Per scoprire il primo visore VR di Apple dovremo aspettare l'inizio del 2023. Questa è la data in cui la società di Cupertino rilascerà un nuovo dispositivo per la realtà aumentata e virtuale, stando a quanto riferito dal magazine ETNews. Dagli ultimi rumors, l’azienda starebbe lavorando anche ad un altro dispositivo, pensato probabilmente per agevolare la navigazione del metaverso, che uscirà invece nel 2024.

Il primo visore sarà un test per l’azienda. Apple infatti non ha mai creato né commercializzato un prodotto del genere e questa sarebbe la sua prima volta in questo mercato. Una novità nel modus operandi dell’azienda, che è solita entrare in nuovi mercati solo con prodotti top di gamma. Mentre il primo visore sarà dedicato al mondo dei giochi e dell’intrattenimento, il secondo modello, previsto per il 2024, sarà più costoso e avrà funzionalità molto più avanzate.

Come saranno i visori VR di Apple

Entrambi i visori sono equipaggiati con il chip Apple M2, un processore proprietario che assicura performance di alto livello. Il chip M2 è stato presentato durante la Apple Worldwide Developers Conference del 2022 e sarà inserito al di sotto del case del visore. Avrà una versione base a cui saranno affiancati 16 GB di RAM. Il processore ha tutte le carte in regola per offrire prestazioni qualitativamente alte, superiori anche a quelle dell’Oculus Quest 2 di Meta, che a differenza del prodotto Apple ha solo 6 GB di memoria RAM e il Qualcomm Snapdragon XR2.

Oltre al chip, si vocifera che il visore di Apple avrà anche un display micro-OLED firmato da Sony e LG Display. Questo connubio garantisce al visore un aspetto leggero che si poggia su tre diverse tecnologie pensate per il rilevamento 3D e ideate da LG Innotek. Per contro, le fotocamere di questo primo visore non saranno altrettanto evolute, mentre ci si aspetta una risoluzione molto alta per quanto riguarda quelle del visore in uscita nel 2024. Quest’ultimo, inoltre, sarà in grado anche di effettuare telefonate.

Il prezzo dei visori VR di Apple

Gli appassionati si aspettano molto dal nuovo dispositivo progettato in casa Apple. Secondo i ben informati, l’azienda della Mela ha depositato all’ufficio brevetti americano il marchio Reality OS attraverso una società che nessuno conosce e che servirebbe da specchietto per le allodole. Tutto questo fa pensare che Apple abbia creato un sistema operativo pensato appositamente per i visori.

Non si hanno ancora notizie certe sul prezzo dei nuovi dispositivi, ma il primo visore avrà un costo che oscilla tra i 2000 e i 3000 dollari. Per quanto riguarda il secondo modello, le cifre sono destinate a salire.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb