trucchi project cars 2

Trucchi e consigli per giocare a Project CARS 2    

Project CARS 2 non è il classico racing game adatto a tutti, ma mette a dura prova la pazienza anche dei giocatori più esperti. Ecco alcuni trucchi e consigli per giocare a Project Cars 2
Trucchi e consigli per giocare a Project CARS 2     FASTWEB S.p.A.

I giochi di guida non sono tutti uguali. Il successo dei primi Gran turismo e di Forza Motorsport ha costretto molte software house a specializzarsi in alcuni settori particolari dei racing game. Sono così nate titoli come Need for Speed, che fa dell'arcade il suo punto di forza, e Assetto Crosa, probabilmente il più reale tra i giochi di guida presenti sul mercato. Chi almeno una volta ha provato a giocare ad Assetto Corsa sa benissimo che senza voltante e pedaliera è quasi impossibile domare le macchine. In mezzo a questo mare magnum di videogame, da qualche anno fa parte anche Project CARS. Un videogame che cerca di trovare la sintesi perfetta tra il modello Gran Turismo, che predilige uno stile simulativo ma adatto a tutti, e quello di Assetto Corsa. Ne è nato un gioco che forse non è adatto a coloro che quando prendono un joypad in mano pensano solamente a schiacciare il tasto dell'acceleratore e a vincere la gara andando a sbattere contro tutto e tutti, ma che riesce a trasmettere l'emozione della guida meglio di chiunque altro.

 

 

Project CARS 2 ha una storia molto differente rispetto al capitolo precedente. Se Project CARS era nato grazie a una campagna crowdfunding lanciata dalla software house Slightly Mad Studios, il secondo capitolo ha ottenuto il sostegno economico di Bandai Namco. E i miglioramenti sono sotto gli occhi di tutti. Project CARS 2 presenta un gameplay migliorato e che metterà ancora a più dura prova le capacità automobilistiche dei giocatori. I ragazzi di Slightly Mad Studios hanno cercato di rendere le dinamiche di gioco molto più simili alla guida "vera". Non si può tentare l'approccio alla curva senza un perfetto bilanciamento dell'auto: ci vuole un attimo per ritrovarsi direttamente fuori pista a causa di un testacoda. Un ruolo fondamentale lo riveste l'assetto dell'automobile, che può essere gestito insieme al proprio ingegnere di pista, che vi consiglia su cosa poter cambiare per avere il massimo dalla macchina. Altro fattore che rende unico Project CARS 2 sono le condizioni meteo e il modo in cui influiscono sull'andamento della gara. Grazie a un utilizzo superbo di droni e laser, la software house britannica ha realizzato fedelmente circa oltre una quarantina di circuiti (che diventano 130 con tutte le varianti). I droni hanno permesso anche di riprodurre le condizioni dell'asfalto in caso di pioggia: nei tracciati presenti in Project CARS 2 le pozzanghere si formano nelle stesse zone dove accade nella realtà. Un realismo veramente estremo.

 

 

Un'attenzione manicale ai dettagli e al gameplay ha portato logicamente a innalzare il livello di difficoltà del videogame. Come detto all'inizio, Project CARS 2 non è un videogioco per tutti. Riuscire a domare un bolide a 300 chilometri orari su un circuito con curve strette è tutt'altro che semplice senza gli aiuti dell'intelligenza artificiale. Ma con un po' di pazienza e tante ore di allenamento si può diventare un pilota provetto a Project CARS 2. Per velocizzare la fase di apprendistato è possibile seguire i consigli di coloro che con videogame di questo genere hanno oramai una certa esperienza. Bastano veramente pochi trucchi per riuscire a domare la potenza di 1000 cavalli "sparati" sull'asfalto rovente. Ecco i consigli e i trucchi per giocare a Project CARS 2.

Utilizzare l'ingegnere di pista

 

 

Project CARS 2 è un gioco complicato e non fa nulla per nasconderlo. Ma i ragazzi di Slightly Mad Studios hanno cercato di aiutare il più possibile i giocatori inserendo alcune funzionalità che li traghettano all'interno del mondo delle corse. L'aiuto più grande è sicuramente l'ingegnere di pista che aiuta il gamer a scegliere il miglior assetto possibile per la gara. L'utente può cambiare veramente ogni minima impostazione della macchina, dai freni al cambio fino ad arrivare alle gomme (bagnato, lisce, dure, morbide, ogni dettaglio fa la differenza). Il primo consiglio da seguire è sicuramente fidarsi dell'ingegnere di pista, almeno all'inizio.

I consigli per scegliere le gomme e il rapporto del cambio

In Project CARS 2 la realtà supera l'immaginazione. Per essere competitivi è necessario essere un vero appassionato di automobili e conoscere la differenza tra gomme morbide e dure e come cambiano le prestazioni di una macchina a seconda della lunghezza del rapporto del cambio. Due aspetti che un normale gamer non conosce, ma che in Project CARS 2 fanno la differenza.

 

 

Partiamo dalla scelta delle gomme. Il consiglio più semplice è quello di affidarsi al gioco e all'ingegnere di pista per capire quale tipo di gomma montare, ma non sempre si rivela il migliore. Per vincere a Project CARS 2 è necessario scegliere la miglior gomma possibile a seconda delle condizioni e delle caratteristiche della pista. In primis guardiamo le condizioni meteo: se la probabilità che arrivi la pioggia a gara in corso è molto elevata, optiamo per delle gomme intermedie, che si adattano sia in condizioni di asciutto che di bagnato: in questo modo la gomma non si surriscalda e non dovremo rallentare per non rischiare di rovinarle. Se invece la gara è tutta sul bagnato, l'unica scelta possibile sono le gomme full wet. Passiamo ora alla mescola: le gomme possono essere "morbide o dure" a seconda di come sono costruite. Solitamente quelle più morbide assicurano prestazioni migliori sul giro, mentre quelle più dure sono più resistenti ma peggiorano le prestazioni della macchina. Inutile dire che per una gara lunga, le gomme dure sono le migliori, ma anche in questo caso è necessario analizzare al meglio le caratteristiche della pista. Se il tracciato è molto corto e con tante curve, una gomma morbida assicura più grip sull'asfalto e soprattutto si scalda prima. Un consiglio da seguire per avere successo a Project CARS 2: se parte dalle retrovie e volete recuperare subito, scegliete una mescola di gomme morbida.

 

 

L'altra caratteristica da impostare al meglio è la lunghezza delle marce. Anche in questo caso è necessario capire un po' di automobili per non fare dei disastri. In linea di massima più le marce sono brevi maggiore sarà l'accelerazione dell'auto; più le marce sono lunghe più alta sarà la velocità massima. Solitamente si cerca sempre il perfetto equilibrio tra velocità e accelerazione, ma non è la scelta migliore da fare. I circuiti presenti in Project CARS 2 permettono di fare molti esperimenti. Se il tracciato è molto tortuoso, avere una buona accelerazione in uscita di curva permette di avere "una marcia in più" rispetto agli avversari. Un consiglio: se durante le prove libere vedete che la macchina fa fatica, provate immediatamente a cambiare la lunghezza dei rapporti.

Prove libere e qualifiche

Come nelle vere gare automobilistiche, in Project CARS 2 il gamer ha la possibilità di effettuare le prove libere e le qualifiche. Si possono anche bypassare e partire dall'ultimo posto sulla griglia, ma non è certo il modo migliore di affrontare il videogame. Le prove libere e le qualifiche sono molto utili per provare i diversi assetti dell'automobile e capire quale è il migliore. Un consiglio da seguire assolutamente se si vuole essere dei veri campioni di Project CARS 2: sfruttate le prove libere per capire come impostare la macchina.

 

 

Come affrontare le gare di rally

All'interno di Project CARS 2 sono presenti anche le sfide con le macchine da rally. Rispetto alle auto da pista, l'approccio del pilota/giocatore deve essere completamente differente. Le auto da rally seguono dinamiche completamente differenti: tutto quello che si è imparato in pista lo si dovrà mettere da parte per adattarsi a uno stile di guida completamente differente. Andare in sottosterzo o sovrasterzo con un'auto da rally è molto semplice, il trucco per vincere è semplicemente quello di fare molta esperienza e capire come domare la potenza dell'automobile.

 

30 settembre 2017

Copyright © CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail