Fastweb

Turismo spaziale, quanto costa viaggiare nello spazio

Earthnow Web & Digital #satelliti #spacex Earthnow, l'azienda che vuole registrare la Terra dallo spazio Una flotta di 500 satelliti per realizzare servizi in streaming per poter guardare le immagini via satellite in tempo reale, ecco che cos'è il progetto Earthnow, finanziato tra gli altri anche da Bill Gates, e come funziona
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Turismo spaziale, quanto costa viaggiare nello spazio FASTWEB S.p.A.
Il nuovo razzo Blue Origin
Web & Digital
Diverse aziende come Blue Origin di Jeff Bezos o Space X stanno investendo molto nei viaggi nello spazio aperti a tutti, ecco come saranno le vacanze spaziali in assenza di gravita

Avete paura di viaggiare in aereo o degli spostamenti di lunghe distanze? Allora le vacanze del futuro forse non fanno al vostro caso. Stiamo infatti per avvicinarci definitivamente nell'epoca del turismo spaziale. Andare a fare un giro nello spazio presto diventerà naturale come passare le estati in Salento o andare a sciare a Cortina per la settimana bianca invernale. Se fino ad oggi i viaggi nello spazio sono stati possibili solo per astronauti altamente preparati e allenati fisicamente, con lo sviluppo di nuovi mezzi per gli spostamenti anche al di fuori dell'atmosfera terrestre tutti potremo regalarci una gita molto "fuori porta".

Sono già tantissime le aziende che hanno investito nel turismo spaziale. Tra queste, ad esempio, troviamo Blue Origin di Jeff Bezos, SpaceX di Elon Musk e Virgin Galactic di Richard Branson. I primi viaggi nello spazio saranno più una "passeggiata" in orbita all'interno di una navicella spaziale. E non immaginiamoci nemmeno lunghi soggiorni nello spazio. Almeno inizialmente, i viaggi spaziali dureranno circa 10-15 minuti e la distanza percorsa sarà di circa 100 chilometri. Si parte dunque da una delle tante stazioni di controllo che verranno realizzate in giro per il mondo, si sale fino a 100 chilometri di altezza, ci si gode la sensazione di assenza di gravità e lo spettacolo della terra vista dall'alto, e poi si rientra in sicurezza.

 

 

Non tutte le aziende, ovviamente, sullo stesso target di utenti: oltre al turismo spaziale, ad esempio, SpaceX si sta specializzando come "corriere spaziale", trasportando in orbita satelliti, macchinari e rifornimenti verso la stazione spaziale internazionale. Blue Origin invece vuole concentrare i suoi sforzi principalmente su pacchetti di viaggio in ottica turismo spaziale di lusso.

Come funzionano i viaggi spaziali

Jeff Bezos, fondatore di Amazon e anche di Blue Origin, conta di fare il primo viaggio spaziale con normali "turisti" (e non astronauti, per intendersi) nel giro di un anno. Ma come saranno questi viaggi spaziali? Iniziamo con la navicella. Si tratta di una singola navetta con una capsula che può contenere fino a un massimo di 6 passeggeri. Una volta saliti a quota 100 chilometri dal suolo terrestre si potrà godere di quattro minuti in totale assenza di gravità e poi si tornerà a terra. La durata totale di questi primi viaggi spaziali, come già detto, sarà di soli 10-15 minuti.

 

 

Nella capsula saremo legati e non avremo libertà di muoverci: questo significa niente foto da scattare per condividerle su Instagram. Ma non dobbiamo preoccuparci perché Jeff Bezos ha pensato anche a questo. Tutte le navicelle Blue Origin sono dotate di telecamere che riprendono la nostra postazione per immortalare il nostro volto e le nostre emozioni e alla fine del viaggio verrà realizzato un book di foto e video personalizzati che unirà le riprese esterne e quelle interne per poter conservare o condividere sui social media l'esperienza.

 

 

Mentre saremo all'interno delle navicelle potremo godere dello spettacolo esterno grazie a sei oblo posti ognuno di fronte a un seggiolino. I seggiolini saranno disposti in maniera circolare in modo tale anche da parlare e condividere emozioni con gli altri passeggeri e amici a bordo. Ogni postazione per evitare posizioni scorrette e fastidi durante il viaggio sarà inclinata di 70 gradi. Una curiosità: bisogna usare il bagno prima della partenza perché nella navicella non c'è una toilette. Ci si potrà sganciare dalle postazioni solo per i quattro minuti di assenza di gravità. Il resto del viaggio sarà fatto legati alla postazione di partenza.

Atterraggio e partenza, ecco come saranno i viaggi spaziali

La maggior parte degli utenti, specie quelli che hanno un po' di paura di volare o delle altezze, a questo punto si staranno già chiedendo come sarà viaggiare con queste navicelle pensate per il turismo spaziale. Stando agli esperti di viaggi nello spazio dell'Università della Florida la partenza con le navicelle sarà abbastanza tranquilla. Un po' come salire su una giostra o un otto volante gigantesco. Discorso diverso per il rientro. L'atterraggio infatti avverrà in caduta libera coadiuvato da una serie di paracadute. Per chi non è abituato a questa sensazione si tratterà di un'emozione molto forte e impattante. Un'emozione che non piacerà a tutti.

 

 

Viaggi spaziali: pericoli per la salute umana

Secondo gli esperti dell'Università della Florida non ci saranno grandi effetti sulla salute delle persone che faranno questi viaggi. I soli quattro minuti in assenza di gravità non avranno un effetto così impattante sul corpo umano. Non ci sarà dunque bisogno dei lunghi allenamenti che svolgono gli astronauti durante i lunghi viaggi nello spazio. Il pericolo maggiore sarà legato alla nausea. A causa dell'assenza di gravita e dell'impeto della partenza e atterraggio i viaggiatori potrebbero avere dei problemi temporanei al sistema vestibolare, ossia il piccolo organo di equilibrio dell'orecchio interno. Questo può causare vertigini, vomiti, nausea. In pratica una sensazione molto simile al mal di mare o al mal di auto.

 

Un manichino usato in un viaggio di prova

 

Quanto costa viaggiare nello spazio

Se raggiungere i requisiti fisici per partire per una vacanza nello spazio dunque non sarà un problema il discorso cambia sul prezzo. Non tutti potremo permetterci il turismo spaziale. Almeno non per i primi anni di viaggi in orbita. Stando alle prime indiscrezioni emerse da SpaceX e BlueOrigin il prezzo base per un viaggio sarà di circa 250mila euro. Una cifra che non tutti potranno spendere per una vacanza di 15 minuti, anche se in assenza di gravità.

 

1 ottobre 2018

copyright CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #spacex #amazon #jeff bezos #blue origin #elon musk

© Fastweb SpA 2018 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.