login LOGIN
CHIUDI chiudi
Il mio profilo

mostra
Hai dimenticato la password?
Inserisci l'indirizzo email di registrazione per reimpostare la password.
Segui le istruzioni che ti abbiamo inviato per posta elettronica.

Come riportare in vita un vecchio PC con una distribuzione di Linux leggera

Ascolta l'articolo

Le cinque distribuzioni Linux più leggere di sempre, la soluzione perfetta per dare nuova vita a un vecchio computer con un comparto hardware piuttosto datato

Computer Linux Nonchanon/Shutterstock

Per gli appassionati di tecnologia Linux non è solo un vezzo ma è una vera e propria “religione”, con decine e decine di appassionati che quotidianamente danno vita a quella che probabilmente è la community più grande del mondo.

Per questo non stupisce che tantissimi utenti quotidianamente scelgano questo sistema open source per i propri PC, inclusi quelli più datati che con un sistema operativo Microsoft non riuscirebbero a funzionare a dovere e a garantire una user experience ottimale.

E parlando proprio di computer datati e non un comparto hardware non più così efficiente, vediamo quali sono le migliori distribuzioni di Linux per riportare in vita un vecchio dispositivo del genere.

I Tech-Quiz di Mister Plus

0/ 0
Risposte corrette
0' 0"
Tempo impiegato
Vai alla classifica

 

  • 1. Derivate di Ubuntu
    Lubuntu

    Roman Samborskyi/Shutterstock

    Per tutti coloro che hanno bisogno di un sistema operativo semplice e affidabile, da far girare su un hardware piuttosto datato, la soluzione non può essere che Lubuntu.

    Essenziale e molto snello, questo software ha bisogno solamente di 512 MB di RAM e questo grazie al desktop LXQt, estremamente leggero ma comunque molto moderno.

    Anche le applicazioni installate di default sono decisamente basiche ma comunque sono più che in grado di soddisfare le esigenze quotidiane degli utenti. E poi, in caso servissero altri programmi, si possono tranquillamente scaricare dal fornitissimo store ufficiale.

    Anche Xubuntu deriva naturalmente da Ubuntu e utilizza un ambiente desktop Xfce leggero e dal look accattivante che, per certi versi, richiama molto Windows.

    Xubuntu, in poche parole, offre agli utenti tutto ciò che possono trovare all’interno di Ubuntu ma con un desktop molto più leggero, ottimo soprattutto per i PC più vecchi.

    I requisiti minimi sono 1 GB di RAM e un disco rigido da 8,6 GB, praticamente un PC di 20 anni che può tornare operativo (con tutti i limiti del caso) in men che non si dica.

    Anche qui, le app all’interno del sistema sono semplici ed essenziali, ma gli utenti possono scaricarne di nuove ogni volta che ne hanno bisogno, accedendo allo store ufficiale.

  • 2. Linux Mint
    Linux Mint

    Zakharchuk/Shutterstock

    Mint è un’altra derivata di Ubuntu da cui prende sicuramente la grande immediatezza nell’utilizzo e una gestione davvero intuitiva.

    Diciamo che per certi versi Mint è come una versione “semplificata” dei sistemi a base Linux, una nomina che gli ha permesso di evolversi nel tempo con una nutrita community pronta a lavorare giorno e notte per risolvere qualsiasi problema riscontrato dagli utenti.

    Ed è proprio questo uno dei punti di forza di questa distro, con decine e decine di sviluppatori pronti a fornire il necessario supporto ogni volta che serve.

    Per questa ragione, a oggi è una delle versioni più efficienti in circolazione e una delle più apprezzate dagli utenti che hanno accesso a un sistema operativo completo, funzionale e da personalizzare come meglio credono ma, cosa importante, senza avere bisogno di troppe risorse o di un hardware performante.

  • 3. Debian
    Debian

    Dmytro Tyshchenko/Shutterstock

    Anche Debian è una delle release più interessanti di questo mondo open source, che può contare su migliaia e migliaia di programmi e applicazioni che la rendono una distribuzione versatile e molto completa.

    Certamente, rispetto alle distro appena elencate, in questo caso le cose diventano un pochino più complesse e bisognerà prendere un po’ la mano con tutto il sistema operativo prima di poterne sfruttare appieno le potenzialità.

    Oltre a questo, però, Debian rappresenta un’opzione interessantissima per i PC più datati che, nelle sapienti mani di appassionati e “smanettoni” non ha nulla da invidiare ai sistemi operativi “classici”.

  • 4. Fedora
    Fedora

    Roman Samborskyi/Shutterstock

    Fedora è una delle distribuzioni più versatili e personalizzabili dell’universo Linux e, secondo molti, (incluso il creatore del sistema operativo, Linus Torvalds) è la migliore versione del software in assoluto.

    Anche in questo caso, il vero punto di forza di Fedora è una community molto attiva, con migliaia di sviluppatori che quotidianamente plasmano il kernel e i vari software in base alle loro esigenze, trovando nuove soluzioni che si adatto perfettamente a ogni singolo utente, ambienti grafici inclusi.

    Come detto, parliamo forse della miglior versione di Linux sulla piazza e non stupisce dunque che sia la scelta di milioni di persone in tutto il mondo, che si sono lasciati conquistare dalla semplicità e dall’affidabilità di questo software.

    Oltre a questo, parliamo di una distro leggerissima, in grado di girare praticamente su qualsiasi computer senza grosse difficoltà e garantendo sempre risultati impeccabili.

  • 5. Linux Lite
    Linux Lite

    F8 studio/Shutterstock

    Per buona parte degli utenti Linux Lite è sinonimo di “distribuzione leggera” anche se, in effetti, si tratta di un progetto piuttosto recente, lanciato solo nel 2012.

    Il punto di forza di questo software sono sicuramente le specifiche tecniche davvero bassissime, meno di 1 GB di RAM e processori anche da 1 o 2 GHz, tecnologia dell’anteguerra praticamente.

    Questa versione, comunque, è semplice e molto intuitiva, adatta anche agli utenti alle prime armi che, stanchi delle “costrizioni” di Windows, hanno deciso di passare al mondo open source ma non sanno ancora bene come muoversi.

    Nonostante questa grande semplicità Linux Lite è un sistema operativo completo, ottimo per assolvere a qualsiasi bisogno degli utenti che si troveranno tra le mani una suite di strumenti potente e affidabile da utilizzare nella vita di tutti i giorni.

    Se poi i programmi installati non bastassero, c’è sempre lo store ufficiale da cui prelevare tutto ciò di cui si ha bisogno.

    Infine, bisogna sottolineare che questo software ha anche un aspetto molto curato, coerente e molto professionale che, oltre a dar vita a un nuovo PC lo riporta sulla scena con stile, rendendolo moderno e funzionale.

    Per saperne di più:Linux, caratteristiche e distribuzioni

A cura di Cultur-e
Addestramento IA non consentito: É assolutamente vietato l’utilizzo del contenuto di questa pubblicazione, in qualsiasi forma o modalità, per addestrare sistemi e piattaforme di intelligenza artificiale generativa. I contenuti sono coperti da copyright.
Fda
Prompt engineering
Immagine principale del blocco
Prompt engineering
Fda gratis svg
Come interrogare le intelligenze artificiali
Iscriviti al corso gratuito

Iscriviti
all'area personale

Per ricevere Newsletter, scaricare eBook, creare playlist vocali e accedere ai corsi della Fastweb Digital Academy a te dedicati.