discord

Discord, come funziona e come creare i canali

Discord una piattaforma online utilizzata soprattutto dai gamer per chattare e per parlare online mentre si gioca. Ecco come si utilizza
Discord, come funziona e come creare i canali FASTWEB S.p.A.

Tra le tante app di chat, testuali e vocali, ce n'è una che è nata in una nicchia ma che adesso sta uscendo allo scoperto: è Discord, il servizio di messaggistica nato per i gamer e che ora sta conoscendo una discreta fama anche tra il grande pubblico. Non che il pubblico di Discord fosse fino a ieri piccolissimo, anzi: già facendosi conoscere tra i soli videogiocatori Discord è riuscita a superare i 200 milioni di utenti nel mondo. Viene utilizzato non solo per parlare mentre si gioca, ma anche per dei "cineforum" virtuali e per restare in contatto con gli amici.

Tuttavia, affinché tutti possano usare Discord, è necessario prima spiegare come funziona questo servizio e come va usato per sfruttarlo al meglio.

Come funziona Discord

discord

Partiamo dal dire che Discord funziona su Windows, Chrome, Mac, Android, iOS e Linux. Difficile, quindi, trovare un amico che non può usare Discord. Il primo passo è quindi quello di scaricare l'app e di creare un profilo, Che sarà composto dal nostro nickname e da un numero preceduto da un #. In questo modo è impossibile scambiare una persona per un'altra, perché la parte numerica del nome profilo non sarà mai uguale.

Il secondo passo è quello di creare un server. Discord, infatti, ruota proprio intorno ai server che vengono creati dai singoli utenti. Chi amministra un server può poi invitare un amico ad unirsi, dopo averlo trovato tramite il nome utente completo di #numero, come descritto poco più sopra. L'invito consiste in un link, che può essere inviato tramite qualunque mezzo: e-mail, social network, WhatsApp o altri servizi di messaggistica istantanea e così via.

Cosa sono i canali e i gradi di Discord

app discord

Una volta entrati nel server, possiamo iniziare a chattare (anche vocalmente) con tutti quelli che vi sono stati invitati. Dentro ogni server, infatti, troveremo diversi canali: alcuni solo testuali e altri vocali. I canali testuali sono delle chat a tutti gli effetti: si scrive, si risponde, si inviano foto o video e tutti i contenuti restano lì anche in futuro. I canali vocali, invece, sono sincroni e in tempo reale: non resta alcuna registrazione delle chiacchierate.

Chi amministra il server può attribuire dei "gradi" a tutti coloro che ha invitato, limitando la visione e l'accesso ad alcuni server piuttosto che ad altri. I gradi sono molto specifici: non vanno da 1 a 10, con coloro che sono di grado 10 che possono fare ciò che vogliono e coloro che sono di grado 1 che non possono far nulla. Al contrario, i gradi sono molto granulari: è l'amministratore del server che decide quale grado serve per un canale e che decide a chi assegnare quel grado.

Come funzionano gli amici su Discord

come funziona discord

Su Discord ogni utente ha una propria lista di amici e sceglie lui chi ci entra e chi no. C'è il tasto "Aggiungi amico", che ci permette di aggiungere un amico inserendo il suo nome completo di #numero. Se invece siamo stati aggiunti noi ad un canale creato da qualcun altro, vedremo anche tutte le altre persone che partecipano a quel canale e potremo inviare loro una richiesta diretta di amicizia. Sulle app mobili di Discard, poi, è possibile concedere l'accesso alla posizione e usare la funzionalità per aggiungere "Amici nei dintorni". Per dintorni, in questo caso, si intende una decina di metri.

La logica di base di Discord

Come è facile capire, Discord è un mix tra un social network e un servizio di chat. Ed è molto diverso da tutti i social e da tutte le chat. Il perché è semplice: Discord nasce per permettere la comunicazione tra gamer e farli chiacchierare mentre giocano allo stesso gioco. Per questo motivo esistono i canali, i server e le liste di amici: per creare delle microcommunity di appassionati che vogliono giocare insieme. Tuttavia, non è affatto detto che solo i gamer possano usare Discord, anzi. Una volta padroneggiato il meccanismo di funzionamento è infatti possibile usarlo per creare canali specifici di comunicazione e persino per lavoro. Da questo punto di vista, poi, il fatto che sia così multipiattaforma aiuta moltissimo.

 

22 marzo 2020

copyright CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: cosa c' da sapere
Scarica subito l'eBook gratuito e scopri cosa bisogna assolutamente sapere per proteggere i propri dispositivi e i propri dati quando si utilizza la Rete
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail