Fastweb

Notizie false, come riconoscerle sui social network

Facebook integrerà Whatsapp, Instagram e Messenger Social #facebook #whatsapp Facebook integrerà Whatsapp, Instagram e Messenger L'unione rigurada i tre colossi che insieme includono più di 2,5 miliardi di utenti
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Notizie false, come riconoscerle sui social network FASTWEB S.p.A.
come riconoscere fake news
Web & Digital
Le fake news sono un problema che negli ultimi anni ha messo in grave difficoltà le organizzazioni politiche e l'informazione di qualità. Eco alcuni consigli su come riconoscere le notizie false

I quotidiani e le riviste online utilizzano i social network per lanciare le notizie e per aumentare il numero dei lettori. Grazie alla possibilità di commentare i vari post si riesce a creare una community e a fidelizzare gli utenti creando un dibattito che può essere più o meno acceso. Discutere sulle notizie di cronaca o di politica nazionale e internazionale è il segreto di ogni democrazia sana, e i social network non fanno altro che offrire una piattaforma gratuita dove ognuno può esprimere il proprio pensiero. Il vero problema inizia a sorgere quando le notizie che gli utenti (e quindi le persone) iniziano a condividere e a commentare sono palesemente false. Le fake news sono il problema più importante che piattaforme come Facebook, Twitter e Google+ devono affrontare al più presto. Le elezioni statunitensi hanno dimostrato che le notizie false possono spostare voti importanti e influire sulla vittoria finale.

 

fake news

 

Il problema principale è riuscire a riconoscere una notizia falsa da una vera. Nonostante Mark Zuckerberg abbia assicurato che solamente l'1% delle notizie postate su Facebook siano delle bufale, la realtà potrebbe essere ben diversa. L'azienda di Menlo Park ha assicurato che sta lavorando per riuscire a filtrare le notizie vere da quelle palesemente false, chiedendo anche l'aiuto degli utenti per il fact checking. Il ruolo degli utenti è sempre più importante per riuscire a mettere un freno al dilagare delle fake news. Il vero problema è che esistono aziende che producono delle notizie verosimili che la maggior parte degli utenti non riesce a riconoscere. Le centrali che producono fake news sono un problema per l'informazione di qualità e mettono in pericolo la nostra democrazia.

Per riuscire a debellare il problema, oltre al lavoro che stanno compiendo le piattaforme social per riuscire a mettere un freno alla pubblicazione di fake news, che in molti casi infangano l'immagine di esponenti politici o di persone del mondo dello spettacolo, è necessario che gli utenti riescano autonomamente a riconoscere una notizia falsa da una vera. In molti casi è complicato, ma basta un po' di attenzione per capire se la fonte che ha pubblicato la notizia può essere più o meno attendibile. Se non sapete cosa fare per riconoscere una fake news, ecco alcuni consigli molto utili da utilizzare su Facebook, Twitter e Google+.

Controllare il nome del dominio

 

dominio fake news

 

Il primo controllo da fare per capire se una notizia è più o meno vera è il nome del dominio. Le fabbriche di fake news solitamente cercano di registrare dei siti web con nomi molto simili a quelli dei giornali cartacei. In alcuni casi cambia solamente una lettera o alcune parole sono invertite. Se un utente non è molto attento basta veramente poco per cliccare sul post e leggere una notizia palesemente falsa che può far cambiare idea alla persona. Quindi, prima di cliccare su un link, assicuratevi che il dominio sia affidabile.

Leggere il titolo

 

consigli combattere fake news

 

Il secondo consiglio da seguire riguarda il titolo. Solitamente nelle fake news viene utilizzato un titolo molto enfatico che porta l'utente a cliccare. In gergo questa tecnica viene definita click baiting e sono molte le aziende che la utilizzano per aumentare il numero di lettori. Le notizie false, solitamente, si riconoscono dal titolo: in primis perché palesemente non veritiero, in secondo perché si utilizza una formattazione differente rispetto al normale. Ad esempio viene usato il maiuscolo per attirare visivamente l'utente e poi si utilizzano delle locuzioni del tipo "+++ ULTIM'ORA +++ Quello che è appena successo è incredibile. Cambia tutto", con la foto dell'esponente politico di turno o del personaggio della tv in lacrime o affranto. In altri casi invece, nel titolo ci sono degli errori grammaticali: in questi casi non bisognerà leggere la notizia per capire che è falsa.

Fare una ricerca sui motori di ricerca

Se si legge una notizia sui social network che attira la propria attenzione, ma non si è sicuri della veridicità, la prima cosa da fare è cercarla sui motori di ricerca. Solitamente basterà scrivere il tiolo della notizia e subito si capirà se è attendibile. Infatti, esistono alcuni siti anti-bufale che avvertono gli utenti sulla falsità della notizia: basta fare un fact checking veloce e si capirà se la news è vera.

 

fake news controllare motori di ricerca

 

Fact checking

Il fact checking è una vera e propria arte: per questo motivo è necessario affidarsi a dei professionisti specializzati. Sono diversi i siti presenti su Internet che permettono di capire immediatamente se una notizia è vera oppure o falsa. Uno dei più aggiornati è www.bufale.net che offre una panoramica su tutte le fake news dell'ultima ora.

Cancellare gli account ce postano notizie false dal proprio account

Per fermare il problema delle fake news è necessaria una vera e propria lotta. E i primi a "combattere" sul campo di battaglia devono essere le piattaforme social. Fortunatamente sia Facebook sa Twitter offrono degli strumenti per cancellare dal proprio News Feed le notizie dei siti palesemente falsi. Sulla piattaforma di Mark Zuckerberg è possibile nascondere i post delle persone a cui purtroppo non si può togliere l'amicizia. Se continuano a postare contenuti palesemente falsi, basterà premer sull'icona a forma di apice presente in alto a destra sul post e poi cliccare su "Non seguire più" seguito dal nome della persona o della pagina. Su Twitter, invece, è molto più semplice: basterà non seguire più l'utente e si taglierà il problema alla radice.

 

propaganda fake news

 

Firmare la petizione

È stata lanciata una petizione online che permette di firmare un appello per mettere un freno alle notizie false e migliorare la qualità dell'informazione. La petizione ha riscosso un buon successo ed è stata firmata da personaggi dello spettacolo e dello sport. Il sito da visitare per firmare la petizione è http://www.bastabufale.it/

Copyright © CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #fake news #notizie false #social network #facebook

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.