Fastweb

Guida all'acquisto delle schede video del 2015

Reset del router Internet #router #wi-fi Come resettare il router alle impostazioni di fabbrica Nel caso in cui il router dovesse fare le bizze e non permettesse più di connettersi a Internet c'è solo una soluzione: riportarlo alle impostazioni di fabbrica
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Guida all'acquisto delle schede video del 2015 FASTWEB S.p.A.
Scheda video
Web & Digital
Dalle entry level sino alle top di gamma, ecco le migliori schede video del primo trimestre 2015

Componente fondamentale in ogni computer da gaming che si rispetti, le schede video sono una sorta di simulacro per ogni appassionato di videogames. Prima di acquistarne una si passano giorni e giorni a spulciare e confrontarne le caratteristiche e le specifiche con altre GPU della stessa fascia di prezzo; a leggere le recensioni su portali specializzati e le opinioni su forum e negozi di e-commerce scritte da chi ha già avuto modo di provarla. Una ricerca certosina e metodica, che – nella gran parte dei casi – permetterà di trovare la scheda video più adatta alle proprie esigenze, sia tecniche sia economiche.

Un acceleratore grafico per il gaming, infatti, può arrivare a costare diverse centinaia di euro, conquistando così la palma di componente più cara del sistema informatico in costruzione: per questo motivo l'acquisto dovrà essere ben ponderato.

Le migliori schede video per 90 euro

Ovviamente, nel caso in cui non si abbiano grosse pretese e ci si accontenti di giocare con le impostazioni non tarate al massimo, si può acquistare una scheda video anche a meno di 100 euro. Certo, ogni tanto potrebbe accusare il colpo e perdere per strada qualche frame, ma è più che sufficiente per giocare con videogames vecchi di uno o due anni o provare gli ultimi titoli senza alzare troppo il livello dei dettagli e senza poter fare affidamento, magari, sul filtro anti-aliasing.

Asus GeForce GT730

In grado di far girare senza troppi problemi la gran parte dei titoli a risoluzione 1366x768 o 1440x900 pixel, la Asus GeForce GT730 è tra le migliori soluzioni sul mercato nel caso in cui il proprio budget per la scheda video non superi i 100 euro. Monta una GPU della famiglia Kepler realizzata con tecnologia produttiva a 28 nanometri e 2 gigabyte di memoria GDDR5 (con una banda da 40 gigabit al secondo): specifiche più che sufficienti per godersi i videogames che più piacciono (senza aspettarsi, però, gli “effetti speciali”). Inoltre, la GeForce GT730 ha consumi bassissimi: non ha connettori esterni perché riesce a reperire i circa 70 watt di cui ha bisogno per funzionare direttamente tramite il connettore PCIe.

 

Asus GeForce GT730

 

ATI Radeon R7 250X

Se si guarda alle schede video di fascia bassa – sotto i 90 euro di prezzo – la ATI Radeon R7 250X (precedentemente conosciuta con il nome di ATI Radeon HD7770) è la migliore nel rapporto quaità prezzo. Dotata di GPU della famiglia Cape Verde (tecnologia di produzione da 28 nanometri) e 2 gigabyte di RAM GDDR5, mette a disposizione degli utenti una banda da oltre 70 gigabit al secondo. Specifiche che la rendono adatta a far girare (quasi) tutti i titoli oggi in commercio al massimo della risoluzione e con impostazioni elevate.

Le migliori schede video sotto i 150 euro

Quando il gioco si fa duro, le schede video da duri iniziano a... girare. Poco al di sopra della soglia dei 100 euro, infatti, è possibile trovare schede video dall'ottimo rapporto qualità/prezzo e capaci di garantire prestazioni più che adeguate anche per i titoli di ultima generazione.

Gigabyte Radeon R7 260X WindForce

Dotata dell'esclusiva tecnologia di raffreddamento WindForce 2X (doppia ventola e sistema di cooling studiato per massimizzare le prestazioni della scheda video) la Gigabyte Radeon R7 260X dà la possibilità ai gamers di alzare il livello prestazionale del proprio computer senza spendere cifre folli. Con GPU della famiglia Bonnaire e tecnologia produttiva da 28 nanometri, la scheda video della Gygabyte mette a disposizione degli utenti ben 2 gigabyte di RAM GDDR5 e una banda da 96 gigabit al secondo. Adatta, dunque, a far girare la gran parte dei titoli a una risoluzione di 1600x900 o 1920x1080 pixel, anche se in alcuni casi sarà necessario ridurre i dettagli.

 

Gigabyte Radeon R7 260X WindForce

 

Asus GeForce GTX750 Ti

Stesse specifiche tecniche (o quasi) della scheda video prodotta dai canadesi di ATI, ma un consumo energetico nettamente inferiore. Per questo motivo la Asus GeForce GTX750 Ti è la scelta obbligata per chi vuole realizzare un sistema informatico performante e, allo stesso tempo, a bassi consumi. Con un TDP (acronimo di thermal design power) di 60 Watt, la GeForce GTX750 è tra le schede video che consumano di meno. A questo, poi, unisce una GPU della famiglia GM107 da 28 nanometri, una banda da quasi 90 gigabit al secondo e 2 gigabyte di RAM GDDR5.

