Ogni anno, nel periodo estivo, si ripropone lo stesso identico problema a casa, in ufficio o nello studio: il surriscaldamento dei PC portatili, che sono i primi a soffrire per la canicola estiva e che, per raffreddarsi, fanno girare la ventola integrata al massimo nel tentativo di abbassare la temperatura.

L’elevato calore può danneggiare i componenti elettronici, in particolare gli hard disk e le batterie soffrono le elevate temperature, ma anche l'acceleratore grafico detto GPU (in pratica il chip video) e la CPU (processore principale).

È dunque fondamentale prendere qualche precauzione per tenere il portatile quanto più fresco possibile ed evitare che la temperatura salga troppo, addirittura da far andare in protezione il computer e farlo spegnere improvvisamente per eccessivo surriscaldamento.

I consigli per proteggere il portatile dal surriscaldamento

Anzitutto, se decidi di lavorare all’aria aperta, dovresti tenere il computer lontano dalla luce solare diretta che può danneggiare i componenti elettronici e impedire il corretto funzionamento del dispositivo.

Fai attenzione anche a dove lo posizioni. Se metti il laptop sul letto, sul divano o sulle ginocchia, l'aria non scorrerà bene dalle prese d'aria, causandone il surriscaldamento.

Una custodia resistente dove riporre il laptop è fondamentale per proteggerlo dall’umidità e dal calore e mantenerlo al fresco. Inoltre, quando lo utilizzi per tante ore, una cooling pad può essere utile a evitare che si surriscaldi.

Un altro accorgimento è quello di evitare di tenere il computer in auto quando l'interno è caldo perché può causare il surriscaldamento del dispositivo e il danneggiamento a lungo termine.

La polvere e lo sporco si accumulano spesso sul retro del computer e ciò impedisce il buon funzionamento della ventola. Per un funzionamento efficace, occorre pulire spesso la ventola.

Compiere piccole e semplici azioni quotidiane è fondamentale per limitare l'usura e preservare la durata di qualsiasi laptop.

Anche le app in background concorrono al surriscaldamento del portatile. Controllare periodicamente e cancellare tutte le app in background aiuta a evitare il surriscaldamento del dispositivo. E poi, grazie alle heat processor apps, puoi eseguire controlli in background per accorgerti tempestivamente quando il calore aumenta.

Una cattiva abitudine è quella di affrettarsi a spegnere il computer senza controllare che sia spento correttamente. Concedi sempre al dispositivo il tempo di raffreddarsi per evitare l'accumulo di calore all'interno.

Importante è anche prestare attenzione durante la ricarica del computer e scollegarlo quando è completamente carico. Lasciarlo in carica può influire sulla durata della batteria e sul surriscaldamento.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb