Un rametto di mimosa, la pianta simbolo della Festa della Donna

8 marzo, il racconto del web e dei social network

Oggi la Festa della donna, anche il web e i social network celebrano adeguatamente l’8 marzo
8 marzo, il racconto del web e dei social network FASTWEB S.p.A.

Ricordare le lotte e le conquiste sociali ed economiche, ma anche le discriminazioni e le violenze di cui troppe donne, ieri come oggi, sono ancora vittime. È questo il significato più profondo della Giornata internazionale della donna, più comunemente conosciuta come Festa della Donna. A più di un secolo dalle prime manifestazioni, che si tennero negli Stati Uniti nel 1908. (in Italia bisogna attendere il 12 marzo del 1922), gli episodi di cronaca e le statistiche mettono in evidenza come esista ancora un’emergenza in rosa. Eppure dall’8 marzo 1917, giorno in cui migliaia di donne manifestarono nella strade di San Pietroburgo per rivendicare la fine della I Guerra mondiale, il percorso compiuto verso una reale parità di genere è stato lungo e faticoso.

“A modern progressive world needs equality”. Tradotto? Un mondo moderno e progressista ha bisogno di uguaglianza. È questo lo slogan che campeggia sulla homepage dell’International Women’s Day, il sito ufficiale della Festa della Donna. Eventi e iniziative previste oggi, 8 marzo 2013, ma anche testimonianze, notizie, risorse e una presenza forte e costante sui social network. Perché nell’epoca matura del web 2.0 anche Facebook e Twitter possono fare la loro parte per contrastare le discriminazioni.

 

 

Su Facebook, a esempio, si possono trovare gli eventi organizzati in zona da ristoranti, discoteche e altri locali. Si passa dalle “solite” cene tra donne (con tanto di spettacolo hot a fine serata), all’aperitivo culturale, alla serata danzante: ce n’è davvero per tutti i gusti. Ma il social network di Mark Zuckerberg dà anche ampio spazio per eventi di natura politica e culturale. Come ad esempio “Stop the Violence: Festa della Donna”, il flash mob della lettura organizzato in Piazza della Signoria a Firenze. Senza trascurare l’hashtag lanciato dalla stessa International Women’s Day - #womensday – che permetterà di seguire gli eventi dell’8 marzo.

Sulla Rete viaggia anche la solidarietà. Groupon, attraverso il proprio sito web e il proprio profilo Twitter, ha lanciato l’iniziativa #direbasta. La campagna servirà a raccogliere fondi a favore dei centri antiviolenza gestiti dall’associazione D.i.Re – Donne in Rete contro la violenza. Chi vorrà potrà donare 3 euro all’associazione, per garantire che le strutture gestite continuino a restare aperte e funzionanti. Senza dimenticare la sensibilizzazione: l’invito a tutti gli internauti è dire basta alla violenza sulle donne.

E in questa occasione speciale il web può essere utile anche agli uomini. Chi volesse preparare una cena speciale per la propria moglie, per la propria ragazza o, perché no, anche per la mamma troverà in Rete molti validi alleati. A partire, ad esempio, dal sempre utile Giallo Zafferano, che per la serata dell’8 marzo propone un menu sul tema mimosa. Anche buttalapasta.it ha la sua proposta per la Festa della donna, con il giallo a farla da padrone in tutte le portate: dall’aperitivo sino ad arrivare ai dolci. Alice.tv, oltre a proporre piatti e menu per la serata, dà consigli anche su come preparare la tavola. Per una cena da ristorante stellato.

Immancabile anche il doodle di Google dedicato alla ricorrenza. Un mosaico di volti femminili di ogni nazionalità.

8 marzo 2013

 

Copyright CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail