abitazione costruita con stampante 3D

Robot e stampanti 3D al posto di muratori e carpentieri

Stampanti 3D e robot stanno per rivoluzionare il mondo dell'edilizia, in futuro i macchinari costruiranno le nostre case e i mobili per i nostri arredamenti in poco tempo e a basso costo
Robot e stampanti 3D al posto di muratori e carpentieri FASTWEB S.p.A.

Uno dei grandi incubi di chi cerca o compra casa sono i lavori di muratura da fare nell'edificio. Spesso i tempi necessari per completare la ristrutturazione o la costruzione degli appartamenti si trasforma in un vero e proprio incubo per affittuari e compratori. In futuro però non dovremo più preoccuparci di rimodernare o costruire un'abitazione, a svolgere il lavoro a basso costo e rispettando i tempi di consegna saranno infatti i robot muratori. Sì avete letto bene, robot muratori: alcune aziende hanno già sviluppato una serie di macchinari autonomi che possono sostituire muratori e carpentieri in carne ed ossa.

Stampanti 3D in grado di realizzare mini-appartamenti economici da usare in caso di emergenza o nei luoghi più impervi del pianeta, robot in grado di realizzare arredi e infissi che si adattino alla perfezione ai nostri gusti e agli spazi della nostra casa e persino macchinari in grado di alzare muri e pareti tre volte più velocemente rispetto a dei muratori umani. È questa la rivoluzione che colpirà il mondo dell'edilizia nei prossimi anni. Nei cantieri, vicino ad architetti e ingegneri, sarà normalissimo vedere dei robot al lavoro per completare le opere murarie.

La più grande rivoluzione nelle costruzioni arriverà dalle stampanti 3D di ultima generazione che permetteranno di costruire con materiali ecologici, a basso costo ma molto resistenti, delle abitazioni dalle forme uniche e in grado di adattarsi a qualsiasi terreno su cui vengono costruite. In tutto questo che fine faranno gli umani? I muratori non verranno licenziati, serviranno per rifinire i dettagli e gli aspetti più creativi, guideranno la macchina e gestiranno i materiali per evitare gli sprechi.

L'edilizia e le stampanti 3D

 

 

Le stampanti 3D saranno la grande novità dell'edilizia nel prossimo decennio. In che modo? Esistono già dei prototipi di stampanti 3D in grado di realizzare un piccolo monolocale a un piano in sole 24 ore e al costo di 10.000 euro. Le stampanti 3D possono lavorare direttamente in loco in maniera tale che ogni parte stampata dell'appartamento venga assemblata rapidamente da un team di uomini. A cosa serviranno questi mini-appartamenti? Nell'idea iniziale lo scopo è quello di dare entro un giorno una casa a chi è stato sfollato o a chi ha perso la propria abitazione a causa di una tragedia naturale come terremoti o uragani. Ma le case stampate 3D verranno usate anche per aiutare l'emergenza dei flussi migratori e in alcuni paesi potrebbero sostituire i rifugi per senzatetto e le cosiddette case popolari. Al momento questa stampante 3D che fa piccoli appartamenti economici è stata progettata dall'azienda Apis Cor e i materiali usati per soffitti, muri e pavimenti sono stati stampati con una speciale miscela a base di cemento. In futuro però le stampanti 3D verranno usate anche per stampare case di lusso, e non solo per abitazioni d'emergenza, che i proprietari realizzeranno interamente nel disegno aiutati da un team di esperti e dando ampio sfogo alla propria creatività.

Sam, il robot muratore

 

 

Non sappiamo se Sam metta una svegli all'alba e vada in cantiere con il pranzo preparato dalla moglie la sera prima. Quello che sappiamo è che Sam è il muratore più efficiente che esista al mondo, ed è anche un robot. Sam non è altro che un macchinario dotato di intelligenza artificiale e con un grande braccio meccanico di precisione che può impilare mattoni a una velocità tre volte superiore a un qualsiasi essere umano. Sam ha un grande serbatoio che produce costantemente cemento e in una sola giornata di lavoro riesce a impilare alla perfezione tra gli 800 e i 1.200 mattoni. Non male se consideriamo che in media un muratore in carne ed ossa riesce a realizzare un muro di circa 300-400 mattoni in una giornata di lavoro. Nonostante la sua evidente superiorità Sam lavora tranquillamente con i suoi amici muratori umani che lo aiutano a ridurre gli sprechi raccogliendo il cemento in eccesso. Il robot muratore è costruito dall'azienda Construction Robotics e se state pensando di comprarlo per la vostra impresa edile sappiate che serve circa mezzo milione di dollari.

AutoSaw il falegname robot che costruisce i vostri arredi

 

 

I robot non rivoluzioneranno solo la costruzione degli esterni della nostra casa ma anche quella di interni e arredi. Come? Per esempio, con il robot falegname AutoSaw. Gli scienziati del Computer Science and Artificial Intelligence Laboratory (CSAIL) del MIT hanno infatti sviluppato un macchinario in grado di realizzare mobili e accessori per la casa partendo dai nostri gusti e desideri e analizzando gli spazi presenti all'interno della nostra abitazione. Come si usa AutoSaw? Una volta accesso il robot accederemo a un modello di progettazione, troveremo mobili, letti e credenze già pronte e potremo realizzarle direttamente oppure modificarle in base a misure e gusti d'arredo. Il robot una volta salvato il progetto inizia a raccogliere il legname con delle pinze e guidato da due laser di tracciamento inizia a lavorare il materiale per trasformarlo nel nostro mobile di casa. Dopo che tutte le parti sono state tagliate, il computer guida l'utente attraverso il processo di assemblaggio per creare il prodotto finito.

 

25 agosto 2018

 

Copyright CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail