Fastweb

Oltre Wikipedia, i wiki più strani della Rete

Decorazioni per l'albero di Natale fai da te Web & Digital #natale 2018 #web Albero di Natatale fai da te, le idee del web Avete qualche ora libera durante le festività natalizie e non sapete come trascorrerla? Ecco alcune idee originali per albero e addobbi natalizi
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Oltre Wikipedia, i wiki più strani della Rete FASTWEB S.p.A.
Wiki
Web & Digital
Non solo Wikipedia. Il CMS Wiki è utilizzato per creare siti e portali di ogni tipo, alcuni anche sui generis. Ecco i più strani che è possibile trovare online

Tutti conoscono cosa sia Wikipedia. L'enciclopedia libera creata da Jimmy “Jimbo” Wales è tra i siti web più visitati al mondo (al sesto posto dell'Alexa Rank per traffico generato) e accostata, per affidabilità e accuratezza degli articoli, alla famosissima Enciclopedia Britannica. Buona parte della fortuna di questa enciclopedia virtuale è dovuta a Wiki, la piattaforma software utilizzata per la gestione del portale e dell'infrastruttura degli articoli che permette a tutti gli utenti di collaborare nella stesura di nuovi lemmi e nel modificare quelli già esistenti.

Cos'è Wiki

Creato sul finire degli anni '90 negli Stati Uniti, Wiki (parola proveniente dalla lingua indigena hawainaa, significante “rapido”, “molto veloce”) è un CMS (Content Managment System) che permette agli utenti iscritti di aggiungere, modificare ed eliminare contenuti mediante un editor di test web based. Si tratta, in altre parole, di una raccolta di documenti ipertestuali che fa leva sullo spirito collaborativo degli utenti per la creazione e gestione dei contenuti. Tutte le modifiche e le aggiunte sono registrate in una cronologia che, in caso di necessità, permette di ripristinare il testo a una versione precedente (rollback). Lo scopo primario di Wiki è, quindi, quello di condividere, scambiare, immagazzinare e ottimizzare le informazioni in modo collaborativo.

L'esempio più celebre di un Wiki è, per l'appunto, Wikipedia. Ma nel web ne esistono a centinaia: molte software house, ad esempio, utilizzano questo CMS per la creazione di guide e manuali d'utilizzo dei loro prodotti; in altri casi, invece, è utilizzato per creare “enciclopedie alternative” o siti satirici.

I Wiki più strani della Rete

Alcuni Wiki si segnalano per la loro estrosità: dalla raccolta dedicata ai piedi dei VIP sino ad arrivare all'enciclopedia “complottistica”, ecco tutti gli esempi di emuli di Wikipedia piuttosto sui generis.

  • WikiFeet. Modelle, presentatrici TV, attrici e volti noti dello spettacolo finiscono, spesso e volentieri, sotto l'occhio attento dei fan per il loro aspetto fisico, per le loro “forme”, per il colore degli occhi, il taglio di capelli e tutto quanto possa riguardare il loro aspetto fisico. Alcuni, ad esempio, concentrano le proprie attenzioni sui piedi dei VIP, raccogliendo descrizioni, foto e video su WikiFeet, “enciclopedia” online e collaborativa dedicata a questo particolare foto. Oltre ad aggiungere, modificare ed eliminare voci, gli utenti possono anche votare le foto e i video migliori, creando una sorta di graduatoria per il piede più bello del reame

 

WikiFeet

 

  • Furry fandom. Online la parola furry indica tutte quelle persone interessate e attratte (anche sotto il punto di vista sessuale) da persone travestite da animali dotati di pelliccia. Immancabile, quindi, un'enciclopedia – Wikifur – che raccogliesse informazioni e articoli sull'argomento

 

Nonciclopedia

 

  • Nonciclopedia. Versione satirica e alternativa di Wikipedia, Nonciclopedia raccoglie articoli, voci e lemmi riferiti a fatti o persone realmente esistenti, ma trattate da un punto di vista a dir poco singolare

  • Parapedia. Il paranormale è uno degli argomenti più in voga online. Un wiki contenente storie e racconti su fantasmi, presenze spiritiche e quant'altro riguarda il paranormale (con tanto di contenuti multimediali) non poteva essere assente dal web:

  • Orchi, gnomi & co. Orchi, razze aliene, gnomi della foresta, antichi cavalieri e molto altro. Su Fictional Races sarà possibile trovare informazioni su tutti gli essere immaginari che popolano la letteratura e la filmografia della cultura popolare

 

Il wiki di Fictional Races

 

  • Sandwich. I contenuti non sono moltissimi, ma sufficienti agli amanti dei panini farciti per scoprire ricette sempre nuove e gustose per preparare sandwich ogni giorno

  • Cospirazioni e complotti. Il complottismo è una delle maggiori tendenze del web: online si contano decine di siti e di sedicenti esperti pronti a svelare presunti misteri. Il wiki Conspiracy, con le sue 180 pagine, ha lo scopo di raccogliere i racconti e le testimonianze di macchinazioni che (stando al sottotitolo del portale stesso) “loro” non vogliono farvi conoscere

Copyright © CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #wikipedia #cms #web

© Fastweb SpA 2018 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.