Fastweb

I migliori antivirus per Android

applicazione evermet Smartphone & Gadget #evermet #app Evermet, l'app per non dimenticare più nessuno Applicazione sviluppata da un ingegnere friulano, Evermet memorizza le persone che si è incontrato per strada e ci aiuta a conoscere le loro abitudini e passioni
ISCRIVITI alla Newsletter
Autorizzo il trattamento dei dati di contatto per l’iscrizione alla newsletter e per la ricezione di mail di carattere informativo e commerciale. Informativa e condizioni di utilizzo.
I migliori antivirus per Android FASTWEB S.p.A.
Antivirus per Android
Smartphone & Gadget
Il numero di malware e virus per Android sta crescendo esponenzialmente. Proteggere i propri dispositivi con un antivirus è quindi fondamentale. Ecco i migliori antivirus per Android

I dati non mentono. Android è ormai bersagliato dai virus. Complice la massiccia diffusione del sistema operativo mobile sviluppato da Google (che detiene l'80% del mercato smartphone secondo dati diffusi ad agosto), sono sempre di più gli sviluppatori che realizzano virus e malware di vario genere per i dispositivi del robottino verde. I virus informatici, così come accade per quelli biologici, stanno lentamente cambiando forma per adattarsi ad un nuovo ecosistema operativo dove proliferare e riprodursi per infettare altri dispositivi.

La nascita di applicazioni antivirus, quindi, è stata quasi una reazione naturale a un attacco di così vasta portata. Sul Play Store di Google ne esistono a decine; di seguito verranno descritte le caratteristiche e le specifiche tecniche dei migliori antivirus per Android.

AVG Antivirus

La versione mobile dell'antivirus made in Israele non delude le attese. Così come la sua versione desktop, AVG Antivirus offre una buona protezione da malware e altri agenti esterni potenzialmente pericolosi, combinandola con un'interfaccia grafica semplice e intuitiva.

 

AVG Antivirus

 

AVG fornisce protezione in tempo reale, la possibilità di scansionare i messaggi in arrivo sul dispositivo e una funzione per la navigazione sicura sul web. La schermata principale dell'applicazione dà la possibilità di impostare i settaggi iniziali di protezione, ma sarà comunque possibile cambiarli ogni volta che si vuole. L'utente può scegliere tra Protection, Performance, Anti-Theft e Privacy: la prima servirà a definire i parametri di sicurezza, la seconda fornirà alcuni strumenti per incrementare le prestazioni del dispositivo e la durata della batteria, la terza a impostare “l'antifurto” del dispositivo, la quarta a proteggere parte o tutti i dati presenti sullo smartphone.

La funzione anti-theft permette di individuare da remoto il dispositivo smarrito. Accedendo al proprio account AVG da un qualsiasi web browser si potrà geolocallizare il telefono sulla mappa digitale, bloccare il dispositivo e sbloccarlo, resettare la memoria e farlo squillare. Purtroppo, i tempi richiesti da queste operazioni sono variabili e potrà passare anche molto tempo dall'invio della richiesta all'esecuzione della stessa.

Avast! Mobile Security

L'applicazione sviluppata dalla famosa software house di Praga (Avast! È uno dei software antivirus più utilizzati in ambito Windows) ha tutto ciò che si aspetta da un antivirus per Android.

 

 

Dopo l'installazione Avast! Mobile Security attiverà un vero e proprio scudo a protezione del proprio dispositivo. Si potranno impostare delle scansioni periodiche sia della memoria flash del dispositivo che della scheda di memoria esterna; le app installate o aggiornate verranno scansionate prima di poter essere avviate; il Privacy advisor valuterà tutte i permessi richiesti dalle applicazioni installate sul dispositivo e avvertirà l'utente nel caso in cui ci fosse qualche richiesta sospetta; il Network meter tiene sotto controllo il traffico Internet dello smartphone – sia tramite la connessione dati, sia WiFi – dando la possibilità all'utente di verificare se qualche applicazione consumi più traffico del dovuto.

L'opzione SMS and Call filter permetterà di filtrare chiamate indesiderate in arrivo. Si potrà, ad esempio, impostare il filtro su un gruppo di contatti presenti in rubrica o da mittenti privati.

A rendere Avast! Mobile Security un'applicazione completa, però, sono due funzioni davvero molto utili: il Firewall e la funzione Anti-Theft. La prima permette di disabilitare completamente o parzialmente la connettività del dispositivo (sia via connessione dati sia via WiFi). In questo modo si potrà gestire al meglio la propria navigazione, impedendo a malintenzionati di entrare nel proprio dispositivo o evitare di consumare tutto il proprio credito residuo connettendosi ad Internet con il roaming. La funzione Anti-Theft (letteralmente anti-ladro) dota il proprio dispositivo di una sorta di antifurto. Nel caso in cui lo smartphone vada smarrito si potrà provare a rintracciarlo grazie al GPS o, in caso estremo, bloccarlo e resettarne la memoria.

Kaspersky Mobile Security

Il software antivirus russo, tra i migliori per il settore desktop e laptop, fa bella figura di sé anche nella versione mobile.

 

 

Appena installata, Kaspersky Mobile Security chiede all'utente di registrarsi sulla propria piattaforma, così da poter usufruire di alcune delle funzionalità web dell'applicazione. Inoltre, sarà necessario creare un PIN (da 4 a 16 cifre) che permetta di disattivare o disinstallare l'applicazione in caso di necessità. In questo caso è consigliabile creare un codice il più lungo possibile, così da rendere il vostro smartphone ancora più sicuro. E non abbiate paura di dimenticarlo: grazie alle funzioni web, è possibile creare un codice di recupero da qualsiasi computer.

La schermata principale è divisa in quattro categorie maggiori: Anti-Virus, Anti-Theft, Call&SMS filter e Privacy Protection. Accedendo ad ognuna di queste sezioni, l'utente potrà impostare, attivare o disattivare le varie funzionalità offerte dall'applicazione.

In caso si smarrisca il dispositivo, si potrà localizzarlo grazie alla speciale funzione antifurto, gestibile direttamente dal portale web di Kaspersky o inviando dei codici speciali via SMS. L'utente potrà così rintracciare, bloccare o resettare il dispositivo; inoltre, nel caso in cui si creda che il dispositivo è stato rubato, è possibile utilizzare la fotocamera frontale per realizzare degli scatti senza che l'utente dall'altro lato del dispositivo se ne accorga. Inoltre, se qualcuno cambierà la scheda SIM, Kaspersky provvederà a segnalare il nuovo numero di telefono installato sul dispositivo.

A disposizione dell'utente ci sono anche molte opzioni riguardanti la privacy. Se, ad esempio, si vogliono tenere nascosti alcuni contatti e le attività ad essi relativi (SMS scambiati, telefonate effettuate e ricevute, ecc.), basterà inserirli nell'apposita lista e Kaspersky li renderà visibili solo dopo aver inserito il codice PIN creato al momento dell'installazione.

TrustGo: Mobile Security

Nonostante sia una delle applicazioni più giovani del settore, TrustGo si è immediatamente guadagnato la fiducia di una grossa fetta di utenti Android.

 

 

Merito, senza ombra di dubbio, della sua facilità di utilizzo e di un motore antivirus in grado di proteggere in maniera eccezionale il proprio dispositivo. Dopo l'installazione di TrustGo Mobile security verrà richiesto di creare un account gratuito: un'operazione facoltativa ma consigliata, dato che sarà così possibile accedere alle funzionalità di backup offerte gratuitamente.

La schermata principale dell'applicazione è composta da due schede: Security e App Manager. La prima permetterà di gestire tutte le opzioni di sicurezza del dispositivo – antimalware, anti-theft, ecc. - mentre la seconda permetterà di ricavare informazioni interessanti a proposito delle applicazioni installate sul dispositivo.

La scheda Security è divisa a sua volta in altre quattro schede: Security Scanner, System Manager, Privacy Guard e Data Backup. Le ultime due opzioni (che possono essere attivate e disattivate direttamente da questa schermata) permettono invece di proteggere lo smartphone durante la connessione web (Secure Web Browsing) o in caso di smarrimento del dispositivo (Device Protection). Quest'ultima opzione, in particolare, merita un'analisi un po' più approfondita. Quando è attivata, sarà impossibile disattivare la funzione anti-theft o disinstallare l'applicazione se non si conosce la password impostata al momento dell'installazione. Grazie al modulo GPS, inoltre, sarà possibile localizzare l'esatta posizione del dispositivo.

Lookout Mobile Security

Vero e proprio veterano del settore – è stata tra le prime applicazioni antivirus lanciate sul Play Store – Lookout Mobile Security proteggerà il dispositivo da intrusioni esterne o da possibili “spie” interne scansionando ogni nuova app installata o quelle appena aggiornate.

