Tecnologia e turismo sono due mondi in rapidissimo avvicinamento, l’uno intersecato indissolubilmente dall’altro. Robot, assistenti virtuali, itinerari e mappe in Realtà Aumentata e Virtuale, il concetto di viaggio sta lentamente evolvendo verso la sua versione 3.0, cambiando radicalmente il modo in cui gli utenti possono fruire dello spostamento stesso e, ovviamente, di tutto ciò che vi gravita attorno. 

Del resto, che la tecnologia stia cambiando tutto ciò che ci circonda è evidente e da qui in poi per i viaggiatori sarà tutto una continua scoperta. Vediamo come sta cambiando l’organizzazione dei viaggi.

Viaggi e tecnologia: la rivoluzione delle prenotazioni online 

Shutterstock

Shutterstock

 

È importante sottolineare come queste innovazioni stiano coinvolgendo il settore turistico a 360°. E se fino a pochi anni fa le piattaforme di metacomparazione (come Booking, Trivago ecc) erano ancora un’eccezione, oggi rappresentano l’esempio migliore per organizzare un viaggio utilizzando la tecnologia. Si tratta dei maggiori canali di contatto tra gli utenti, alla costante ricerca del prezzo migliore, e le strutture ricettive.

Molto presto, tali soluzioni saranno integrate da sistemi di Realtà Virtuale e Aumentata, per consentire ai viaggiatori di esplorare digitalmente ogni struttura e “provare” in anteprima tutte quelle esperienze che poi proveranno dal vivo.

È come una sorta di evoluzione della vecchia idea di agenzia di viaggio, che diventa ancora più immersiva e sicuramente molto più concentrata alla user experience. Questo potrebbe portare alla scomparsa dei “vecchi” uffici polverosi, colmi di cartine e dépliant, a beneficio di computer e server room, pronti a rispondere a qualsiasi richiesta del turista.

Robot e accoglienza, le nuove frontiere del turismo

Viaggi digitali

Shutterstock

Una delle nuove tendenze in materia di innovazione riguarda l’accoglienza negli hotel. Sempre più strutture stanno “assumendo” concierge robotici che possono aiutare gli ospiti nelle operazioni di check in e condurli nelle loro stanze. 

Può sembrare fantascienza, ma arrivare in albergo ed essere accolti da un portiere robotico che già conoscere informazioni, preferenze e dettagli della prenotazione è un modo per garantire un servizio ancora più efficiente, disponibile 24 ore su 24 e 365 giorni l’anno.

Lo stesso discorso si applica anche per porti, stazioni dei treni e aeroporti con l’arrivo di personale robot capace di gestire prenotazioni e accoglienza con precisione e robotica cortesia.

Anche le modalità di check-in saranno differenti. Grazie a uno scanner sarà possibile controllare il passaporto e i biglietti dei viaggiatori, utilizzando il proprio smartphone o i moderni sistemi di riconoscimento biometrico.

Google Maps: vacanze a portata di smartphone

Google maps

Worawee Meepian / Shutterstock.com

In materia di viaggi gli smartphone stanno acquistando un ruolo sempre più centrale. Come già detto, se da una parte le migliaia di applicazioni disponibili garantiscono prenotazioni semplificate e tutti i documenti a portata di App, dall’altra i dispositivi mobile diventano compagni di viaggio indispensabili, “sostituendo” (con le dovute cautele) le guide turistiche e i centri per le informazioni. 

La preparazione al viaggio non è mai stata così smart e ognuno, con pochi semplici tap, potrà costruire la propria vacanza su misura a seconda delle proprie esigenze. L’esempio calzante è l’ormai indispensabile Google Maps.

Un’applicazione che non ha bisogno di presentazioni, e rappresenta forse il vero capolavoro di Google. Se questo fosse ancora “solo” un navigatore satellitare, sarebbe comunque una rivoluzione per i viaggiatori, ma con tutte le innovazioni inserite al suo interno l’App è diventata un vero e proprio must have per ogni turista.

Cartine geografiche, informazioni in tempo reale, prenotazioni, orari di apertura, recensioni, listino dei prezzi e tutto ciò che può aiutare nell’esplorazione della città che si sta visitando.

La piattaforma è diventata ormai il pianificatore perfetto che consente di avere a portata di smartphone tutto il necessario per muoversi in totale autonomia, anche nei posti più remoti, programmando in maniera semplice e veloce il proprio itinerario personalizzato.

E come se tutto questo non fosse sufficiente, dall’inizio dell’emergenza sanitaria, Google ha aggiornato nuovamente l’applicazione mostrando le norme anti-covid di ogni singolo luogo e suggerendo gli orari migliori per evitare assembramenti. 

L’applicazione è stata integrata anche con i vari motori di ricerca per le strutture alberghiere consentendo di visualizzare la disponibilità e le modalità di prenotazione di stanze, alberghi e appartamenti.

Infine, già da qualche tempo, Google Maps è compatibile (solo in alcune città) con l’esplorazione in Realtà Aumentata. Tramite lo schermo dello smartphone o smart glasses, verranno mostrati all’utente i diversi punti di interesse, con tutti i dati al riguardo e le modalità di accesso.

Viaggi 3.0, spostarsi non è più obbligatorio

Visore 3D

Shutterstock

Un’altra delle soluzioni per organizzare un viaggio utilizzando la tecnologia è quella che immagina una fusione tra viaggio e gamification. L’intuizione nasce dall’impossibilità di spostarsi durante i duri mesi di lockdowne ha dato vita a un vero e proprio business parallelo, pensato per offrire tutta l’esperienza del viaggio, pur restando comodamente seduti in casa.

Sempre più società, grazie all’ausilio della Realtà Virtuale, stanno sviluppandoesperienze digitali pensate per tutti quegli utenti che per scopi diversinon possono lasciare il proprio appartamento.

Si tratta di un’idea di turismo accessibile e democratica, che potrebbe cambiare in meglio la vita di molte persone, soprattutto quelle affette da patologie che non gli consentirebbero una vacanza nella vita reale oppure per tutti quegli utenti che per ragioni economiche non potrebbero permettersi un viaggio vero e proprio. 

Si tratta ancora di un servizio in divenire che (quasi certamente) non potrà sostituire l’esperienza nella vita reale. Eppure, è già un esempio di “tecnologia etica”, pensata non solo per l’intrattenimento ma anche per garantire migliori condizioni di vita alle persone.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb