login LOGIN
CHIUDI chiudi
Il mio profilo

mostra
Hai dimenticato la password?
Inserisci l'indirizzo email di registrazione per reimpostare la password.
Segui le istruzioni che ti abbiamo inviato per posta elettronica.

File zip: come comprimerli e aprirli su iPhone e iPad

Ascolta l'articolo

Come funzionano gli archivi compressi su iPhone e iPad e come zippare uno o più elementi utilizzando l’applicazione File presente all’interno di iOS o iPadOS

iPhone 13 Pro guteksk7 / Shutterstock.com

Tra le molte caratteristiche di iOS e iPadOS ci sono anche quelle che consentono di zippare un file o una cartella senza utilizzare programmi di terze parti.

Non tutti sanno, infatti, che utilizzando l’App File, inserita di default dentro iPhone o iPad, è possibile comprimere o decomprimere i propri file in maniera facile e veloce.

La funzionalità è stata introdotta con iOS 11 e ha migliorato enormemente le potenzialità dell’applicazione per esplorare le risorse del sistema operativo, semplificando la gestione dei file zip senza bisogno di scaricare nulla.

Scopriamo come zippare e aprire un file zip su iPhone e iPad.

  • 1. Come aprire un file zip su iPhone e iPad
    Schermo Apple iPad pro

    Urbanscape / Shutterstock.com

    Per scoprire come aprire un file zip su un iPhone o iPad, il procedimento è molto semplice e veramente alla portata di tutti, anche dei meno avvezzi alla tecnologia.

    Per prima cosa bisogna aprire l'App File che, come già detto, è integrata all’interno di iOS e iPadOS. Fatto questo non resta che fare tap sul file in questione e aprirlo per visualizzarne il contenuto.

    In poche parole per decomprimere una cartella zippata non serve fare altro che selezionarla esattamente come si farebbe con qualsiasi altra raccolta di file ed esplorarne semplicemente il contenuto.

    In ultimo, se l’utente volesse solo “dare uno sguardo” all’interno della cartella compressa, basta tenere premuto sul file in questione e selezionare l’opzione Quick Look che consentirà solamente di sbirciare all’interno dell’archivio e scoprire ciò che contiene ma senza poterlo visualizzare.

  • 2. Come zippare una cartella o un file su iPhone e iPad
    Schermo iPhone 11

    DenPhotos / Shutterstock.com

    Per creare un file zip su iPhone o iPad è sufficiente selezionare uno più elementi utilizzando sempre l'applicazione File, fare tap sui tre puntini in alto e scegliere l’opzione Comprimi.

    Fatto questo con poche semplici mosse verrà creato un archivio Zip con all’interno tutti i file appena selezionati. 

    Tenendo premuto col dito sul file appena creato si può avere accesso alle opzioni per rinominarlo, condividerlo o spostarlo altrove.

    Anche in questo caso sono sufficienti poche semplici mosse creare un archivio di file zippati sul proprio iPhone o iPad.

  • 3. Principali vantaggi dell’utilizzare un file zip
    Serie di icone archivio file

    Shutterstock

    Utilizzare un programma per comprimere e decomprimere i file porta indubbiamente molti vantaggi.

    Anzitutto gli archivi occupano meno spazio rispetto ai singoli file o alle cartelle. A fronte di questo è chiaro che un archivio zip sia un’ottima soluzione per inviare i propri file e condividerli con altri utenti soprattutto tramite posta o applicazioni per la messaggistica.

    Zippare un file è un’operazione che comporta molti vantaggi, soprattutto se il file in questione va condiviso con altri dispositivi o archiviato ordinatamente all’interno del proprio smartphone.

    Poi è un ottimo sistema per mantenere ordinato il proprio smartphone e racchiudere all’interno di un archivio più file in modo che non vadano “dispersi” all’interno della memoria del telefono.

    Inoltre è anche un’eccellente soluzione per eseguire rapidamente un backup dei file più importanti, inserendo tutto in un solo archivio da condividere o salvare altrove.

  • 4. I pericoli dei file zip
    Segnale possibile pericolo virus su smartphone

    Shutterstock

    Nonostante i vantaggi e le comodità dei file zip appena elencate, bisogna sapere che questo formato di file potrebbe rappresentare anche un pericolo per l’integrità dello smartphone.

    Non è raro, infatti, che all’interno di un archivio zip siano celati virus informatici, posizionati tatticamente dai malintenzionati digitali per infettare telefoni e computer.

    Purtroppo i moderni antivirus non sono in grado di rilevare che tipo di file sono inseriti all’interno di un archivio compresso e l’utente si accorgerà della loro pericolosità solo dopo aver aperto il file zip in questione che si rivelerà un virus.

    Un file zip può nascondere delle insidie e non è raro trovare all’interno di questi archivi diverse tipologie di virus che potrebbero compromettere l’integrità del sistema operativo.

    Questo è un discorso che generalmente si applica ai computer ma negli ultimi anni sono arrivati sul web tutta una serie di virus “dedicati” agli smartphone che potrebbero compromettere l’integrità del sistema operativo ed esporre i dati sensibili degli utenti al mondo.

    Per questo motivo, quando si apre un file zip è sempre consigliabile fare attenzione e, in caso di file inviati da dispositivi o mittenti sconosciuti, il consiglio è sempre quello di non aprirli e cestinarli quanto prima.

    Il discorso, ovviamente, si applica sia agli archivi ricevuti tramite le applicazioni per la messaggistica che per quelli ricevuti via e-mail o tramite Bluetooth.

    Per saperne di più: IOS, caratteristiche del sistema operativo Apple

A cura di Cultur-e
Segui le ultime notizie sul nostro canale Whatsapp
Immagine principale del blocco
Segui le ultime notizie sul nostro canale Whatsapp
Fda gratis svg
Iscriviti al canale gratuito

Iscriviti
all'area personale

Per ricevere Newsletter, scaricare eBook, creare playlist vocali e accedere ai corsi della Fastweb Digital Academy a te dedicati.