Una musicassetta

Come fare per trasferire le audiocassette sul PC

La collezione di musicassette che ci accompagna da una vita non è destinata a scomparire. Digitalizzando le tracce musicali, infatti, continuerà a vivere per sempre. Ecco come fare
Come fare per trasferire le audiocassette sul PC FASTWEB S.p.A.

Deterioramento del nastro magnetico delle audiocassette e impossibilità di reperire un mangianastri (o lettore di musicassette che dir si voglia) ancora funzionante. Queste due – e pochissime altre – le ragioni che spingono molti appassionati di musica a trasformare la loro collezione di musicassette in file musicali digitali. Una scelta, come si vede, dettata dalla necessità di non perdere per sempre le canzoni preferite, quelle che si ascoltavano durante l'infanzia e l'adolescenza conservate ancora su cassette audio.

In casi come questi, l'informatica può essere di grande aiuto. Anche un normale sistema informatico casalingo può essere utilizzato per digitalizzare le tracce registrate su nastro magnetico, permettendo di conservare sul proprio disco rigido (o magari sul cloud con un servizio di cloud storage) tutte le canzoni presenti nelle audiocassette. L'operazione non è particolarmente complicata, anche se è necessario tenere conto di alcune precauzioni per evitare di procurare danni al computer.

Cosa serve

Per portare a termine la digitalizzazione delle musicassette sarà necessario avere a disposizione un computer dotato di una scheda audio (anche integrata nella scheda madre) con un ingresso audio jack da 3,5 millimetri. Nel caso in cui il vostro PC non ne fosse dotato (è un fatto comunque rarissimo) si può sempre pensare di utilizzare una delle porte USB di cui è munito il computer. Sul computer dovrà essere installato un software di registrazione del suono, necessario per l'acquisizione delle tracce.

 

Il jack azzurro è il Line in dove collegare il cavo per la registrazione

 

Dall'altro lato della "barricata", invece, ci sarà bisogno di un mangianastri dotato di un'uscita RCA o di un'uscita stereo jack (cuffie o line-out).

Affinché sia possibile mettere in collegamento i due dispositivi, però, ci sarà bisogno della cavetteria e degli adattatori giusti. Si potrà optare, ad esempio, per un cavo adattatore stereo Y, dotato di due jack RCA a un'estremità e di un jack stereo all'altra.

 

Un cavo RCA Y

 

Un'altra soluzione percorribile è rappresentata da un normale cavo RCA e un'interfaccia audio che funga da adattatore tra i jack RCA e l'ingresso audio del computer. In altri cavi (specialmente se il PC non dovesse essere dotato di ingressi audio) si può optare per un cavo RCA-USB, che permetta di collegare la piastra per le audiocassette tramite una porta USB.

I software per la registrazione

A svolgere il "lavoro" sporco nel processo di trasferimento delle musicassette sul computer sono i software di registrazione audio, deputati ad acquisire la traccia audio in analogico e trasformarla in digitale. Sono disponibili decine di diverse opzioni gratuite, ognuna dotata delle proprie caratteristiche, ma tutte ugualmente adatte a svolgere il compito di trasformazione.

  • Audacity. Nonostante l'interfaccia spartana e spicciola, Audacity conferma la propria fama di tool di editing musicale potente e versatile. Multipiattaforma e open source, permette di registrare tracce audio da qualunque sorgente e mette a disposizione strumenti avanzati per modificarli.

 

Audacity

 

  • Waveshop. Nessun intervento, a meno che non sia strettamente necessario. Waveshop riduce al minimo la propria "impronta" sui file audio che edita, permettendo di ottenere così delle tracce digitali il più possibile fedeli all'originale. Allo stesso tempo offre decine di strumenti per la modifica dei file audio, permettendo di amplificare il volume della traccia e aggiungere effetti nel giro di pochi click.

 

Waveshop

 

  • Acoustica Basic Edition. Versione gratuita (e ridotta) di un programma a pagamento, Acoustica ha comunque abbastanza "cavalli" sotto il cofano per riuscire a catturare le tracce audio dalla musicassetta e trasformarle in file digitali. Dotato di un'interfaccia grafica gradevole e accattivante, ha un buon controllo del volume dell'audio in ingresso.

 

Acoustica

 

  • Wavosaur. Pesante poco meno di 300 Kbyte (anche se nella versione a 64 bit il programma arriva ad occupare più di un megabyte) e senza bisogno di essere installato, Wavosaur è tra i freeware più interessanti per l'editing e la registrazione musicale. Nonostante un "nucleo" così piccolo, infatti, offre funzionalità avanzate e degne di programmi più rinomati.

 

Wavosaur

 

  • Music Editor Free. Altra versione gratuita di un software commerciale, che consente di salvare le registrazioni in diversi formati tra cui wav e mp3. Music Editor Free offre gli stessi strumenti disponibili nella versione a pagamento, corredati da un'interfaccia grafica semplice e intuitiva, che permette di eseguire il montaggio degli audio registrati, aggiungere effetti come l'eco, l'amplificazione e la riduzione del rumore.

 

Music Editor free

  • WavePad. Il software di editing audio è gratuito e disponibile sia per Windows che per Mac e consente di effettuare modifiche su registrazioni audio, tagliarne e copiarne parti e aggiungere effetti. Con WavePad sarà sufficiente caricare il brano che si vuole trasferire, apportare le modifiche, aggiungere eventualmente effetti e salvarlo nei vari formati disponibili, tra cui l'mp3.wavepad
  • Ocenaudio. Questo software di editing audio gratuito offre una interfaccia più semplice rispetto ad Audacity e permette di modificare anche più brani audio contemporaneamente. Inoltre, consente di visualizzare l'anteprima del risultato in tempo reale, così da controllare la traccia registrata. Tra gli strumenti di Ocenaudio, c'è anche lo spettrogramma che consente di analizzare il suono in modo più accurato.oceanaudio
  • Adobe Audition. Nel caso in cui ci si voglia avvalere di un software professionale e a pagamento, si può scaricare Adobe Audition, che offre una versione di prova gratuita di 7 giorni. La sua interfaccia è semplice e diretta e permette di modificare più tracce, migliorarle con un equalizzatore parametrico, analizzatori di spettro e di fase e di aggiungere effetti. Terminata la prova gratuita, il costo dell'abbonamento è di 24,39 euro al mese.adobe audition

 

Come trasferire le audiocassette sul computer

Una volta che si avranno tutti gli strumenti a disposizione, si potrà procedere con il processo di acquisizione delle tracce analogiche registrate sul nastro magnetico delle audiocassette.

  • Accendere la piastra mangianastri e posizionare l'audiocassetta sul punto desiderato

  • Collegare il cavo RCA all'uscita del mangianastri, facendo attenzione a far combaciare i colori dei connettori jack con le rispettive uscite

  • A seconda della soluzione prescelta, collegare il cavo o l'adattatore all'ingresso audio del computer

  • Avviare il software di editing audio preferito. Nonostante le differenti funzioni, tutti i programmi brevemente descritti in precedenza effettuano la registrazione delle tracce audio nello stesso modo: basta premere il pulsante rosso circolare e il gioco fatto

  • Avviata la registrazione, si potrà far partire la riproduzione della traccia audio da registrare. Il software, se i collegamenti sono stati fatti per bene, inizierà a registrare

  • Registrata la traccia audio o l'intera cassetta, premere il pulsante stop nell'interfaccia del programma (solitamente un quadratino nero). Nel caso in cui si voglia modificare qualcosa o aggiungere degli effetti, si potranno utilizzare gli strumenti di editing inclusi nel programma, altrimenti si potrà salvare la traccia audio così creata

Le avvertenze

Nel caso in cui si inizi la registrazione con il volume del mangianastri o dello stereo a livelli molto alti, si potrebbero anche danneggiare alcuni circuiti della scheda audio, provocando danni anche seri. Per questo motivo è consigliabile iniziare la registrazione a volume basso e aumentare (non di moltissimo) progressivamente, via via che la traccia audio scorre.

Copyright © CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail