login LOGIN
CHIUDI chiudi
Il mio profilo

mostra
Hai dimenticato la password?
Inserisci l'indirizzo email di registrazione per reimpostare la password.
Segui le istruzioni che ti abbiamo inviato per posta elettronica.

Cos’è e come funziona Google One

Ascolta l'articolo

Google One è uno strumento messo a disposizione da Google per archiviare immagini, documenti e video e dall’interfaccia intuitiva: tutte le funzionalità

Google One dennizn / Shutterstock.com

Google One è uno dei servizi offerti da Google pensato per permettere agli utenti di archiviare i propri file, documenti e contenuti in maniera sicura e in cloud. Questo spazio viene condiviso da altri importanti strumenti offerti da Google, che sono Google Drive, Gmail e Foto.

Si tratta, pertanto, di uno strumento prezioso, che permette d sfruttare a pieno tutte le potenziali di Google. Lo spazio a disposizione, che generalmente è di soli 15 GB, può essere ampliato in base alle proprie esigenze, sottoscrivendo un abbonamento a pagamento ad uno dei piani di Google One disponibili

Google One, dopo essere stato lanciato sul web nel 2018, si è rivelato uno dei servizi più apprezzati degli utenti del web, che hanno deciso di affidarsi a Google per l’archiviazione, la conservazione e la tutela dei propri backup e dei propri ricordi. 

Google One, che cos’è e i vantaggi del suo utilizzo

google one

mindea / Shutterstock.com

Google One è un vero e proprio piano d’abbonamento che consente di accedere ad uno spazio di archiviazione utilizzabile su diversi servizi di Google, tra cui ritroviamo Google Drive, Gmail, il servizio di posta elettronica, e Google Foto.

Google offre agli utenti che creano un account 15 GB di spazio, da condividere sui tre servizi di archiviazione. Con Google One si può ampliare questo spazio, eseguendo un rapido upgrade, e ottenere ulteriori vantaggi. Qualora si sottoscrivesse l’abbonamento, il modo di utilizzo delle altre piattaforme non subiranno delle modifiche.

Il vantaggio più evidente è la possibilità di avere a disposizione tutto lo spazio di cui si ha bisogno e tutto gestibile da un solo posto: il sito web di Google One o l’applicazione gratuita di Google One, disponibile per i dispositivi mobili iOS e Android.

Per assicurare i propri dati ed evitare di perderli a causa del furto, dello smarrimento o del danneggiamento del proprio dispositivo, si possono programmare dei backup automatici con Google One

L’abbonamento può essere condiviso con 5 persone differenti oltre all’utente proprietario, senza dover pagare un sovrapprezzo. Per farlo è necessario creare un Gruppo famiglia, a cui possono essere aggiunti o rimossi i membri. Ogni componente otterrà i vantaggi dell’abbonamento Google One, lo spazio a disposizione e la massima tutela della privacy.

Tutti gli abbonamenti Google One sono condivisibili con un massimo di 5 utenti. Nessun membro che ha accesso all’abbonamento può vedere quali file hanno archiviato gli altri

I membri appartenenti al gruppo Famiglia non potranno visualizzare i contenuti archiviati dagli altri componenti, a meno che non ricevano una speciale autorizzazione. Questa deve essere conferita non su Google One, ma da Google Drive, da Gmail o da Google Foto.

Google ha posto particolare attenzione alla sicurezza. Con la VPN a cui si ha accesso attraverso l’abbonamento, si può ridurre il tracciamentoonline nascondendo il proprio indirizzo IP e connettersi a reti poco sicure con maggiore serenità.

Con l’abbonamento a Google One si ottengono strumenti aggiuntivi per Google Foto, destinati all’editing delle foto, la possibilità di fare videochiamate avanzate con Google Meet, maggiore flessibilità su Google Calendar e tanto altro ancora.

Google One, i piani disponibili

google one

 photosince / Shutterstock.com

I piani disponibili per abbonarsi a Google One sono ben tre: Basic, Standard e Premium. Oltre al prezzo, che aumenta da un piano all’altro, si differenziano per alcuni dettagli. L’abbonamento può essere annullato in qualsiasi momento e si può optare per un pagamento mensile o un pagamento annuale.

Salvo offerte particolari, il piano Google One Basic costa 1.99 al mese o 5,97 euro l’anno e offre 100 GB di spazio di archiviazione a disposizione, assistenza degli esperti Google ogni giorno della settimana, condivisione del piano con un massimo di 5 persone, strumenti per l’editing delle foto, VPN per i propri dispositivi e una funzione che monitora il dark web in cerca dei dati personali dell’utente.

Il piano Standard si può ottenere sottoscrivendo un abbonamento dal costo di 2,99 euro al mese o 8,97 euro l’anno. Offre tutti i vantaggi del piano Basic, ma lo spazio di archiviazione è di 200 GB. 

Il piano più costoso e consistente è il piano Premium che, oltre ai vantaggi già citati, garantisce 2 TB di spazio di archiviazione e tutte le funzionalità premium di Google Workplace, tra cui le live streaming su YouTube. Il costo è di 9,99 euro al mese o di 29,97 euro all’anno.

Come navigare su Google One, gestire i file e le cartelle e ottimizzare lo spazio

google one

Lesterman / Shutterstock.com

Con un abbonamento Google One si possono archiviare tutti i tipi di file, utilizzando i servizi giusti. Su Google Drive si possono conservare documenti (file di testo, presentazioni, moduli, fogli elettronici, PDF e tanto altro ancora), foto e immagini. È possibile organizzare il tutto in cartelle, in modo da tenere lo spazio sempre ordinato e gli elementi facilmente reperibili. 

Attraverso una barra di ricerca, si può individuare rapidamente ciò di cui si ha bisogno e tutti i contenuti che sono stati archiviati

Gmail è il servizio di posta elettronica di Google. Qui si possono conservare i messaggi ricevuti e inviati, compresi gli allegati. Per organizzare le mail si possono creare delle cartelle. È sempre consigliabile svuotare la sezione Spam e il Cestino per evitare di occupare spazio di archiviazione.

Su Google Foto è possibile archiviare tutte le proprie fotografie, organizzarle in cartelle, creare degli album, modificare le immagini e migliorarle con semplici strumenti di editing e condividerle con i propri cari.

Lo spazio a disposizione, la suddivisione di quello occupato e la gestione dell’abbonamento deve essere eseguita, invece, sull’app o sul sito di Google One.

A cura di Cultur-e
Sai che Fastweb Plus è anche su Instagram?
Instagram
Sai che Fastweb Plus è anche su Instagram?
Fda gratis svg
Seguici gratuito

Iscriviti
all'area personale

Per ricevere Newsletter, scaricare eBook, creare playlist vocali e accedere ai corsi della Fastweb Digital Academy a te dedicati.