Fastweb

I film e le serie che che hanno anticipato le tecnologie hi-tech

Cinema Web & Digital #cinema #spettacolo Biglietti gratis per il cinema, se guardi la pubblicità La nuova startup PreShow, del co-fondatore di MoviePass, offre biglietti del cinema gratuiti se si guardano annunci pubblicitari
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
I film e le serie che che hanno anticipato le tecnologie hi-tech FASTWEB S.p.A.
I film e le serie che che hanno anticipato le tecnologie hi-tech
Web & Digital
Da War Games a Buffy, i gadget futuristici ideati dagli sceneggiatori delle serie TV e dei film di Hollywood

Pensate a quante volte, di fronte a un dialogo ascoltato sullo schermo, ci siamo sentiti presi in giro nelle nostre conoscenze tecniche e tecnologiche. Ragazzini che nelle loro stanzette riescono ad ottenere informazioni degne della Cia, gadget rivoluzionari realizzati con elastici e scotch, macchine sorprendenti, ancora non registrate per ottenerne i diritti di sfruttamento.

 

 

Il cinema e la tv ci hanno davvero mostrato tutto e il contrario di tutto in fatto di tecnologia, ma alcune volte sono anche stati capaci di profetizzare l'innalzamento della curva tecnologica. Pensiamo alla pletora di maghi del computer che con una tastiera in mano riescono a ottenere qualunque cosa. Dal telefilm Anni '80 2 a Chloe di Smallville, passando per Willow di Buffy (prima di diventare una potente strega) questi secchioncelli continuavano a farci credere di poter ottenere qualunque notizia riservata, scoperchiare qualunque scheletro nell'armadio. E in fondo, profetizzando l'epoca dei social network e della interconnessione dei sistemi informativi, hanno decisamente anticipato quello che sarebbe successo in pochi anni.

 

 

Ci sono poi gli hacker professionisti. Vi ricordate Matthew Broderick nel cult anni 80 War Games – Giochi di guerra? Lui era riuscito, con una cornetta del telefono infilata nel pc, a iniziare una guerra termonucleare globale. Per fortuna non è successo, ma l'hackeraggio professionista è diventato ormai una realtà ben consolidata, sia per ragioni politiche sia per divertimento, come lo era per Broderick nel film.

 

 

Ma le anticipazioni più divertenti sono quelle rappresentate dagli oggetti. Ve la ricordate Supercar? Chi negli anni 80 non ha desiderato una macchina sportiva parlante e piena di funzionalità innovative? L'automotive ha fatto passi da gigante e ormai quei sogni sono realtà. Incluso il pilota automatico, con Tesla e Google sempre più vicine a realizzare un'automobile capace di guidarsi da sé.

Pescando da tutt'altro ambito, in Spy Kids 2 la giovane Carmen Cortez riesce a cantare bene grazie a un microfono preparatogli dallo zio Machete, anticipazione di quello che oggi si chiama auto-tune (usato da qualunque giovane popstar per modulare la voce).

E poi gli occhiali. Quante volte abbiamo visto sullo schermo degli occhiali capaci di fare qualcosa? Molto prima dei Google Glass e dei nuovi dispositivi per la Realtà Virtuale. Pensate ai gadget di sorveglianza usati da Veronica Mars o agli occhiali di Lindsay Lohan capaci di registrare e mostrare video in Lexi e il professore scomparso.

 

 

Per non parlare, poi dei touchscreen di Minority Report e dell'assistente virtuale in "stile" Siri visto in 2001, Odissea dello Spazio, girato da Stanley Kubrick nel lontano 1968 (più di 40 anni prima della sua apparizione, dunque). Restando sempre in questo settore non si può non citare Facebook, che porterà "in vita" Iron Man sotto forma di assistente virtuale vocale: Robert Downey Jr., attore che impersona il personaggio dei fumetti sul grande schermo, ha offerto la propria voce all'intelligenza artificiale del social network di Mark Zuckerberg.

 

 

C'è poi il capitolo macchine da guerra e armi di vario genere. Nel primo Terminator, datato 1984, si vedono aggirarsi macchine volanti senza pilota compiere azioni militari senza apparente difficoltà. Insomma, niente più e niente meno dei droni oggi utilizzati dalla gran parte delle forze militari occidentali. È del 1985, invece, Corto Circuito, film che vede come protagonista un automa militare impegnato nelle operazioni più disparate e capace di muoversi su terreni scoscesi e dissestati. Insomma, come i robot impiegati in teatri di guerra per disinnescare, a distanza, pericolosi ordigni inesplosi.

17 agosto 2013 (aggiornato il 15 novembre 2016)

copyright CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #cinema #realtà virtuale #google glass

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.