Fastweb

Google Maps, i trucchi per utilizzare al meglio la nuova app

TV box Android Smartphone & Gadget #sicurezza informatica #android TV box Android a rischio malware, l'allarme degli esperti Gli aggiornamenti software sono una parte fondamentale nell'ambito della sicurezza informatica e protezione dei dati personali. Anche quando si parla di set-top box Android
ISCRIVITI alla Newsletter
Autorizzo il trattamento dei dati di contatto per l’iscrizione alla newsletter e per la ricezione di mail di carattere informativo e commerciale. Informativa e condizioni di utilizzo.
Google Maps, i trucchi per utilizzare al meglio la nuova app FASTWEB S.p.A.
I trucchi della nuova release di Google Maps
Smartphone & Gadget
Tra le applicazioni più utilizzate sia dagli utenti Android sia dagli utenti iOS, nasconde funzionalità poco conosciute

Tra le molteplici applicazioni di cartografia digitale disponibili nei vari Google Play Store, App Store e Windows Phone Store, Google Maps è certamente una delle più apprezzate e scaricate. Il servizio di Big G, infatti, fornisce strumenti e funzionalità utili per ogni tipologia di utente: dal navigatore passo-passo alla visione satellitare, passando per il database di luoghi di maggior interesse da visitare in città.

Google Maps, però, nasconde delle funzionalità altrettanto interessanti. Grazie ad alcuni trucchi e segreti Google Maps, infatti, è possibile scaricare le mappe sul dispositivo e utilizzarle quando non si è connessi, oppure controllare gli orari di maggior affollamento di un monumento e programmare con tempestività la visita.

Sfruttando i trucchi Googl Maps a proprio favore, insomma, si potrà avere un'esperienza di "navigazione" più utile e completa, risparmiando tempo prezioso alla ricerca di questo o quel monumento. O anche della via di casa.

Ingrandire e rimpicciolire la mappa

Forse è ancora presto per dichiarare pensionabile e pensionato il sistema pinch-to-zoom, ma Google sta lavorando per trovare delle valide alternative. E il lavoro fatto sulle mappe digitali lo dimostra ampiamente. L'utente può ora zoomare toccando velocemente per due volte lo schermo; oppure può ingrandire o rimpicciolire la mappa toccando due volte lo schermo e, rimanendo con il dito sul display, muoverlo in alto o in basso a seconda che si voglia aumentare o diminuire lo zoom.

Informazioni commerciali

Google Maps permette di cercare, in maniera facile e veloce, un negozio di souvenir o un ristorante tipico dove mangiare. Dopo aver trovato ciò che interessa e aver selezionato uno dei risultati, si possono leggere le informazioni sul negozio (o ristorante, museo, ecc.) semplicemente scorrendo in alto e in basso la schermata. Se, invece, si scorre verso sinistra o destra si passa al risultato successivo (o precedente).

Esplorare i dintorni

 

Esplora i dintorni

 

Si è in una zona sconosciuta della città e si vogliono scoprire le attività commerciali – ristoranti, bar, hotel, musei, ecc. - che si trovano nelle vicinanze? Basta cliccare sul campo di ricerca e selezionare la voce esplora. A questo punto comparirà l'elenco delle categorie dal quale scegliere ciò che più interessa.

Street View

Anche da Google Maps si può accedere alla visione stradale (Street View) semplicemente toccando per qualche secondo il punto della mappa che interessa e attendere che compaia il pin sulla mappa. Scorrendo verso l'alto la schermata, compaiono maggiori informazioni sul punto scelto, compreso lo Street View.

Indicazioni predittive

Gli utenti che hanno installata l'ultima versione di Google Maps sul loro dispositivo (al momento questa funzionalità è disponibile solo per Android) potranno conoscere il tempo di percorrenza dall'ufficio a casa senza che abbiano bisogno di impostare la destinazione. Grazie alle indicazioni predittive, infatti, l'applicazione di cartografia digitale sviluppata nei laboratori del Googleplex sarà in grado di dirvi in anticipo quanto tempo impiegherete per compiere il tragitto quotidiano.

 

Indicazioni predittive con Google Maps

 

Però, affinché le indicazioni predittive funzionino, è necessario che si impostino nel proprio account Google l'indirizzo di casa e l'indirizzo di lavoro. A questo punto, avviando la modalità navigazione e senza che ci sia bisogno di impostare alcun itinerario, sulla mappa comparirà il tempo necessario per coprire la distanza tra l'ufficio e casa (o viceversa).

Cronologia

Come è ormai risaputo, Google conserva gran parte dei nostri dati e delle nostre informazioni per fornire risultati sempre più precisi e puntuali. Google Maps, come tutti gli altri servizi di Big G, ovviamente, non fa eccezione. Ed è proprio grazie a questi dati che gli utenti possono controllare la Cronologia dei propri spostamenti sul servizio di cartografia digitale di Google.

 

Cronologia Google Maps

 

Accedendo al menu di sinistra (basterà fare uno swipe dal bordo sinistro verso destra per vederlo apparire) si preme sulla voce Cronologia e si attende il caricamento della nuova funzionalità. Grazie al menu di selezione nella parte alta della schermata, l'utente potrà scegliere una data dal calendario e verificare gli spostamenti dei giorni precedenti, con ricerche effettuate e monumenti visitati. Uno strumento utile per ricordare i ristoranti, i negozi e i punti di interesse visitati nel corso dei propri viaggi.

Google Maps offline

Se fino a qualche tempo fa utilizzare Google Maps offline era un privilegio riservato a pochi geek oggi chiunque può accedere alla cartografia di Google anche senza connettività a Internet. Una funzionalità utile soprattutto quando si è in viaggio all'estero e non si ha la possibilità di utilizzare la connettività dati dello smartphone o del tablet.

Per scaricare le mappe offline si dovrà cercare una città o una zona all'interno dell'applicazione, premere sull'indicatore e, nella schermata che compare, premere su Scarica. A questo punto Google Maps permetterà di restringere l'area di selezione e avviare il download. Ovviamente, la quantità di dati da scaricare sarà notevole: si consiglia di compiere questa operazione quando si è connessi a una linea Wi-Fi onde evitare di sforare la soglia dati prevista dal proprio contratto di telefonia mobile.

Evita la coda

Sfruttando i dati degli utenti e dei gestori di locali e luoghi di pubblico interesse, Google Maps per Android aiuta gli utenti a evitare la coda nei musei, nei monumenti e nei luoghi pubblici più conosciuti e frequentati delle maggiori città al mondo. Nelle pagine di descrizione dei luoghi di maggior interesse, oltre alle foto, alle recensioni e alle informazioni principali, Google ha inserito anche un grafico temporale che aiuta a capire le ore nelle quali il luogo è maggiormente frequentato. In questo modo il turista può pianificare la visita con tempestività ed evitare la coda.

Guide locali

Da tempo Google tenta di inserire all'interno di Google Maps delle funzionalità e degli strumenti che possano aiutare i turisti a trovare i monumenti più belli e i migliori posti dove mangiare un boccone o consumare un pranzo luculliano. Con Guide Locali, Big G si tuffa a capofitto nel mondo delle recensioni, tentando di sfruttare a proprio favore il vantaggio tecnologico acquisito nel corso degli anni sul versante della cartografia digitale e delle geolocalizzazioni.

 

 

Iscrivendosi al servizio Guide Locali, gli utenti Google potranno rilasciare recensioni, scrivere opinioni e allegare foto sulle località visitate e i ristoranti o locali frequentati. In cambio riceveranno dei punteggi utili a sbloccare nuove funzionalità o accedere in anteprima ai nuovi servizi che Google sta sviluppando.

Trovare un parcheggio disponibile (e ricordarsi dov'è l'auto)

Da tempo, Google Maps è diventato un ottimo compagno di viaggio anche nel momento in cui è necessario trovare parcheggio. Basta digitare, nel campo di ricerca, la keyword giusta per vedere comparire sullo schermo del proprio smartphone – o media center con Google Auto – i parcheggi, pubblici e privati, più vicini alla nostra posizione. Un'informazione, però, che non sempre era di grande aiuto: poteva capitare, infatti, di arrivare a destinazione e non riuscire a trovare nessun parcheggio libero.

 

Difficoltà parcheggio Google Maps

Sfruttando i dati in arrivo dagli utenti e "macinandoli" con algoritmi ad hoc, Google Maps è in grado di indicare se nella zona verso la quale ci stiamo dirigendo ci siano o meno parcheggi liberi. Il tutto senza che l'utente debba compiere azioni particolari: basterà effettuare una semplice ricerca per visualizzare una piccola icona (una "p" inscritta in un cerchio) nella card del risultato scelto. A seconda del colore dell'icona (verde, giallo e rosso), l'utente potrà così scoprire quali siano le possibilità di parcheggiare una volta arrivato a destinazione.

E se siete abbastanza fortunati da trovare un posto dove lasciare l'auto, non dovrete neanche più preoccuparvi di ricordare dove è. Una volta scesi dall'abitacolo basterà premere sul tondino azzurro (quello che indica la nostra posizione, per intenderci) e premere sulla voce "Salva come posizione del parcheggio". Terminata la nostra passeggiata, sarà Google Maps stesso a chiederci se vogliamo ricevere le indicazioni per tornare direttamente alla nostra automobile.

Porre domande ai commercianti

 

Dalle schede delle attività commerciali è possibile porre domande ai gestori

Il numero di attività commerciali presenti su Google Maps è in continua crescita. Grazie alle schede dei vari locali, gli utenti possono scoprire dove si trovano, leggere recensioni e ottenere informazioni sul menu, orari di apertura e dati di contatto. Inoltre, da qualche tempo a questa parte, gli utenti possono porre anche delle domande, così da poter ottenere chiarimenti e delucidazioni su qualunque aspetto (dai giorni di apertura alla disponibilità di cibo per celiaci o accessi facilitati per portatori di handicap, ad esempio).

Tracciare gli amici con Google Maps

 

 

Avete appuntamento con i vostri amici ma volete esser certi di sapere se stanno arrivando? Basterà chiedere loro di condividere la posizione su Google Maps e potrete così seguire in diretta i loro spostamenti semplicemente visualizzando l'app di cartografia digitale di Big G. La funzionalità si attiva dal menu delle impostazioni dell'app e l'utente può decidere per quanto tempo condividere la propria posizione (da 15 minuti a 3 giorni, ma può interrompere manualmente in qualunque momento). Una volta terminata la configurazione, si riceverà un link da condividere con amici e conoscenti su WhatsApp, Messenger o qualunque altra app di messaggistica istantanea.

Scoprire gli orari dei trasporti locali

Programmare un viaggio con Google Maps è più semplice di quanto si possa pensare. Il navigatore di Big G offre indicazioni su quale sia la strada più veloce da seguire per giungere a destinazione non solo in auto o a piedi, ma anche viaggiando con i mezzi pubblici. In questo modo ci si potrà spostare in una qualunque grande città del mondo come se si fosse un "locale": si conosceranno all'istante gli orari degli autobus e della metro, si potrà scoprire se il mezzo sta arrivando o se è in ritardo e si potranno programmare spostamenti da una parte all'altra della città facendo affidamento sulla rete del trasporto pubblico locale.

 

4 dicembre 2017

Copyright © CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Autorizzo il trattamento dei dati di contatto per l’iscrizione alla newsletter e per la ricezione di mail di carattere informativo e commerciale. Informativa e condizioni di utilizzo.
TAGS: #google maps #trucchi #android #ios

© Fastweb SpA 2018 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.