Le migliori schede video a meno di 200 euro

Nel caso in cui il budget per il proprio PC sia di circa 1000 euro, si può pensare di dedicarne un quinto (ovvero 200 euro circa) all'acquisto di una buona GPU, che possa far girare senza molti problemi i giochi di ultima e ultimissima generazione e possa dare qualche soddisfazione anche negli anni a venire.

ATI Radeon Dual-X R9 280

Anche se inizia ad avere qualche primavera sui... circuiti, la ATI Radeon Dual-X R9 280 resta tra le migliori schede video nel settore entry-level per gli enthusiast (ovvero i gamers pronti a spendere cifre considerevoli per realizzare un sistema informatico ad alte prestazioni). Monta una GPU Tahiti con tecnologia produttiva da 28 nanometri, quasi 1800 unità shader e ben 3 gigabyte di RAM GDDR5: ciò assicura una banda di ben 240 gigabit al secondo. Un po' esosa sotto il punto di vista dei consumi: con quasi 200 Watt di TDP richiede un alimentatore da almeno 500 Watt.

 

Zotac GeForce GTX960 VGE

 

Zotac GeForce GTX960 VGE

Anche se le prestazioni sono leggermente inferiori rispetto alle pari-livello prodotte da ATI, la Zotac GeForce GTX960 (dotata della nuova GPU con tecnologia produttiva Maxwell da 28 nanometri) può contare su un'efficienza energetica senza pari: con un TDP di appena 120 Watt (la metà o quasi rispetto alla Radeon R9 280), può essere montata anche da sistemi informatici a basso consumo energetico. Ciò non avrà grandissima influenza sulle prestazioni: la nuova GPU, unita ai 2 gigabyte di RAM GDDR5 e le 1200 unità shader assicurano una banda ampia a sufficienza per far girare alla perfezione anche i giochi di ultima e ultimissima generazione.

Le migliori schede video a meno di 350 euro

Programmando di spendere almeno 300 euro per una scheda grafica si avrà l'opportunità di portare a casa una componente ottima per il presente e già proiettata nel futuro. Dotata di specifiche tecniche in grado di far girare videogames con una risoluzione di 2560x1600 pixel senza troppi problemi e macinare video in 4K, le GPU appartenenti a questa fascia di prezzo sapranno regalare molte soddisfazioni ai loro possessori.

Gigabyte Radeon R9 290X

Spinta da una GPU Hawaii (tecnologia produttiva da 28 nanometri) da 2800 unità shader e dotata di 4 gigabyte di RAM GDDR5, la Gigabyte Radeon R9 290X assicura prestazioni ad alto livello con qualunque titolo. Capace di una risoluzione massima da 4096x2160 pixel e di gestire fino a quattro monitor contemporaneamente, questa scheda grafica gestisce senza problemi filmati e videogame con risoluzione 4K. Unica nota negativa gli elevati consumi energetici: circa 250 Watt TDP.

 

Gigabyte Radeon R9 290X

 

PNY GeForce GTX970

Adatta anche per i case più piccoli e con scarso ricircolo dell'aria, la PNY GeForce GTX970 monta la nuova GPU GM204 Maxwell con tecnologia produttiva da 28 nanometri è dotata di 1700 unità shader e 4 gigabyte di RAM GDDR5 e banda da 200 gigabit al secondo. Con queste specifiche tecniche è in grado di gestire senza troppi problemi giochi con risoluzione da 2560x1600 pixel e alti framerate. Nonostante ciò, consuma molto poco: appena 145 Watt TDP.

Le migliori schede video oltre i 550 euro

Quanto di meglio ci sia sul mercato senza andare ad esplorare il campo delle schede grafiche in modalità SLI o CrossFire. Mettendo pesantemente mano al portafogli – oltre 500 euro, prezzo medio per un computer di fascia media – si avrà la possibilità di mettere le mani su schede video di assoluta qualità, in grado di digerire qualunque gioco gli si dia in pasto e macinare frames a velocità mai viste. Certo, il conto sarà un po' salato, ma l'esperienza videoludica che sapranno regalare non ha assolutamente paragoni.

 

Gigabyte GTX980

 

Gigabyte GTX980

Lo stato dell'arte nel settore delle schede video. La Gigabyte GTX980 è in grado di gestire monitor multipli anche al massimo della risoluzione (Ultra Alta Definizione a 2560x1600 pixel): ottima, dunque, sia per i videogame sia per l'editing di video e filmati a 4K. Dotata di GPU GM204 Maxwell con tecnologia produttiva da 28 nanometri, ha 4 gigabyte di RAM GDDR5 e una banda da circa 250 gigabit al secondo. Bassi i consumi energetici: TDP da appena 165 Watt.

 

23 marzo 2015

Copyright © CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #scheda video #guida #videogames

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.