 

 

Al momento dell'installazione verrà chiesto di creare un account sul portale mylookout.com, grazie al quale sarà possibile usufruire di alcune funzioni aggiuntive. Una volta dentro il proprio account, infatti, sarà possibile localizzare il dispositivo smarrito anche se il GPS dovesse essere spento e, in caso estremo, bloccarne il funzionamento. Sarà possibile, inoltre, effettuare un backup dei propri dati da poter utilizzare nel caso si fosse costretti a resettare la memoria dello smartphone.

Lookout è dotato, naturalmente, anche di un discreto motore antimalware, che permette di proteggere il proprio dispositivo da programmi potenzialmente pericolosi.

F-Secure Mobile Security

Ancora poco conosciuto al grande pubblico – il contatore dei download sul Play Store ne conta tra i 10mila e i 50mila – F-Secure offre un elevato standard di sicurezza grazie ad un motore di scansione tra i più potenti della categoria.

 

 

In molti test condotti da esperti del settore, questo antivirus ha fatto sempre registrare punteggi al di sopra del 90%, mostrando i muscoli anche nel caso delle infezioni più subdole e pericolose.

In fase di installazione, la app chiederà qualche autorizzazione più del solito. Nessun timore, serviranno a lasciare campo libero alla funzionalità Anti-Theft quando verrà il momento. Grazie alle autorizzazioni concesse, infatti, l'utente potrà resettare da remoto il dispositivo senza nessun preavviso, potrà localizzarlo o farlo squillare senza avere la necessità di chiedere ulteriori permessi.

BitDefender Mobile Security

Estremamente leggero e semplice da utilizzare, BitDefender Mobile Security racchiude tutte le sue funzioni nella schermata iniziale. L'utente, anche quello alle prime armi, potrà così impostare, attivare e disattivare tutte le varie funzionalità a sua disposizione senza doversi perdere in menu labirintici.

 

BitDefender Mobile Security

 

Dotato di una suite di sicurezza di tutto rispetto, BitDefender unisce le “normali” tattiche di protezione a metodi più innovativi ed efficaci. In fase di scansione, infatti, l'applicazione estrae delle informazioni esclusivamente da file che possono essere dannosi per il sistema – come applicazioni, eseguibili, ecc. - e invia i dati ai server cloud, dove queste verranno analizzate e valutate. Una volta completata l'operazione, i risultati verranno inviati nuovamente al dispositivo. Questa operazione richiede poche decine di secondi, rendendo BitDefender tra i più veloci antivirus per Android sul mercato.

CitDefender fornisce agli utenti un'ampia protezione anche grazie alla scansione delle app appena scaricate: nel caso in cui venga riscontrato del codice malevolo, l'antivirus interromperà la procedura di installazione e rimuoverà ogni file pericoloso dalla memoria.

Pur non fornendo un'opzione per l'utilizzo da remoto della fotocamera frontale, la funzione Anti-Theft permette di localizzare il dispositivo su una mappa digitale con un buon grado di approssimazione senza la necessità di dover creare un account sulla piattaforma dell'applicazione. Sarà possibile, inoltre, far squillare il dispositivo, bloccarlo o cancellarne tutti i dati presenti in memoria.

360 Security

Tra gli antivirus più utilizzati dagli utenti Android cinesi, 360 security è una delle applicazioni più efficaci nei confronti di virus, trojan e malware di varia natura. Offre protezione in tempo reale grazie a un efficiente motore di scansione, che analizza i file di sistema, le app installate e quelle in fase di installazione; garantisce la protezione dei dati personali presenti sul dispositivo permettendo di impostare un PIN di sicurezza per le applicazioni più importanti e dota lo smartphone di un antifurto digitale che permette di localizzarlo su una mappa, farlo squillare (anche se in modalità silenzioso), bloccarlo e cancellarne tutti i dati salvati in memoria.

 

 

Le funzionalità di 360 security, però, sono molto più estese. L'App manager permette di gestire tutte le applicazioni installate sul dispositivo tramite un'unica schermata; il Memory booster dà la possibilità di liberare spazio nella memoria RAM rendendo più veloce l'apertura di nuove applicazioni; cancella file di grandi dimensioni e file di sistema non più utilizzati con Junk file cleaner; ottimizza i consumi energetici del dispositivo con la funzionalità Power saver.

