login LOGIN
CHIUDI chiudi
Il mio profilo

mostra
Hai dimenticato la password?
Inserisci l'indirizzo email di registrazione per reimpostare la password.
Segui le istruzioni che ti abbiamo inviato per posta elettronica.

Clubhouse, il social network solo audio

Ascolta l'articolo

Tutto quello che serve per capire Clubhouse: cos’è, come funziona e come accedere. Ma anche come creare una propria stanza nell’app, invitando utenti e amici

Clubhouse Asia Evtyshok / Shutterstock.com

Durante il primo lockdown del 2020 l’Italia ha imparato a conoscere il fenomeno Clubhouse: l’app a metà tra un podcast e un social, perfetta per discutere degli argomenti più disparati.

Clubhouse si articola in stanze di discussione, in cui si comunica attraverso chat audio. Gli utenti possono ascoltare le conversazioni altrui, ma anche intervenire e dire la propria. 

L’idea di creare un luogo di aggregazione virtuale fatto di flussi audio ebbe subito grandissimo successo. Inoltre l’app venne immediatamente presentata come un vero e proprio club, in cui era possibile entrare soltanto a determinate condizioni.

All’epoca non esistevano istruzioni o tutorial che spiegassero come accedere a Clubhouse. L’unico modo per poterla scaricare consisteva nell’essere invitati da un utente già iscritto.

Oggi le cose sono molto cambiate: Clubhouse app è disponibile per i principali sistemi operativi (iOS e Android) e può essere comodamente scaricata dagli store. L’utente viene chiamato a fornire i propri dati personali e a indicare determinati argomenti di interesse: in questo modo il software lo avvicina automaticamente a stanze in linea con i suoi gusti.

Ma non solo. I membri di Clubhouse possono anche creare una propria stanza, diventando moderatori. Potranno invitare nuovi utenti e gestire il loro ruolo, classificandoli come speaker o come ascoltatori.

Clubhouse: cos’è e come funziona

Clubhouse su smartphone

Boumen Japet / Shutterstock.com

Clubhouse è un’app mobile lanciata nell’aprile del 2020 dallo sviluppatore Alpha Exploration Co. È stata creata da Paul Davison e Rohan Seth e, in meno di un anno, ha raggiunto una valutazione di circa un miliardo di dollari.

Volendo definire Clubhouse cos’è, si può parlare di una specie di via di mezzo tra un sistema di messaggistica istantanea e un social network. Con la peculiarità che tutte le comunicazioni avvengono esclusivamente attraverso chat audio

Al momento della sua prima distribuzione pubblica, Clubhouse era disponibile soltanto per gli smartphone con sistema operativo iOS. Parte del suo successo è probabilmente dovuta anche all’azienda di venture capital Andreessen Horowitz, che nel maggio 2020 investì 12 milioni di dollari per acquistare le sue azioni.

Un’altra caratteristica distintiva della prima Clubhouse app è che gli utenti potevano accedervi esclusivamente su invito. Apparentemente un limite, che però non ha impedito il raggiungimento di ben 600.000 iscritti nel dicembre 2020

Oggi gli utenti attivi su Clubhouse sono circa 2 milioni. Nel corso del 2021 il suo utilizzo è stato esteso anche ai proprietari di smartphone con sistema operativo Android. In Italia Clubhouse è sbarcato sul Play Store in data 24 maggio. 

Clubhouse app è un social network lanciato nel 2020 in cui si comunica ascoltando e registrando messaggi vocali. È disponibile sia per iOS che per Android

La struttura di Clubhouse si suddivide in stanze virtuali dedicate a uno specifico argomento di conversazione: si va dalla musica alla politica, passando per il gossip, lo sport e numerosi spunti legati a business, marketing e networking. 

Gli utenti possono accedere a queste stanze, ascoltare gli audio presenti al loro interno e, in certi casi, partecipare alla conversazione. Tutte le chat audio vengono cancellate automaticamente al momento della chiusura della stanza. 

In base al ruolo attribuitogli, un utente ha più o meno potere di azione all’interno di una stanza. I moderatori si occupano della gestione delle stanze virtuali: possono invitare utenti o rimuoverli, nel caso in cui violino gli standard dell’app.

Gli speaker sono gli utenti che hanno ricevuto dal moderatore il diritto a parlare in una stanza. Gli ascoltatori invece possono soltanto ascoltare gli interventi altrui. Un ascoltatore può comunque chiedere parola al moderatore della stanza virtuale. 

Come accedere a Clubhouse

Clubhouse app

Boumen Japet / Shutterstock.com

Come è noto, la prima Clubhouse app era accessibile soltanto tramite invito. Un utente invitato, una volta iscritto, poteva a sua volta invitarne di nuovi, accrescendo la community.

Oggi l’iter da seguire per imparare come accedere a Clubhouse è molto diverso e non presenta più alcun genere di paletto. L’app è disponibile sia per sistema operativo iOS che per sistema operativo Android: dunque basta visitare i rispettivi store proprietari e scaricarla.

L’accesso a Clubhouse è legato a un numero di telefono. Una volta fornito, l’utente riceve un codice via SMS da utilizzare per autenticare la propria utenza. Dopodiché è sufficiente inserire alcuni dati personali: il proprio nome e il proprio cognome; il nome utente e l’età anagrafica.

È possibile aggiungere una foto profilo e consentire che Clubhouse acceda al proprio elenco contatti, in modo da individuarli più rapidamente anche all’interno dell’app. 

L’ultimo step prima dell’accesso prevede che l’utente indichi 5 argomenti a cui è interessato. I suggerimenti disponibili sono moltissimi: dai libri agli appuntamenti; dalla salute ai videogiochi; dalla musica alla spiritualità.

Per accedere a Clubhouse è sufficiente visitare l’App Store Apple o il Play Store Android. Per registrarsi bisogna lasciare numero di telefono, nome e cognome 

In base agli argomenti indicati, Clubhouse app proporrà all’utente determinati Club a cui accedere. Ogni Club viene popolato da un numero diverso di stanze ogni settimana. Le stanze sono il luogo virtuale in cui gli utenti ascoltano e caricano note audio. In alternativa è anche possibile accedere direttamente alle stanze e ai club popolati dai propri amici

Un utente può anche decidere di creare una propria stanza. La prima cosa da fare in tal senso è indicare il pubblico a cui ci si rivolge: è possibile scegliere tra tutti i membri di Clubhouse, tutti i propri amici nell’app, o un gruppo più ristretto di persone selezionate. 

Dopodiché bisogna indicare il nome della stanza e settare una serie di impostazioni di base: ad esempio il tipo di argomento che verrà trattato e la lingua in cui verrà discusso.

Inoltre è possibile consentire o meno che gli audio della stanza vengano riprodotti anche dopo la sua chiusura. Allo stesso modo il creatore può scegliere se consentire ai partecipanti di comunicare anche tramite messaggi scritti


Per saperne di più: Social Media, la lista dei principali social media

A cura di Cultur-e
Sai che Fastweb Plus è anche su Instagram?
Instagram
Sai che Fastweb Plus è anche su Instagram?
Fda gratis svg
Seguici gratuito

Iscriviti
all'area personale

Per ricevere Newsletter, scaricare eBook, creare playlist vocali e accedere ai corsi della Fastweb Digital Academy a te dedicati.