Fastweb

Cosa fare per proteggere il Mac

iPhone e Mac Web & Digital #mac #iphone iPhone e Mac, come farli lavorare insieme Per lavoro o per studio può essere molto comodo utilizzare iPhone e Mac contemporaneamente sugli stessi progetti, ecco come far comunicare i due dispositivi Apple al meglio e quali compiti possono svolgere insieme
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Cosa fare per proteggere il Mac FASTWEB S.p.A.
proteggere il mac
Web & Digital
Attivare il Firewall, utilizzare l'autenticazione a due fattori e installare un antivirus sono alcuni degli step da portare a termine per proteggere il proprio Mac

Per computer e smartphone i pericoli presenti sulla Rete non sono mai stati così numerosi. Nessun dispositivo è al sicuro, nemmeno i computer Mac che solitamente sono considerati dei device impenetrabili e a prova di malware. Negli ultimi anni la percentuale di computer rubati, di dispositivi infettati, di account social compromessi e di dati finiti nelle mani sbagliate è aumentata notevolmente: le informazioni personali degli utenti hanno raggiunto un valore talmente elevato che gli hacker sono pronti a tutto pur di ottenerle.

I malware per computer Mac sono molto meno numerosi rispetti a quelli per Windows, ma sono comunque pericolosi. Se si pensa di acquistare un computer Apple e di essere al sicuro si sbaglia di grosso: gli hacker puntano proprio a questo tipo di errori per entrare in possesso dei dati personali di una persona. Appena si acquista un Mac è necessario attivare alcuni sistemi di sicurezza sviluppati direttamente da Apple: ad esempio il Firewall, che permette di controllare quante connessioni sono state effettate al proprio computer da altri dispositivi presenti sulla stessa Rete. La protezione dei propri dati personali è la prima cosa a cui un utente deve pensare quando acquista un computer. Ecco le 6 cose da fare per proteggere il Mac e diminuire le probabilità che i propri dati personali vengano compromessi.

Attivare il Firewall

Il primo step da seguire per proteggere i dati presenti sul proprio computer Mac è attivare l'applicazione Firewall per bloccare tutti i tentativi di accesso al proprio computer da parte di dispositivi esterni. Quando si collega il Mac a una Rete aziendale o al Wi-Fi pubblico sono molto alte le probabilità che qualche hacker utilizzi un dispositivo connesso allo steso network per infettare il nostro computer e il Firewall serve proprio a bloccare questo tipo di intrusioni. Attivare il Firewall è molto semplice: dopo aver aperto le Preferenze di Sistema attraverso il menu Apple, si deve fare clic su Sicurezza e Privacy e selezionare il pannello Firewall. Per sbloccare il riquadro è necessario premere sul lucchetto presente nell'angolo inferiore sinistro e inserire il nome utente e la password di sistema. A questo punto è necessario cliccare su "Attiva Firewall" e il proprio Mac sarà al sicuro dagli attacchi provenienti dall'esterno. Per migliorare la sicurezza è possibile anche personalizzare la configurazione del Firewall.

Attivare il FileVault

 

filevault

La protezione dei dati presenti sul proprio Mac non può non passare dall'attivazione del FileVault. Si tratta di una tecnologia che codifica i dati presenti sull'hard disk del Mac e li rende illeggibili nel caso in cui un ladro riuscisse a prendere possesso dell'hard disk del PC. Il FileVault utilizza la codifica XTS-AES-128 con una chiave a 256 bit, uno dei sistemi crittografici più sicuri presenti sul mercato. Per riuscire a decodificare i propri dati, l'unica soluzione che hanno gli hacker è quella di entrare in possesso della password scelta dall'utente. L'attivazione del FileVault non comporta nessun cambiamento nell'utilizzo del Mac: non ci saranno rallentamenti né cambiamenti nell'interfaccia grafica.

Per attivare il FileVault si deve cliccare sulle Preferenze di Sistema dal menu Apple e fare clic su Sicurezza e Privacy. A questo punto bisogna selezionare il pannello FileVault, cliccare sul lucchetto presente nell'angolo sinistro e inserire il proprio nome utente e la password di amministratore. Cliccando su "Attiva FileVault" comincerà il processo di codifica dell'hard disk. È fondamentale tenere molta cura della password scelta per decriptare il disco rigido: nel caso in cui la si dimentica sarà impossibile recuperare i propri file. Vi suggeriamo di non scriverla sulla tastiera del notebook o su un post-it attaccato allo schermo. Se avete a cuore i vostri dati personali salvatela sullo smartphone o in qualunque altro posto considerato sicuro e a prova di hacker.

Codificare tutti i backup

 

backup

Dopo aver crittografato l'hard disk del Mac con il FileVault, si dovrà pensare ai backup. Codificare solamente il Mac senza pensare ai backup espone i propri dati personali a un pericolo troppo grande: agli hacker basta entrare in possesso dell'archivio del PC per riuscire a ottenere le vostre informazioni. Tutti i backup, anche quelli presenti sul cloud, devono essere codificati per pensare di essere al sicuro. Per portare a termine il compito è possibile utilizzare diversi programmi presenti online che utilizzano le migliori chiavi crittografiche per proteggere i dati.

Attivare l'autenticazione a due fattori su tutti gli account

 

autenticazione a due fattori

Gli account sui social media, Office 365, iCloud e tutti i servizi che utilizziamo quotidianamente sulla Rete sono diventati l'obiettivo numero uno da parte degli hacker. Cosa fare per renderli più sicuri? Attivare l'autenticazione a due fattori. Si tratta di un servizio presente oramai sulla maggior parte dei servizi online e che obbliga l'utente a inserire due password quando si effettua l'accesso al proprio account da un nuovo computer (e la seconda password viene inviata direttamente sullo smartphone o sulla e-mail della persona). Con la verifica in due passaggi per i pirati informatici è più complicato ottenere l'accesso agli account social di un utente.

Salvare le password sul Mac

Ricordarsi tutte le password d'accesso dei servizi online è davvero molto complicato. Per questo motivo solitamente si suggerisce agli utenti di installare sul computer un password manager, un programma nel quale salvare tutte le credenziali d'accesso tenendole al sicuro. I password manager utilizzano dei sistemi di protezione che li rendono inattaccabili dagli hacker. Nell'ultimo periodo, però, anche i password manager sono stati bucati dai pirati informatici e la loro aura di infallibilità è svanita. Se volete mettere al sicuro i vostri dati personali, salvati localmente sul Mac, potrà sembrare strano, ma si tratta del metodo migliore.

Installare un antivirus

In molti vi diranno che installare un antivirus sul Mac è inutile e che i malware non possono scalfire il sistema di protezione sviluppato da Apple. Non è assolutamente vero. Anche se sono numericamente inferiori, esistono anche virus per i computer Mac e sono pericolosi come quelli presenti su Windows. Quindi, se volete essere sicuri di non essere infettati da un malware, installate un antivirus.

23 marzo 2018



Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #mac #sicurezza informatica #apple #protezione dati #cybersicurezza

© Fastweb SpA 2018 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.