Windows 10 su Mac

Installare Windows 10 su Mac con Boot Camp

Il nuovo sistema operativo Microsoft vale almeno una prova. Ecco come gli utenti Apple possono installarlo sui loro computer
Installare Windows 10 su Mac con Boot Camp FASTWEB S.p.A.

Con Windows 10, rilasciato ufficialmente il 29 luglio 2015, la casa di Redmond spera di convincere anche parte di questidegli utenti Mac a passare al nuovo OS Microsoft.  Ecco come testarlo con un Boot Camp.

 

Windows 10 su Mac

 

Boot Camp o virtualizzazione

Per testare Windows 10 su Mac si possono seguire due strade, entrambe piuttosto agevoli: creare una macchina virtuale all'interno della quale far girare Windows 10 oppure utilizzare Boot Camp, applicativo gratuito sviluppato da Apple che permette di partizionare il disco e installare un secondo sistema operativo sul computer in dual boot.

Nel primo caso, Windows 10 girerà su Mac come se fosse un normale programma e non un sistema operativo vero e proprio: l'utente potrà utilizzare contemporaneamente i due sistemi operativi. Quella della macchina virtuale è una soluzione a basso impatto: se il test non dovesse dare i risultati sperati, sarà sufficiente cancellare la virtual machine e tutto tornerà come prima.

Scegliendo Boot Camp, invece, si opta per una soluzione più radicale. L'applicativo creerà un'ulteriore partizione sul disco rigido del Mac all'interno della quale installare Windows 10. In questo modo si creerà un sistema informatico dual boot: sarà l'utente a scegliere se utilizzare Windows 10 oppure OS X all'avvio del computer. Boot Camp non permette di trasferire facilmente file tra i due sistemi operativi (i file system di Microsoft e Apple non sono compatibili tra loro) né di utilizzare simultaneamente Windows 10 e OS X, ma consentirà al sistema operativo della casa di Redmond di accedere senza filtri alla potenza di calcolo del Mac.

 

Installazione in corso

 

Installare Windows 10 su Mac con Boot Camp

Per molti, Boot Camp è la soluzione ideale in casi come questi: più economica e più semplice da mettere in atto, permette anche di testare Windows 10 senza limitazioni di potenza né altri filtri di questo genere. Prima di procedere, però, sarà necessario verificare che il proprio Mac risponda ai requisiti minimi di boot Camp: 2 gigabyte di RAM (almeno 4, però, sono consigliabili), più di 30 gigabyte di spazio sul disco rigido e una pennetta USB da almeno 16 gigabyte sulla quale creare una versione bootabile di Windows 10. Naturalmente, sarà necessaria anche una copia originale e completa del sistema operativo Microsoft.

Per prima cosa si dovrà avviare Assistente Boot Camp, applicativo che si trova nella cartella Utility delle Applicazioni di OS X. Boot Camp chiederà all'utente se vuole o meno realizzare una copia di backup del proprio sistema: scelta consigliata, così da poter correre facilmente ai ripari se qualcosa non dovesse andare per il verso giusto. Completata questa operazione preliminare, si potrà procedere con la creazione di un drive USB avviabile sul quale montare l'immagine di Windows 10. Anche se a parole sembra piuttosto complesso non c'è da preoccuparsi: si tratta di un'operazione automatica, che Boot Camp eseguirà in piena autonomia. Il processo, inoltre, è reso intuitivo dalle maschere della procedura guidata del programma Apple: anche un utente alle prime armi potrebbe installare Windows 10 sul proprio Mac senza grosse difficoltà.

 

Installare Windows 10 su Mac con Bootcamp

 

Terminata questa operazione, Boot Camp chiederà all'utente quanto spazio dell'hard disk dedicare a Windows 10. Si tratta di una scelta tutt'altro che banale: anche se una partizione da 30 gigabyte è sufficiente per installare il sistema operativo Microsoft, potrebbe non bastare per installare programmi aggiuntivi (come i videogames, ad esempio) o se si volesse utilizzare Windows 10 come sistema operativo principale.

 

Installare Windows 10 su Mac con Bootcamp

 

Scelta la grandezza della partizione, Boot Camp inizierà la procedura per creare un terreno fertile nel quale poter installare Windows 10: il Mac si riavvierà almeno un paio di volte, sino a quando l'utente non dovrà scegliere la partizione da destinare al sistema operativo Microsoft. Scegliere quella chiamata Boot Camp, formattarla con il file system NTFS e lanciare l'installazione di Windows 10: dopo aver inserito il numero di serie del prodotto, si dovrà solamente attendere che il sistema termini tutte le operazioni richieste.

 

Ripristinare OS X su Mac

 

Nel caso i test non dovessero dare le risposte attese, Boot Camp dà modo di tornare sui propri passi senza grossi grattacapi. Sarà sufficiente avviare nuovamente Assistente Boot Camp, selezionare l'opzione "Rimuovere Windows 7 o successivi" e seguire la procedura guidata. Nel giro di qualche minuto la partizione Windows sarà cancellata e l'intero spazio del disco rigido tornerà a essere utilizzabile da OS X.

copyright © CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail