Fastweb

Cosa sono vacanze digital detox

I cartelli stradali high-tech rilevano l'uso del cellulare alla guida Web & Digital #sicurezza #guida I cartelli stradali high-tech rilevano l'uso del cellulare alla guida Una nuova tecnologia che individua i conducenti che usano il telefono alla guida e li avvisa tramite un cartello stradale
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Cosa sono vacanze digital detox FASTWEB S.p.A.
Digital detox
Web & Digital
Per mettere fine all'indigestione di smartphone, social e chat non c'è niente di meglio che una vacanza a contatto con la natura, senza telefonino o altri dispositivi digitali

Tra lavoro, chat con gli amici, chiamate con i familiari e interazioni varie sui social network, smartphone e computer sono diventati parte integrante della nostra quotidianità. Con essi, la vita di tutti noi ha assunto anche una dimensione digitale: si pensi, per l'appunto, ai profili sui vari social network, alle caselle di posta elettronica e ai vari sistemi di identificazione online che danno accesso a quella che è definita come la nostra identità digitale online.

A volte, però, si rischia di esagerare e arrivare a sostituire o sovrapporre la vita "reale" con quella digitale. Tra le tante cause di questo fenomeno troviamo, ovviamente, l'eccessivo utilizzo di dispositivi digitali (i già citati PC e smartphone, ma anche tablet, console e smartwatch rientrano in questa categoria). In casi come questi, come c'è bisogno di disintossicarsi, mettendo da parte smartphone, computer e vita digitale per riappropriarsi della realtà che ci circonda.

Intossicazione digitale

Secondo diverse ricerche condotte negli Stati Uniti, un utente medio arriva a controllare lo smartphone fino a 2.700 volte al giorno, cifra che raddoppia se si prende in analisi il caso di un utente "forte". Dalle stesse indagini emerge che andiamo a dormire con lo smartphone tra le mani e, non appena svegli (nell'arco di cinque minuti al massimo) siamo già pronti a tornare operativi sul web rispondendo ai messaggi notturni, controllando social e casella di posta elettronica.

 

Smartphone con lucchetto

Un utilizzo smodato dei dispositivi digitali che ha portato allo sviluppo di alcune "particolari" sindromi. Molti, ad esempio, sono affetti dalla cosiddetta sindrome da vibrazione fantasma, che ci fa avvertire la vibrazione dello smartphone – vuoi per una notifica o per una chiamata – anche se non è mai avvenuta. Non tanto diverso è la FOMO (Fear of missing out, "paura di essere tagliato fuori" in italiano), che ci porta a controllare lo smartphone in maniera continua nel timore di perdere un aggiornamento di status sui social o di non essere tra i primi a commentare un post o una notizia. Insomma, sintomi di una vera e propria intossicazione digitale.

Che cos'è il digital detox

Per questo motivo si parla sempre più spesso di digital detox, pratica nata negli Stati Uniti per curarsi dall'overload comunicativo e dall'intossicazione digitale di cui siamo (in parte) vittime. Come accade per i periodi di dieta disintossicanti al termine di festività particolarmente mangerecce, il digital detox nasce per aiutarci a distaccarci dai dispositivi digitali, dai profili social, dalle app di messaggistica istantanea e tutti gli altri elementi "moderni" che, in qualche maniera, ci tengono legati allo schermo.

Diversi i consigli per mettere in atto il digital detox: si va dallo spegnere, per un periodo piuttosto lungo, tutti i dispositivi digitali al richiedere l'aiuto e il supporto di uno specialista – solitamente uno psicologo – che ci consentirà di rimetterci sulla "giusta strada" della vita analogica.

 

In vacanza mettete smartphone e tablet da parte

Cosa sono e come funzionano le vacanze digital detox

L'ultima tendenza di settore, però, è un'altra: quella delle vacanze digital detox. Come lascia intendere il nome, si tratta di periodi di vacanza da trascorrere in mete "selvagge", a diretto contatto con la natura. E, ovviamente, senza connessione Internet, computer, smartphone e quant'altro abbia una sembianza di digitale. Le vacanze digital detox sono paragonabili a un periodo di riabilitazione trascorso in mezzo al verde (o in un vecchio borgo medievale "dimenticato dal mondo") anziché in una clinica o centro di recupero. E il bello è che non è necessario allontanarsi molto per trovare mete vacanze digital detox: diversi piccoli centri in Italia propongono periodi di riposo lontano da qualunque device digitale o hi-tech.

Come funzionano le vacane digital detox? Niente di più semplice: l'elemento fondamentale, infatti, è la forza di volontà. Una volta individuata la meta, si dovrà cercare di lasciare a casa computer, smartphone, tablet e wearable di ogni sorta. Solo in questo modo si riuscirà effettivamente a distaccarsi dai propri dispositivi digitali e disintossicarsi dalla tecnologia una volta per tutte.

25 dicembre 2017

copyright CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #digital detox #guida

© Fastweb SpA 2018 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.