aziende per poter restare competitive in un mondo che cambia velocemente e che pone costantemente di fronte a nuove sfide. Per farlo hanno bisogno di risorse preparate e di un agile marketing team.

Sempre più realtà e team del settore marketing stanno adottando un approccio agile. Stando a quanto riportato nell’Agile Marketing Report stilato da AgileSherpas, ben il 51% dei lavoratori del settore marketing ha deciso di cambiare il modo di operare e agire, puntando il focus sulla soddisfazione dei clienti, sulla gestione visiva del lavoro e sulla valutazione costante dei feedback.

I vantaggi, per chi ha scelto questa metodologia, sono evidenti: cresce la produttività, l’efficienza, la reattività ai cambiamenti e la propensione all’innovazione. È, inoltre, molto più semplice costruire relazioni profittevoli e di fiducia con i clienti. Per le imprese, quindi, è importante costruire degli agile marketing team.

  • 1. Agile Marketing Team: che cos’è
    Agile Marketing Team: che cos’è

    Un agile marketing team è una squadra di lavoro che adotta una metodologia incentrata sull’attenzione alla qualità rispetto alla quantità e che promuove l’innovazione. Opera in un ambiente sostenibile, in cui tutte le conoscenze e le competenze dei singoli vengono messe in risalto e valorizzate.

    Possono esserci due tipologie di team. Uno incentrato tutto sulle medesime capacità dei componenti, altri, invece, in cui si cerca di creare un mix di abilità che si integrano tra di loro. Entrambi sono estremamente funzionali. I primi lavorano velocemente e in maniera fluida, i secondi riducono le dipendenze e la necessità di ricorrere ad aiuti e supporti esterni.

    Un team di agile marketing non cambia, ma tende a rimanere composto dagli stessi membri per lungo tempo. Non vengono costruiti intorno ai progetti, ma la loro forza sta nell’avere nel loro background unastoria di progetti portati a termine da cui hanno appreso lezioni, hanno stretto rapporti e collaudato il modo di lavorare.

  • 2. Creare un team di marketing agile: come fare
    Creare un team di marketing agile: come fare

    Creare un team di agile marketing performante e allineato non è semplice come può sembrare. Ci vuole pazienza, poiché è un processo che richiede tempo. Ci vogliono almeno sei mesi prima di riuscire a realizzare un gruppo di esperti in marketing coeso e organizzato con un approccio agile.

    Un primo passo è quello di applicare delle metodologie di lavoro che consentono di operare su progetti stabilendo tempi limite, con una divisione delle assegnazioni precisa e in cui le priorità sono ben chiare a tutti i lavoratori.

    Si può usare il metodo scrum. La metodologia consiste nello svolgere un lavoro in blocchi temporali ridotti, che generalmente vanno dalle due alle quattro settimane, in cui vengono effettuati degli sprint. In questo modo si riesce a garantire il rilascio di prodotti e servizi nuovi in un breve lasso di tempo.

    Si può adottare, in alternativa, la metodologia kanban, in cui vengono create delle schede, visibili a tutto il team, che indicano le attività da svolgere per raggiungere un determinato obiettivo. In questo modo tutti saranno in grado di capire in che fase del flusso di lavoro si trovano, quali mansioni vanno ancora portate a termine e con quale priorità.

    I team di marketing possono infine decidere di adottare una metodologia ibrida, chiamata scrumban e sviluppare un approccio totalmente personalizzato e flessibile che si adatta perfettamente alle esigenze dell’azienda.

    Per consolidare la stabilità del team, è opportuno fissare uno scopo comune da raggiungere. L’obiettivo va comunicato in modo chiaro, per fornire ai lavoratori dell’area marketing una linea guida da seguire anche quando ricevono stimoli differenti dalle altre aree organizzative dell’azienda.

    Il processo decisionale deve essere sempre data-driving. Dopo aver stabilito un obiettivo condiviso dal team devono essere individuati gli indicatori di performance (KPI) che sono utili per valutare il livello delle prestazioni. Tra quelle più importanti vi è l’efficienza del flusso di lavoro, inteso come il rapporto tra il tempo in cui le attività da svolgere restano in coda e quello necessario per il loro completamento.

    Una metrica utile da tenere sotto controllo è il tempo di ciclo, ossia il tempo impiegato dalla squadra di lavoro per fornire i risultati al cliente. È opportuno controllare anche il numero totale di attività che vengono svolte in un lasso di tempo stabilito.

    Il team di marketing deve essere sempre attento alle esigenze delle persone e degli stakeholder. Tra i suoi compiti vi è quello di ascoltare le richieste, considerazioni e critiche e a mediare con gli altri dipartimenti aziendali per trovare le soluzioni più adatte.

  • 3. Agile Marketing Team: i ruoli utili all’interno della squadra
    Agile Marketing Team: i ruoli utili all’interno della squadra

    All’interno di una squadra che sceglie di approcciarsi al lavoro con una metodologia agile, dovrebbero essere presenti figure e ruoli che sono in grado di semplificare la comunicazione all’interno del team e con gli altri dipartimenti e rendere più facile il raggiungimento degli obiettivi.

    Lo scrum master, ad esempio, è un incaricato che deve garantire il raggiungimento degli obiettivi e di supportare il team mentre apporta miglioramenti e sviluppa soluzioni innovative. Il marketing owner fa da collegamento tra la squadra di lavoro e le altre parti interessate ai progetti, sia interne che esterne all’azienda. Lagile coach, infine, cerca di ottimizzare i processi e di gestire le dinamiche relazionali tra i dipendenti.

    Per saperne di più: Cos'è e cosa si intende per digital marketing

Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb