È partita la richiesta di adesione al Piano Voucher per le imprese, un aiuto economico statale che intende favorire la connettività ad Internet ultraveloce e agevolare la digitalizzazione del sistema produttivo nazionale.

A partire da marzo, le imprese potranno richiedere un contributo per ottenere in abbonamento servizi di connettività a banda ultralarga da 30 Mbit/s ad oltre 1 Gbit/s.

Si tratta di abbonamenti che possono avere una durata da 18 a 24 mesi e che potranno aiutare le piccole e medie imprese a entrare nel vivo della trasformazione digitale.

Come richiedere il voucher connettività per le imprese

banda ultralarga

Il Piano Voucher per le imprese, firmato dal ministro Giancarlo Giorgetti, prevede un aiuto economico che parte da un minimo di 300 euro ad un massimo di 2.500 euro.

Le imprese interessate potranno richiedere il contributo direttamente agli operatori di telecomunicazione, che che si sono precedentemente accreditati sul portale dedicato.

Per richiedere il voucher le imprese dovranno quindi fare riferimento ai normali canali di vendita degli operatori aderenti.

Per poter ottenere il contributo le imprese dovranno avere dei prerequisiti specifici: devono essere regolarmente iscritte al Registro delle Imprese e devono avere una dimensione micro, piccola o media.

Ogni beneficiario deve poter essere identificato attraverso Partita IVA o Codice Fiscale d’impresa e potrà godere di un solo voucher. Lo stesso vale per le aziende che hanno più di una sede.

Il Piano Voucher per le imprese sarà attivo fino all’esaurimento dei fondi dedicati e al massimo fino al 15 dicembre 2022. La conclusione dell’intervento sembra però non essere così certa: la misura potrebbe essere prorogata per un altro anno in base alla disponibilità delle risorse e alle valutazioni effettuate dalla Commissione europea.

Il voucher connettività nel quadro del PNRR

L’intervento è una delle priorità del PNRR, ossia il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, e fa parte della strategia del governo italiano per la banda ultralarga.

Il governo ha stanziato una somma totale di 608.238.104,00 euro per le risorse dedicate ad accelerare la digitalizzazione delle imprese e che fanno parte delle risorse statali del Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020.

Il voucher connettività per le imprese viene gestito completamente dall’azienda Infratel, a cui è stato affidato l’incarico per conto del Ministero dello Sviluppo Economico e che ha creato il portale interamente dedicato all’incentivo.

L’introduzione del voucher connettività si pone nell’ambito di una strategia italiana più vasta che comprende misure ad hoc destinate a imprese e privati.

Dopo le misure attuate a favore di soggetti come le famiglie e le scuole, il governo italiano sta puntando ad aiutare le piccole e medie imprese presenti sul territorio nazionale. Si stima che il bacino di aziende potenzialmente interessate va da un minimo di 850.000 fino ad arrivare ad un massimo di 1.400.000 imprese.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb