Fastweb

SEO per YouTube: come aumentare visualizzazioni video

Santa Tracker di Google Web & Digital #google #natale Come seguire il tragitto di Babbo Natale con Google Seguire il tragitto di Babbo Natale e tante altre nuove funzionalità di Google per le feste natalizie
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
SEO per YouTube: come aumentare visualizzazioni video FASTWEB S.p.A.
YouTube
Web & Digital
Gestisci un canale YouTube e non sai perché i tuoi video non vengono visti da nessuno? Probabile che stai sbagliando strategia. Ecco una guida in 9 passi per ottimizzare il tuo canale

Se sei uno YouTuber, un videoblogger o semplicemente usi i video per arricchire i contenuti della tua strategia online, di sicuro ti sei fatto almeno una volta la fatidica domanda: come aumentare le visualizzazioni dei video su YouTube? La risposta non è semplice perché, come la ricerca su Google, anche YouTube è governato dai complessi algoritmi di Big G. E a Mountain View, come è noto, amano mischiare spesso le carte. Basta una minima variazione agli algoritmi per causare vertiginose salite, o discese, nel numero delle visualizzazioni dei nostri video pubblicati su YouTube.

Certo, esistono anche altre piattaforme dedicate ai video come Vimeo, ma il pubblico sta su YouTube ed è lì che devi conquistarlo. Ogni giorno vengono caricati e visti su YouTube milioni di nuovi video e YouTube rank tracker è uno degli strumenti comunemente usati per calcolare quanti milioni di ore di contenuti video vengono consumati ogni giorno dal pubblico. Numeri incredibili, quindi se vuoi lavorare con YouTube o usarlo nella tua strategia di marketing online devi fare sul serio perché lì fuori la concorrenza è agguerrita.

Ecco allora una sintetica guida in 9 punti su come aumentare le visualizzazioni dei tuoi video YouTube, puntando anche su alcuni fondamentali trucchi SEO per i video senza i quali non puoi competere con gli altri YouTuber.

 

Fare video per YouTube

 

Scegli l'argomento del video e fai una keyword research

Il primo trucco è anche quello più scontato: di cosa parla il tuo video? Quali parole chiave usano gli utenti per cercare i video su quell'argomento quando entrano su YouTube? Rispondi a queste domande e partirai col piede giusto. Trovare le giuste parole chiave, cioè fare una buona keyword research, è fondamentale. Ci sono molti strumenti professionali per farlo, come Seozoom e Semrush, ma se non li sai usare puoi anche fare una keyword research "fai da te":

  • Entra su YouTube e cerca quell'argomento come farebbe un utente qualsiasi
  • Presta attenzione ai suggerimenti che ti offre il motore di ricerca mentre digiti
  • Leggi i titoli dei video che ti vengono presentati per primi

Facendo questi passaggi puoi già estrapolare almeno le parole chiave principali per l'argomento scelto.

Ottimizza il nome del file del video

Quello che molti non tengono in conto è che YouTube (cioè Google) è molto intelligente, ma funziona pur sempre tramite algoritmi. Quindi siamo noi a dover dare a YouTube/Google le informazioni necessarie a fargli capire di cosa tratta il nostro video. A partire dal nome del file: se carichiamo su YouTube un file video chiamato XYZ.mp4 non stiamo dando a Google alcuna informazione utile a capire l'argomento trattato nel video. Al contrario, se scegliamo un nome file sintetico ma contenente le giuste keyword gli stiamo chiaramente dicendo che quando un utente cerca un video su quell'argomento, digitando una di quelle keyword, c'è anche il nostro video da vedere.

 

YouTube su PC e smartphone

 

Ottimizza la descrizione del video

La descrizione del video è un altro aspetto fondamentale: anche qui dovremo usare le giuste parole chiave per spiegare sia all'utente che all'algoritmo di cosa tratta il video. La descrizione personalizzata su YouTube può aiutare il tuo video ad apparire anche tra i risultati di ricerca di Google, nella tab "Video". Infine, nella descrizione puoi anche inserire alcune "call to action" per l'utente come "clicca mi piace" o "condividi questo video".

Usa un'anteprima personalizzata per i video

Il thumbnail è l'immagine di anteprima del tuo video e compare quando un utente cerca qualcosa su YouTube, ma viene visualizzata anche nella sezione Video delle ricerche su Google. Se non ne scegli una personalizzata sarà YouTube a sceglierla per te e, molto probabilmente, non sarà la scelta migliore. Puoi caricare diversi tipi di file come anteprima del tuo video: JPG, GIF, PNG e altri formati. L'importante è che l'immagine sia attraente, descrittiva del contenuto e che spinga l'utente a cliccare per vedere il tuo video.

Crea una strategia di link per i tuoi video

Ogni volta che qualcuno linka o inserisce il tuo video tramite il codice embed in un post di un blog, in un articolo o in qualsiasi altra pagina sul web sta dando a Google un segnale importante: quel video ha un valore, merita di essere visto. Allo stesso modo una pagina web con un video al suo interno è agli occhi di Google un contenuto più ricco e di maggior valore per l'utente, che può trovare le informazioni che cerca sia leggendo il testo che guardando il video. Per questo dovresti fare di tutto affinché i tuoi video vengano incorporati o linkati nelle pagine dei siti web.

Se gestisci personalmente dei siti o dei blog puoi incorporarli tu stesso, altrimenti puoi sottoporre i tuoi contenuti video ai proprietari di altri blog e siti con argomenti simili a quelli da te trattati. Scegli i siti migliori, pochi ma buoni, contatta via mail o tramite i social chi li gestisce e fagli sapere che su quell'argomento c'è anche il tuo video. Magari risponderanno in pochi, ma vale la pena di tentare.

 

Finire nel trending YouTube

 

Ma anche tu puoi inserire dei link nei tuoi video, soprattutto nella descrizione. È una cosa molto utile per gli utenti perché permette loro di approfondire l'argomento. Per questo Google apprezza la presenza di link nelle descrizioni dei video su YouTube. Ma che siano link a pagine web di valore, dove l'utente può realmente cercare le informazioni che sta cercando.

Qual è la durata giusta per i video?

La lunghezza dei video è importante, sia per gli utenti che per gli algoritmi di Google e YouTube, ma non c'è una durata ottimale standard.Un video molto lungo, diciamo oltre i 10 minuti, potrebbe scoraggiare l'utente che cerca informazioni al volo (la maggior parte) e catturare l'attenzione di chi vuole approfondire la sua conoscenza su un argomento specifico (la minoranza). Un video di meno di un minuto per Google ha pochissimo valore, perché difficilmente in così poco tempo riuscirai a dire cose utili per gli utenti.

Detto questo ci sono YouTuber che pubblicano video di oltre 20 minuti e hanno migliaia e migliaia di visualizzazioni, mentre altri che pubblicano video che durano 5-10 minuti (in teoria la lunghezza ottimale: né troppo, né troppo poco) e fanno pochissime visualizzazioni. Come fanno quelli che pubblicano video lunghi a fare tante views? Semplice: pubblicano video interessanti. Se il contenuto è buono, è chiaro ed è esposto in maniera facile da seguire allora l'utente resta sul video e se lo guarda tutto, fino alla fine.

Il tempo di permanenza sul video è un fattore importante per Google: significa che il tuo video è interessante e che l'utente è disposto a spendere il suo tempo per guardarlo. Quindi se riesci a fare video interessanti non ti devi preoccupare più di tanto della lunghezza.

 

Homepage YouTuber

 

Ottimizza il tuo canale YouTube

Pensa alla pagina del tuo canale YouTube come al tuo biglietto da visita. Fai di tutto affinché sia chiaro chi sei, che tipo di video fai, quali sono i tuoi argomenti. Usa una buona immagine di copertina e compila tutti i campi che YouTube ti mette a disposizione. Se hai un video di presentazione della tua attività usalo come video di apertura del canale. Se sei uno YouTuber scegli una bella immagine per il tuo profilo, se gestisci il canale di una azienda metti in evidenza il logo.

Invita a cliccare sulla campanella

Recentemente YouTube ha modificato il sistema con cui invia le notifiche agli utenti iscritti a un canale. Se prima bastava essere iscritti per ricevere la notifica ogni volta veniva pubblicato un nuovo video, adesso non è più così e può passare anche una settimana tra la pubblicazione e la notifica. Per questo dovresti invitare gli utenti, nel video o nella description, a cliccare sulla campanella a fianco del pulsante per l'iscrizione al canale. In questo modo gli utenti riceveranno una notifica il prima possibile quando viene caricato un nuovo video.

Usa i social per diffondere i tuoi video

Come vedi, dovresti usare tutte le strategie possibili per diffondere i tuoi video pubblicati su YouTube e sicuramente i social network rientrano in questa strategia. Se un video diventa virale su FacebookTwitter riceverà moltissime visualizzazioni in più ed è più probabile che chi crea altri contenuti per il web lo inserisca o lo linki all'interno di una pagina web.

 

6 novembre 2018

copyright CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #youtube #seo #google #guida

© Fastweb SpA 2018 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.