Eset mobile security

Anche in questo caso ci si trova di fronte a un vero e proprio campione della rimozione di virus e altri agenti patogeni pericolosi per il proprio smartphone Android. Il motore di scansione di Eset mobile security è in grado di individuare ed eliminare oltre il 99% dei malware, arrivando così a sfiorare la soglia delle perfezione nel campo degli antivirus. Disponibile in due versioni – a pagamento e gratuita con funzionalità ridotte, soprattutto sul versante dell'anti theft – la suite di sicurezza mobile realizzata da Eset mette a disposizione dell'utente tutti gli strumenti necessari per navigare online ed installare applicazioni senza preoccupazioni di sorta.

 

 

Nella versione a pagamento troviamo la possibilità di bloccare le chiamate e l'invio di SMS ed MMS, oltre a funzionalità antifurto avanzate e, addirittura, un corso sulla sicurezza mobile.

Avira antivirus security

Con Avira si potrà proteggere il proprio dispositivo Android a 360° gradi. L'applicazione, infatti, non offre solamente la protezione da virus e malware vari (con ottimi risultati nell'individuazione e nella rimozione delle minacce digitali), ma mette a disposizione dell'utente un'intera suite antifurto (localizzazione dispositivo su mappa, cancellazione della memoria, blocco dello smartphone e attivazione della suoneria), una console accessibile anche dal web per la gestione del dispositivo e funzionalità per la protezione della privacy e dei dati contenuti all'interno dello smartphone.

 

Avira

 

Queste ultime, in particolare, permettono di verificare che la propria casella di posta elettronica o quelle dei propri contatti non abbiano subito attacchi hacker e non siano state compromesse; dà la possibilità di creare una blacklist all'interno della quale inserire tutti i contatti indesiderati e bloccare e sbloccare chiamate e messaggi di testo in arrivo da qualunque numero.

AVL for Android

 

AVL

 

Nel caso in cui si sia alla ricerca solamente di un'applicazione antivirus, che blocchi ed elimini tutte gli agenti patogeni che minacciano il proprio device mobile, AVL è la soluzione che si stava cercando. A differenza di tutte le altre applicazioni viste, infatti, AVL non offre funzionalità come l'antifurto o l'app lock per la protezione dei dati personali: tutto ciò che fa è scansionare la memoria alla ricerca di malware e, nel caso li scovi, eliminarli.

CM Security AppLock

Nonostante sia uno degli ultimi antivirus ad essere approdati sul Google Play Store, CM Security AppLock vanta già diverse centinaia di milioni di download e installazioni. Segno che le funzionalità e gli strumenti offerti da questo antivirus gratuito hanno immediatamente lasciato il segno negli utenti del sistema operativo del robottino verde.

 

 

Compatibile sia con smartphone sia con tablet, è dotato di un sistema di scansione multilayer capace di offrire una protezione su diversi livelli: non solo scansiona le app subito dopo esser state installate, ma tiene sott'occhio anche i file di sistema e i siti web visitati alla ricerca di possibili agenti infettanti. Offre, inoltre, la funzione app lock e diversi strumenti anti-theft. Grazie alla prima l'utente potrà impostare un codice numerico di sicurezza a protezione delle app ritenute più importanti (come ad esempio Facebook, WhatsApp, galleria fotografica e messaggi) e, nel caso si sbagli per più di due volte di seguito a inserire il PIN, la fotocamera frontale scatterà una foto di chi sta provando ad accedere alle informazioni riservate. I secondi, invece, entrano in gioco quando si smarrisce il dispositivo o si pensa che sia stato trafugato: dopo aver effettuato la sincronizzazione con il dispositivo e aver lanciato il “segnale” di richiamo, sarà possibile localizzare lo smartphone su una mappa, farlo squillare (anche nel caso in cui sia impostato sul silenzioso) e resettare il dispositivo onde evitare che i dati che contiene possano finire nelle mani sbagliate.

12 ottobre 2013 (aggiornato il 5 marzo 2015)

Copyright © CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Autorizzo il trattamento dei dati di contatto per l’iscrizione alla newsletter e per la ricezione di mail di carattere informativo e commerciale. Informativa e condizioni di utilizzo.
TAGS: #smartphone #antivirus #virus #malware #android #telefonino #cellulare

© Fastweb SpA 2018 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.