playstation 4 pro caratteristiche tecniche, recensioni, prezzo

PlayStation 4 Pro, caratteristiche tecniche, prezzo, giochi e recensioni

Sony lancia sul mercato la nuova PlayStation Pro: supporto alla risoluzione 4K e una potenza mai vista per una console. Disponibile dal 10 novembre a 409,99 euro
PlayStation 4 Pro, caratteristiche tecniche, prezzo, giochi e recensioni FASTWEB S.p.A.

Rivoluzione parte seconda. Continua a marce forzate la rivoluzione che Sony ha deciso di portare all'interno del mondo dei videogame. Dopo l'uscita del PlayStation VR, il primo visore sviluppato appositamente per i gamer, l'azienda giapponese lancia sul mercato la versione aggiornata della sua console di punta: la PlayStation 4 Pro. Un momento importante, una svolta generazionale come lo sono state PlayStation 3 prima e PlayStation 4 poi. La nuova console ha caratteristiche tecniche mai viste in precedenza, capaci di modificare completamente la grafica e le dinamiche di un videogame. Non si vuole esagerare, ma la scelta di Sony è stata veramente coraggiosa: presentare due dispositivi per gamer così importanti in un breve lasso di tempo vuol dire puntare fortemente su un settore che qualche scricchiolio lo stava mostrando.

 

 

PlayStation Pro supporterà la risoluzione 4K, una decisione che permetterà alla console di essere competitiva almeno per il prossimo lustro, ma che al momento non darà i suoi frutti. I televisori con schermi OLED non sono tantissimi e la causa principale è il prezzo elevato e soprattutto la mancanza di contenuti che possa sfruttare le loro caratteristiche. Problema che ha dovuto affrontare anche Sony: al momento dell'uscita il numero di giochi con una risoluzione 4K nativa non esistono, solamente alcune software house hanno rilasciato degli aggiornamenti che permettono ad alcuni videogame di sfruttare delle particolari tecnologie realizzate da Sony per aumentare la risoluzione. The Last of Us, Uncharted 4, The Rise of Tomb Rider sono i nomi di alcuni dei videogame che sono presenti fin dal giorno del lancio ufficiale e che permetteranno ai gamer di scoprire la differenza di qualità tra la vecchia console e la nuova PlayStation 4 Pro.

 

 

Ma per poter capire realmente il potenziale della nuova console Sony saranno necessari almeno un paio di anni: molte software house ancora non sono preparate per poter sviluppare videogame con una risoluzione così elevate. Solamente tra due o tre anni si capirà realmente il potenziale della macchina. Sony ha assicurato la totale retro compatibilità dei giochi sviluppati per la vecchia console: i giocatori non dovranno preoccuparsi, anche con la PlayStation 4 Pro potranno giocare ai loro titoli preferiti. L'azienda giapponese ha sviluppato un sistema che riconoscerà in automatico il videogame e adatterà la potenza dell'hardware a seconda della situazione. Le prime recensioni evidenziano sia gli aspetti positivi sia quelli negativi: la console è sicuramente una macchina interessante, ma ancora avvolta in una nuvola di fumo. Caratteristica interessante è il supporto alll'HDR (High Dynamic Range): aumenta lo spettro dei colori a disposizione permettendo alle immagini di sembrare più vere. Ma il problema resta il supporto dei televisori, al momento limitato e quei pochi presenti hanno un costo inaccessibile. In definitiva una console che potenzialmente ha tanto da dimostrare, ma al momento non ha le capacità per farlo, sia per motivi tecnici sia economici. 

Caratteristiche tecniche PlayStation 4 Pro

 

 

Partiamo dalle dimensioni. Lo stile è identico alla PlayStation 4 Slim con l'aggiunta di uno strato in più, necessario per alloggiare il potente hardware della console. Il dispositivo è molto più massiccio e pesante rispetto ai predecessori, ma ciò non ne pregiudica lo stile: la PlayStation 4 Pro resta un dispositivo bello da vedere e da mettere in salotto. La decisione di optare per un design quasi identico tra la PlayStation 4 Slim e la PlayStation 4 Pro è molto significativo: le due console appartengono alla stessa famiglia e al momento non rappresentano un salto generazionale verso un'ipotetica PlayStation 5, ma proseguono nel solco tracciato oramai da almeno cinque anni.

Ma l'aspetto che più interessa agli amanti dei videogame sono sicuramente le caratteristiche tecniche della PlayStation 4 Pro: la potenza di calcolo di 4,20 teraflops la fa essere la console più potente mai realizzata, grazie soprattutto a una CPU octa-core da 2.1 GHz di potenza. Il processore è aiutato nel suo lavoro da 8GB di RAM (con l'aggiunta di 1GB dedicato esclusivamente alle applicazioni extra ludiche, in modo da liberare spazio per gestire l'accresciuta potenza dei videogame), da una GPU (il comparto video) composta da due processori che lavorano in parallelo, identici a quelli già utilizzati per la PlayStation 4 ma con una velocità di calcolo a 911 MHz e 1TB di memoria interna. La scelta di utilizzare lo stesso comparto video permette alla PlayStation 4 Pro di esser compatibile con i videogame sviluppati per il vecchio modello: quando il gioco sarà lanciato, la macchina riconoscerà il titolo e ottimizzerà il lavoro a seconda della potenza richiesta (molto banalmente spegnerà una delle due schede video e diminuirà la potenza della CPU).

Infine le due caratteristiche più interessanti sono il supporto alla risoluzione 4K (2160p) e alla tecnologia HDR che permetteranno ai giochi di fare quel salto di qualità tanto sponsorizzato da Sony. Per riuscire ad arrivare a una risoluzione così elevata, Sony utilizza una particolare tecnologia di upscaling: il checkerboard.

Il 4K secondo Sony

 

 

Realizzare dei videogame che abbiano una risoluzione nativa a 2160p è veramente molto difficile, costoso e con le tecnologie attuali quasi impossibile. Quindi per arrivare a una risoluzione 4K è necessario utilizzare dei trucchetti che permettano di migliorare la qualità dei video. Sony ha sviluppato un sistema di upscaling veramente ottimo e che permette a tutte le software house di migliorare il comparto grafico dei propri videogame. Nonostante fin dal lancio ufficiale sono presenti alcuni videogame con una risoluzione pari a 1440p (Uncharted 4) per compiere l'ultimo step sono necessari gli algoritmi e lo scaler del sistema per aumentare la qualità. Partire da una risoluzione più elevata permette di avere texture più definite e giochi graficamente più spettacolari.

Ma Sony non si è fermata qui e ha offerto alle softaware house un'altra tecnologia per l'upscaling: il checkerboard. In pratica si tratta di un algoritmo che prende un quadrato di 2x2 pixel e lo allarga automaticamente a 4x4: in questo modo la qualità dell'immagine migliora e il videogame diventa più fluido. I possessori di un televisore FullHD non devono preoccuparsi, il miglioramento tecnico della console avrà benefici anche per la loro esperienza di gioco, con un'immagine più fluida e limpida che migliorerà la qualità generale dei videogame.

Cosa cambia con l'HDR

 

 

Altra novità da non sottovalutare è l'adozione della tecnologia HDR: in pratica si tratta del nuovo standard visivo che nei prossimi anni andrà a sostituire quello che fino ad oggi abbiamo chiamato HD. Cercando di farla semplice, l'HDR aumenta la quantità di colori disponibili e permette all'immagine di avere una resa simile a quella che l'occhio umano può percepire. È una rivoluzione da non sottovalutare: i giochi che fin da adesso supportano questa tecnologia hanno una qualità grafica decisamente superiore a tutti gli altri. Uncharted 4 presenta degli scorci e dei paesaggi mai visti in precedenza su un videogame. L'unico grande problema riguarda il supporto dei televisori: al momento sono pochi quelli sviluppati per la tecnologia HDR e il loro costo è ancora piuttosto elevato: ci vorranno almeno altri due anni affinché ogni gamer potrà sfruttare i benefici dell'HDR.

Realtà virtuale e controller

È impossibile non trattare la spinosa questione del Playstation VR: il visore è uscito un mese prima rispetto alla nuova console e la scelta di Sony non è casuale. La realtà virtuale sarà il futuro dei videogame, ma per sfruttare a massimo le potenzialità del visore VR era necessaria una console più potente della PlayStation 4. Nei prossimi mesi vedremo veramente il potenziale del PlayStation VR, ma già dai primi aggiornamenti disponibili i videogame sviluppati per il visore VR presentano una definizione video decisamente superiore.

 

 

Sony ha deciso di effettuare un mini restyling anche per quanto riguarda il controller: il DualShock 4 era già apparso per la PlayStation 4 Slim e presenta veramente pochissimi novità. La struttura resta più o meno la stessa con l'unica aggiunta di poter collegare il joypad alla console anche tramite il cavo USB.

L'unica pecca riguarda la mancanza di un lettore Blu-Ray 4K: la decisione di Sony è molto semplice da spiegare, era necessario contenere i costi e l'unica cosa che si poteva tagliare era proprio la periferica video.

In definitiva, la PlayStation 4 Pro permette a Sony di fare un deciso passo in avanti verso una nuova generazione di console: la qualità grafica dei videogame beneficerà della nuova risoluzione, ma al momento resta il problema non indifferente dei televisori 4K, che sono ancora una piccola nicchia del mercato. Ci vorranno almeno 24 mesi per scoprire il vero potenziale della nuova console targata Sony,

PlayStation 4 Pro: i giochi disponibili

 

 

Giochi sviluppati appositamente per la nuova console ancora non sono stati lanciati, ma molte software house hanno presentato degli aggiornamenti che permettono di aumentare la risoluzione e la qualità delle immagini. Al momento il risultato migliore è quello di Uncharted 4: infatti, il videogame sviluppato da Naughty Dog raggiunge una risoluzione di 1440p, molto vicina a quella supportata dalla PlayStation 4 Pro. Il risultato è notevole e il gioco sembra prendere vita: colori più dinamici, ambientazioni uniche e la fluidità del gioco non sembra risentirne. Altri videogame che hanno beneficiato di un aggiornamento sono The Last of Us, che nonostante abbia qualche annetto sulle spalle ne esce rinvigorito, mentre The Rise of Tomb Raider può essere una vera e propria sorpresa per gli appassionati del genere (il nuovo formato 4K ne migliora le dinamiche gioco). Inoltre, anche i giochi sviluppati per il PlayStation VR presentano dei miglioramenti (Driveclub offre un'esperienza di guida più reale). Per i primi videogame sviluppati appositamente per la nuova console sarà necessario aspettare i primi mesi del 2017: grande attesa intorno a Horizon: Zero Down, pronto a sfruttare a pieno la potenza grafica della PlayStation 4 Pro.

Prezzo e uscita della PlayStation 4 Pro

I fan potranno acquistare la PlayStation 4 Pro dal 10 novembre a un prezzo consigliato di 409,99 euro. È molto probabile che le grandi catene lanceranno dei bundle comprensivi di alcuni videogame già ottimizzati per la risoluzione 4K.

Recensioni

  • Multiplayer.it. Una console di transizione. Così Antonio Fucito del sito web Multiplayer.it definisce la nuova PlayStation 4 Pro. Ottimi gli sforzi di Sony per assicurare la retro compatibilità con i videogame della PlayStation 4, meno la mancanza di un lettori Blu-Ray 4K. L'azienda giapponese ha lavorato sodo anche per sviluppare delle tecniche che permettano a qualunque software house di produrre videogame con una risoluzione 4K, mentre il supporto all'HDR non è una novità, dato che con l'aggiornamento del firmware tutti e tre i modelli di PlayStation 4 disponibili sul mercato potranno beneficiare della nuova tecnologia. Per sfruttare al massimo le potenzialità della console è necessario utilizzare un televisore con risoluzione 4K, ma al momento non sono tantissimi quelli presenti sul mercato. Al momento grandi differenze tra la PlayStation 4 Pro e il primo modello commercializzato oramai tre anni non sono molte e per questo motivo Antonio Fucito si astiene nel dare un consiglio se acquistare o meno la nuova console Sony

 

playstation 4 pro caratteristiche tecniche

 

  •  Everyeye.it. Aggiornamento tecnico molto interessante, ma non una vera e propria rivoluzione rispetto al modello precedente, anzi Sony non fa nulla per marcare le differenze con la prima console next gen. Sul comparto tecnico le differenze sono molte e l'ottimizzazione tra hardware e software compiuto dall'azienda giapponese è ancora una volta ottimo, i videogame con una risoluzione 4K presentano molte differenze grafiche con quelli in FullHD, mentre per quanto riguarda il gameplay è ancora troppo presto per dare un'opinione. La recensione del sito dedicato ai videogame Everyeye.it cerca di evidenziare tutti i dubbi che sono nati intorno al progetto PlayStation 4 Pro: la console è sicuramente interessante ma al momento lavora a metà della propria potenza, le software house sono ancora un po' indietro nello sviluppo di giochi in risoluzione 4K e bisognerà aspettare il prossimo anno con l'uscita di videogame come For Honor e Horizon: Zero Dawn. La nota positiva riguarda il prezzo: la PlayStation 4 Pro non presenta un costo molto superiore rispetto agli altri modelli presenti sul mercato e questo favorisce un suo acquisto, soprattutto da parte di coloro che si avvicinano per la prima volta al mondo Sony
  • Cnet.com. A soli tre anni dall'uscita della PlyStation 4 Sony torna con un nuovo modello che supporta sia la risoluzione 4K sia l'High Dynamic Range. Una scelta abbastanza curiosa secondo Jeff Bakalar del sito internazionale dedicato alla tecnologia Cnet.com: la console next gen stava ancora vendendo bene e si difendeva egregiamente dai continui attacchi di Microsoft. Le premesse sono ottime con un deciso miglioramento della qualità grafica dei videogame, che però la momento è quasi impossibile da giudicare a causa della mancanza di titoli che si avvicinino a una risoluzione così elevata. Sony ha lavorato affinché qualsiasi applicazione presente già sulla PlayStation 4 sia compatibile con la nuova console e l'hard disk da 1TB permette di spostare tutti i file. Ma non mancano le pecche: il Blu-Ray da 4K doveva essere presente, mentre i videogame che utilizzano l'upscaling per raggiungere la massima risoluzione non presentano dei grossi miglioramenti grafici

 

play station 4 pro le recensioni

 

  • TheVerge.com. In attesa di ciò che ci può riservare il futuro, per quest'anno la PlayStation 4 Pro è la migliore console che si può acquistare sul mercato. Questo il pensiero di Paul Miller del portale internazionale dedicato ai prodotti tecnologici TheVerge.com. La caratteristica più interessante della nuova console Sony è sicuramente il prezzo: non è facile trovare dispositivi pensati per il gaming che assicurano queste caratteristiche a poco più di 400 euro. Con in più l'ottimizzazione tra hardware e software che assicura l'azienda giapponese. Logicamente il meglio di sé lo dà in accoppiata con un televisore 4K ma anche con uno schermo FullHD riesce a migliorare la qualità dell'immagine. Se dovete acquistare una nuova console non ci sono dubbi: la PlayStation 4 Pro è il meglio che offre il mercato. Parola di Paul Miller.

Copyright CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail