%MAINIMGALT%

ProtonMail, cos'è e come funziona

Servizio di posta elettronica sviluppato da quattro ricercatori del Cern, assicura al massima sicurezza e privacy grazie all'utilizzo di chiavi crittografate
ProtonMail, cos'è e come funziona FASTWEB S.p.A.

In un mondo sempre più interconnesso grazie alle nuove tecnologie e allo sviluppo dei device portatili, l'email ha assunto un ruolo da protagonista. Ogni giorno se ne inviano a miliardi: secondo l'ultimo report della società di analisi Radicati, gli internauti scambiano quotidianamente oltre 200 miliardi di messaggi di posta elettronica (116 miliardi di messaggi per motivi di lavoro, 89 miliardi per motivi personali). Nonostante la mole di comunicazioni prodotte e l'utilizzo massiccio da parte di qualunque tipo di utenza, la posta elettronica accusa ancora oggi diversi problemi legati alla difesa della privacy degli utenti: come dimostra lo scandalo Datagate, la posta elettronica è stata spesso e volentieri utilizzata per carpire illegittimamente informazioni sugli internauti di tutto il mondo.

 

 

Per tentare di porre rimedio a questa situazione, quattro ricercatori del Cern (Conseil Européen pour la Recherche Nucléaire, "Consiglio europeo per la ricerca nucleare") di Ginevra hanno sviluppato ProtonMail, un servizio di posta elettronica che garantisce la privacy degli utenti utilizzando un particolare sistema di cifratura chiamato end-to-end.

Come funziona

Gli iscritti al servizio sono già più di cinquecento mila e la startup ha raccolto oltre due milioni di euro di finanziamenti privati e pubblici, tutti reinvestiti nel progetto. L'iscrizione a ProtonMail è completamente gratuita, ma nel caso si avesse bisogno di maggior spazio di archiviazione per i propri messaggi in ingresso e uscita si può decidere di espanderlo al costo di cinque dollari al mese.

 

ProtonMail

 

L'utilizzo della casella di posta elettronica non richiede alcuna particolare abilità informatica: il client di gestione è simile a quello utilizzato da altri servizi di email (come Gmail e Outlook, ad esempio), intuitivo e semplice da utilizzare sin dal primo accesso. Al momento dell'iscrizione a ProtonMail sarà necessario inserire due password: la prima per accedere al proprio account, la seconda, invece, fungerà da chiave di sblocco per poter leggere in chiaro i messaggi di posta crittografati.

Utilizzando ProtonMail, tutti i messaggi di posta elettronica potranno essere crittografati e quindi illeggibili agli occhi di qualche hacker o spione digitale. Nel caso in cui si scambino dei messaggi con un altro utente ProtonMail, il sistema genererà automaticamente le chiavi di cifratura RSA; nel caso in cui si invii un messaggio a un utente fuori dal recinto ProtonMail, invece, si avranno due possibilità. Si potrà decidere di comunicare in chiaro, senza avvalersi del servizio crittografico studiato dai ricercatori svizzeri; oppure cifrare l'email con una password concordata con il destinatario. In questo ultimo caso, il messaggio sarà accessibile sul portale ProtonMail inserendo la password concordata in precedenza.

 

ProtonMail

 

Per garantire standard di sicurezza e privacy ancora più elevati, i messaggi archiviati saranno eliminati automaticamente a scadenze prestabilite.

Al sicuro sulle Alpi

I server di ProtonMail sono tutti localizzati in Svizzera, come d'altronde la sede della start-up. Le leggi svizzere in campo della privacy sono molto stringenti e ciò impedisce alle organizzazioni mondiali di chiedere i permessi per intercettare i messaggi inviati. Inoltre, nel caso in cui qualcuno riesca a penetrare nei server di posta, non riuscirebbe ugualmente a leggere i contenuti delle mail, dal momento che le password sono salvate e conservate all'interno degli hard disk degli utenti.

 

ProtonMail

 

Il futuro

La startup ginevrina, però, non è l'unica a muoversi in questa direzione. Anche i big del settore dell'alta tecnologia si stanno adoperando per offrire ai propri utenti servizi con alti standard di sicurezza e privacy. Ne è un esempio Google, che ha recentemente rilasciato l'estensione per Chrome "End-to-end". Grazie a questo software, gli utenti saranno in grado di inviare email crittografate utilizzando la loro casella di posta elettronica Gmail.

Copyright © CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: cosa c'è da sapere
Scarica subito l'eBook gratuito e scopri cosa bisogna assolutamente sapere per proteggere i propri dispositivi e i propri dati quando si utilizza la Rete
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail