Tra le nuove funzionalità presentate durante l’evento Google I/O del 2022, l’amministratore delegato di Google, Sundar Pichai, ha svelato la nuova funzionalità Immersive View di Google Maps.

Grazie all’Immersive View, gli utenti saranno in grado di osservare davvero com’è un quartiere, un monumento, un ristorante o una strada famosa come se fossero lì.

Immersive View: cosa c’è di nuovo

Google Maps si sta trasformando sempre più da semplice app per la navigazione GPS a completo software dotato di realtà aumentata.

Immersive View rappresenta l’occasione di osservare il mondo in modo più immersivo, quasi come se si stesse utilizzando un drone.

Durante l’evento Google I/O 2022, Big G ha mostrato le potenzialità della nuova funzione prendendo come esempio la città di Londra. Il pubblico della sala è stato trasportato prima in una Londra vista dall’alto.

Dopo, Immersive View ha permesso alla platea di scendere in strada e addirittura di entrare in un ristorante.Con la nuova funzionalità di Google, gli utenti avranno la sensazione di essere in quei luoghi, senza nemmeno averci messo ancora piede.

Le applicazioni di Immersive View

Per capire come potrà funzionare Immersive View, basta pensare alle ricerche che spesso fa una persona che sta viaggiando in un posto nuovo o che sta cercando un luogo interessante da visitare.

Questa nuova funzionalità permetterà di vedere i luoghi selezionati e scegliere dove andare, basandosi solo su informazioni reali e verificate in prima persona.

Gli utenti potranno anche utilizzare il time slider per visualizzare lo stesso posto durante le diverse ore della giornata o in diverse condizioni atmosferiche.

Per ottenere questa “vista”, Google ha dichiarato di aver utilizzato le ultime novità in materia di visione computerizzata e di intelligenza artificiale. Questo ha permesso di fondere insieme miliardi di immagini di Street View.

Quando sarà disponibile Immersive View

La nuova funzionalità non è ancora fruibile da tutti gli utenti. Entro la fine di quest’anno sarà disponibile a Los Angeles, Londra, New York, San Francisco e Tokyo, ma Google ha già anticipato l’ingresso di molte altre città.

Google ha dichiarato che, quando verrà ultimata, Immersive View sarà accessibile da qualsiasi smartphone e dispositivo.

Le altre novità di Google

Durante la prima parte dell’evento, l’azienda di Mountain View ha acceso i riflettori su molte altre novità. Tra queste, la modalità sommario automatico all’interno di Google Documenti e l’introduzione di 24 nuove lingue che verranno incorporate in Google Translate.

Inoltre, gli utenti potranno sfruttare le nuove potenzialità della Multisearch di Google, che permette di utilizzare nello stesso momento la ricerca visiva e quella testuale, incrociandole.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb