Installazione in corso

Come velocizzare il tuo Mac

Con il passare del tempo, le prestazioni del Mac possono letteralmente crollare. Ecco alcuni trucchetti per rendere più veloce il computer della mela morsicata
Come velocizzare il tuo Mac FASTWEB S.p.A.

Solo questione di tempo. Sia che si ci impegni a mantenere in perfetta forma il proprio computer Apple, sia che non ci si impegni troppo, alla fine si sarà costretti a intervenire più o meno radicalmente per evitare che il Mac accusi i segni del tempo e diventi inutilizzabile. L'arrivo di OS X Mavericks 10.9 non ha mutato di molto la situazione: a lungo andare il nuovo sistema operativo della casa di Cupertino, nonostante siano state introdotte funzionalità e strumenti già presenti in iOS, potrà accusare sintomi e problematiche già riscontrate negli altri sistemi operativi Apple.

 

OS X Mavericks

 

Velocizzare il Mac, però, è tutt'altro che complicato: alcuni trucchi piuttosto semplici da mettere in atto permettono di “rimettere a nuovo” il proprio computer della mela morsicata e fare sì che il sistema accumuli spazzatura su spazzatura. In questo modo il computer lento resterà solo un oscuro miraggio.

Più sprint all'avvio

Nel caso il computer sia lento all'avvio, si dovrà guardare verso un'unica direzione: i programmi e le app lanciate all'avvio del sistema operativo. Maggiore il numero di programmi che OS X Mavericks dovrà caricare all'accensione, maggiore sarà il tempo necessario al computer per avviarsi completamente. Non tutti i programmi avviati allo start-up, però, sono necessari: si tratta di applicativi che, nella maggior parte dei casi, possono essere lanciati anche in un secondo momento, quando il sistema sarà già “pronto”.

 

Elementi Login

 

Accedere a Preferenze di Sistema, selezionare la voce Utenti e Gruppi e successivamente la scheda Elementi login: qui si potranno visualizzare tutti gli applicativi lanciati all'avvio di OS X Mavericks ed eliminare quelli ritenuti non indispensabili. Sarà sufficiente elsezionarli e cliccare sul pulsante – (meno) nella parte bassa della finestra.

Pulizia tutto l'anno

Affinché il sistema resti performante per lungo tempo, è necessario “ripulirlo” con una certa regolarità. Con il passare dei giorni e delle settimane, infatti, si accumuleranno file, programmi e applicativi inutili, che finiranno con rallentare il computer. Per velocizzare il Mac sarà dunque obbligatorio verificare che la situazione sia sotto controllo: accedendo al Monitoraggio attività (tool di sistema che si trova nella cartella Utility) si potrà verificare quali programmi stiano sfruttando maggiormente le risorse hardwre (processore, RAM e hard disk) del sistema. Navigando tra le varie schede, infatti, sarà possibile controllare quale applicativo stia utilizzando, ad esempio, il maggior quantitativo di RAM e, nel caso non sia attualmente in utilizzo, si può decidere di terminarlo. In questo modo le prestazioni del sistema subiranno un'improvvisa accelerata.

 

Memory Clean

 

  • Come “pulire” la RAM con OS X Mavericks 10.9. Alcune utility sviluppate da programmatori terzi, però, aiutano ad automatizzare questo processo, permettendo di terminare in una sola volta tutti i processi inutili attivi sul proprio computer. Memory Diag, ad esempio, permette di cancellare la memoria cache e liberare un po' di spazio sulla RAM di sistema, mentre Memory Clean permette di conoscere istantaneamente il quantitativo di RAM disponibile e, premendo un solo pulsante, cancellare tutti quei processi inutili che rendono il computer lento

 

HD Cleaner

 

  • Come pulire l'hard disk con OS X Mavericks 10.9. Allo stesso modo, un hard disk ai limiti della capienza potrebbe avere un'influenza più che negativa sulle prestazioni del proprio sistema Apple. OS X, ad esempio, potrebbe impiegare più tempo per ritrovare file salvati in memoria e la riduzione di spazio a disposizione per la memoria di swap farà rallentare l'esecuzione dei processi. Anche in questo caso, l'aituo arriva da applicativi sviluppati da programmatori terzi e presenti sull'App Store per OS X. HD Cleaner, ad esempio, permetterà di scoprire quanto spazio è possibile recuperare sul disco rigido cancellando file e programmi ormai inutilizzati. Sarà sufficiente avviare la scansione del disco per ottenere una lista piuttosto dettagliata e decidere se sia il caso di continuare ad avere file e programmi sull'hard disk o se si possa liberare dello spazio da utilizzare diversamente

Portare fuori la spazzatura

Volendo, però, l'utente potrà fare un po' di pulizie (e non necessariamente solo in primavera) anche a mano. Sfruttando le funzionalità di ricerca del Finder, infatti, sarà possibile andare a ricercare quei file di grosse dimensioni che occupano molto spazio sul disco rigido e che, magari, sono inutilizzati da diversi mesi, se non anni.

Una volta nel Finder, si potrà raffinare la ricerca cliccando su File e successivamente Cerca, oppure premendo contemporaneamente i tasti Comando (o, detto volgarmente, Mela) e F. Tra le varie opzioni, si può scegliere di affinare la ricerca per le dimensioni dei file da cercare: inserendo, ad esempio, il filtro per i file superiori ai 100 megabyte, si andranno a scovare vecchi film o pesanti file di installazione da rimuovere o depositare su un disco rigido esterno.

Copyright © CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail