I rootkit sono malware piuttosto pericolosi ed  conveniente eseguire una scansione periodica del proprio pc

Come eliminare rootkit dal proprio computer

Sono tra le tipologie di malware pi subdole. I rootkit vengono utilizzati dagli hacker per impossessarsi di computer o per nascondere altri virus e malware. Ecco come eliminarli dal proprio PC
Come eliminare rootkit dal proprio computer FASTWEB S.p.A.

 

Tra le varie tipologie di malware esistenti, il rootikit è probabilmente tra i più subdoli e infidi. Per comprenderlo, basta partire dal nome. La traduzione letterale del termine, infatti, è Kit da amministratore, tanto che a livello esemplificativo in ambiente Unix con il termine root access si identifica l’accesso al sistema di livello amministrativo. Nel contesto hacker, il rootkit è quindi un malware che permette al malintenzionato di turno di poter gestire un qualsiasi computer infettato come se ne fosse l’amministratore. Non solo, perché negli ultimi anni molti hacker stanno utilizzando rootkit per nascondere virus e altri malware agli “occhi” degli antivirus. Insomma, una sorta di mantello dell’invisibilità sotto cui si potrebbero nascondere alcune delle più pericolose infezioni informatiche.

Riuscire a individuare e rimuovere rootkit, quindi, assume un’importanza capitale per la protezione e la sicurezza informativa dei nostri PC e laptop. Fortunatamente sul mercato sono disponibili diverse soluzioni in grado di aiutare tutti gli utenti, da chi ha più competenze tecniche, come il geek, fino a chi sa a mala pena accendere un computer e avviare il pacchetto Office.

 

GMER

 

GMER è tra le alternative più utilizzate dagli utenti. Dietro un’interfaccia piuttosto scarna e, a dir la verità, tutt’altro che attraente, si nasconde un programma di scansione e rimozione rootkit molto potente e affidabile. Una volta installato, basta selezionare la scheda Rootkit/Malware e cliccare su Scan per avviare la ricerca di file e programmi malevoli. GMER, però, non effettuerà fisicamente la rimozione dei file, ma indicherà all’utente in quale percorso trovarlie così che possa rimuoverli manualmente. Per questo motivo, GMER è un programma indicato soprattutto per utenti esperti, che sappiano distinguere tra un vero rootkit e quello che in gergo tecnico viene definito false positive, ovvero un file che sembra un malware ma non lo è.

Gli utenti meno avvezzi all’informatica potrebbero quindi optare per Kaspersky TDSSKiller. Dotato di un’interfaccia decisamente più “amichevole”, usabile e graficamente piacevole, il programma per eliminare rootkit della software house russa fa comunque il suo lavoro. Il motore di scansione è veloce ed efficacie e permette agli utenti di eliminare eventuali file infetti senza dover armeggiare troppo tra cartelle, directory e Risorse del computer.

 

Avast Anti-Rootkit

 

Al fianco di questi due prodotti, entrambi in pole anche se per fasce e tipologie diverse di utenti, troviamo altre valide alternative per rimuovere rootkit. Avast Anti-Rootkit è piuttosto semplice da utilizzare, nonostante l’interfaccia ricordi molto da vicino il terminale di Windows. Dopo l’installazione, basterà lanciarlo e cliccare su Scan per scovare tutti i possibili rootkit presenti nel PC, mentre per correggere eventuali falle basterà cliccare su Fix e il gioco è fatto.

McAfee Labs RootkitRemover, infine, ha un aspetto molto simile al programma di Avast, ma a differenza di quest’ultimo provvederà a scansionare e rimuovere rootkit con un unico processo, senza che l’utente debba avviarli separatamente.

 

23 maggio 2013

Copyright CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: cosa c' da sapere
Scarica subito l'eBook gratuito e scopri cosa bisogna assolutamente sapere per proteggere i propri dispositivi e i propri dati quando si utilizza la Rete
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail