horizon zero dawn recensione e gameplay

Come si gioca a Horizon: Zero Dawn

Uno dei giochi più attesi dell'anno è arrivato sugli scaffali e non ha tradito le attese. Horizon: Zero Dawn è un videogame di alto livello e uno dei migliori action RPG di sempre. Scopriamolo insieme
Come si gioca a Horizon: Zero Dawn FASTWEB S.p.A.

"Ma tanto è solamente un gioco". Quante volte si è sentita questa frase? Tantissime. Il mondo videoludico è sempre stato denigrato: un prodotto dell'industria culturale che non può essere paragonato con i grandi capolavori del cinema. Troppo poco mainstream e troppo legato al mondo dei "nerd". Fortunatamente negli ultimi anni le cose stanno cambiando, grazie soprattutto a un cambio di mentalità: i videogame non sono solamente un passatempo per adolescenti e per uomini non ancora cresciuti, ma sono un vero e proprio fenomeno culturale del nostro tempo e come tali devono essere giudicati. Poi ogni tanto si incontrano delle vere e proprie perle che potrebbero dire la loro anche agli Oscar. E una delle prime perle del 2017 è sicuramente Horizon: Zero Dawn, il videogame prodotto da Guerilla Games, presentato per la prima volta all'E3 di Los Angeles del 2015 e che stupì tutti per la particolarità della trama. A due anni dal primo trailer, il videogame arriva sugli scaffali come esclusiva Sony e non tradisce le attese.

 

 

Horizon: Zero Dawn è un action RPG con struttura open-world tra i migliori di sempre: dall'ambientazione, al sistema di combattimento fino alla storia, tutto è curato nei minimi dettagli. Sviluppato anche per PlayStation 4 Pro, permette di scoprire tutte le potenzialità della nuova console Sony. La trama è molto particolare e ben strutturata e racconta la storia di Aloy, una ragazza che combatte per sconfiggere la corruzione e le creature maligne che vivono sul suo pianeta. La storia è ambientata nel 2066, ma la Terra è molto differente da quella che potremmo pensare: l'orologio del tempo è tornato indietro, e invece delle macchine volanti, ci troveremo a parlare con tribù antiche che ancora vanno a caccia per procurarsi il cibo. L'unica testimonianza della tecnologia sono delle macchine/robot che dovremmo sconfiggere e cercheranno in tutti i modi di mettere bastoni tra le ruote di Aloy.

 

 

Un progetto ambizioso per un videogame che non può non far felici gli appassionati del genere. Le recensioni di Horizon: Zero Dawn mettono in evidenza il grande lavoro svolto dalla software olandese: il videogame merita di essere giocato almeno per un paio di ore prima di dire che ci si aspettava di più. Horizon: Zero Dawn è un piccolo capolavoro che va scoperto piano piano: forse nelle prime ore di gioco è un po' lento, ma assicura una longevità di oltre quartana ore, un fatto non abituale per videogame del genere. Se volete scoprire qualcosa di più sul videogame, ecco la nostra recensione di Horizon: Zero Dawn.

Aloy, un'eroina moderna

 

 

Uno dei difetti maggiori degli action RPG con una struttura open world è quello di lasciare troppa libertà ai giocatori di "crearsi il proprio videogame". Per la smania di creare un gioco immenso, molte software house creano trame e sottotrame che snaturano la vera storia del videogame. Guerrilla Games è stata chiara fin da subito, Horizon: Zero Dawn sarebbe stato un videogame diverso anche sotto questo punto di vista. Il titolo racconta la storia che gli sceneggiatori della software house olandese hanno pensato fin dall'inizio, senza dare troppa libertà ai giocatori di cambiare la cronologia degli eventi. E questo è sicuramente un piccolo vantaggio per il videogame: una storia strutturata con una trama che regge dall'inizio alla fine. E con un'eroina che sembra uscita direttamente da un film d'avventura. Aloy non è una principessa Disney e nemmeno una strega cattiva, è un'eroina dei nostri tempi, una ragazza normale con i capelli lunghi, pronta a combattere per contro tutto e tutti per portare a termine la propria missione. Una ragazza forte, come richiede un mondo comandato da macchine/robot e da uomini corrotti senza cuore.

Un mondo post-post apocalittico

 

 

Dando uno sguardo veloce all'ambientazione, chiunque non conosca il videogame può pensare che Horizon: Zero Dawn sia ambientato nell'età preistorica. Pitture rupestri nelle grotte, tribù indigene che vanno a caccia e paesaggi incontaminati. In realtà il gioco è ambientato dopo il 2066, il Mondo ha conosciuto una vera e propria rivoluzione e l'unica testimonianza della tecnologia sono alcuni mostri meccanici che saranno i nemici di Aloy. Sono loro, insieme a degli uomini corrotti, a governare la Terra.

Il videogame è un viaggio lungo oltre quaranta ore in cui il gamer dovrà andare alla coperta di tutte le città che incontrerà durante il cammino: una mappa veramente sconfinata a cui ora dopo ora si aggiungono nuove zone. Avamposti da conquistare, mostri da abbattere e umani da uccidere: il gameplay di Horizon: Zero Dawn è molto vario e divertente. Il giocatore sarà costretto ogni volta a cambiare strategia a seconda dell'avversario che si troverà a combattere.

Il sistema di combattimento di Horizon: Zero Dawn

 

 

Una delle caratteristiche migliori di Horizon: Zero Dawn è sicuramente il sistema di combattimento. Nella maggior parte dei casi ci troveremo di fronte dei robot grossi e molto abili a sfruttare le loro capacità. Dovremmo essere bravi a utilizzare le armi di Aloy e a sfruttare a nostro vantaggio le debolezze dei robot: ogni avversario ha un punto debole, dovremmo solamente essere bravi a scoprirlo. Per quanto riguarda l'intelligenza artificiale i robot non sono per nulla semplici da sconfiggere e vengono governati molto bene. Lo stesso non lo si può dire degli umani: la loro IA lascia molto a desiderare e dopo un po' i loro movimenti sono più o meno sempre uguali. Nonostante questo piccolo difetto, non si può che fare i complimenti a Guerrilla Games per il lavoro che è riuscita a fare. Verso la fine del videogame ci troveremo a combattere con dei robot davvero difficili da abbattere.

Appassionante

 

 

Horizon: Zero Dawn ha la classica struttura divisa degli action RPG: il gamer dovrà affrontare diverse missioni principali e secondarie e dovrà essere bravo a trovare tutti i collezionabili sparsi in giro per la mappa. La differenza tra la vittoria e la sconfitta la farà proprio la capacità di trovare tutti gli oggetti presenti nel videogame: un'arma in più nel proprio armamentario può essere fondamentale. Per questo motivo sarà necessario interagire con i diversi mercanti che incontreremo lungo il percorso: ognuno avrà con sé armi speciali e permetterà di fare rifornimento di munizioni.

Più andremo avanti con il gioco e maggiori saranno le capacità che Aloy svilupperà. L'albero della abilità è diviso in tre diverse sezioni e dovremmo essere bravi a crescere gradualmente senza mettere in secondo piano un'abilitò rispetto a un'altra. Gradino dopo gradino si dovrà migliorare ogni singola caratteristica della propria eroina. L'unico piccolo difetto riguarda le prime ore di gioco un po' lente, che potrebbero far decidere ai giocatori di smettere di giocare: non fatelo, ve ne potrete pentire amaramente.

Cosa incontreremo durante la nostra avventura

 

 

La bellezza di un videogioco è data anche dalla sua profondità. E sotto questo punto di vista Horizon: Zero Dawn non è secondo a nessuno. Il videogioco presenta oltre venticinque esemplari di macchine, ognuna con le sue caratteristiche e punti deboli. Bisognerà essere bravi a riconoscere quale robot si sta affrontando e a sfruttare a proprio vantaggio l'ambiente che ci circonda. Nel caso in cui l'erba sia alta sarà possibile attaccare le macchine da dietro le spalle nella speranza di coglierle di sorpresa e abbatterle con un colpo mortale. In alcuni casi sarà possibile anche prenderne il controllo a attaccare gli altri robot in uno scontro macchine vs macchine.

Ma i difetti non mancano

 

 

Dopo aver incensato il videogame è necessario parlare anche dei difetti che logicamente non mancano. La software house olandese si è concentrata, giustamente, sul gameplay e sull'ambientazione, mettendo un po' da parte i dialoghi e la caratterizzazione dei personaggi umani, che ne escono un ridimensionati rispetto alla spettacolarità delle macchine. Il problema è evidente soprattutto nelle scene di raccordo: i dialoghi non sono realizzati benissimo e il movimento delle persone lascia un po' perplessi. Una piccola dimenticanza che fa leggermente abbassare il giudizio finale su Horizon: Zero Dawn, che comunque resta un videogame di alto, se non altissimi livello.

Bellezza e meraviglia

 

 

Sono pochissimi i videogame che possono offrire degli scorci e dei paesaggi come quelli presenti in Horizon: Zero Dawn. Il Decima Engine, il motore grafico utilizzato da Guerrila Games, permette al videogioco di eccellere sotto il punto di vista dell'ambientazione: le texture sono perfette e la distanza visiva è sconfinata. I particolari sono tutti realizzati nei minimi dettagli e sulla PlayStation 4 Pro, grazie all'HDR, fa un ulteriore salto di qualità. Anche i personaggi secondari che solitamente sono tenuti in minor considerazione nei videogame, in Horizon: Zero Dawn hanno la stessa importanza di Aloy e dei robot e presentano una caratterizzazione di altissimo livello. Oltre al comparto grafico, è da tenere in considerazione anche il grande lavoro svolto dalla direzione artistica e dagli sceneggiatori, che sono riusciti a mettere insieme tantissimo materiale senza snaturare la storia del videogame. Ultimo accenno al comparto audio: il gioco è tradotto in italiano, ma i dialoghi non sono sincronizzati benissimo con il movimento della bocca dei personaggi. La versione in inglese, sotto questo punto di vista, è migliore.

In definitiva, Horizon: Zero Dawn è uno dei videogame migliori del suo genere e una delle esclusive più attese dell'anno per quanto riguarda la console Sony. Il gioco è realizzato con cura e con una particolare attenzione ai dettagli e saprà soddisfare anche il gamer più esigente. Horizon: Zero Dawn è consigliato sia agli appassionati del genere, ma anche a coloro che vogliono cimentarsi per la prima volta con un action RPG con struttura open world: sarà Aloy ad accogliervi nel vostro primo lungo viaggio.

Recensioni Hero: Zero Dawn

 

 

  • Multiplayer.it. Un piccolo diamante grezzo, così Antonio Fucito del sito Multiplayer.it definisce Horizon: Zero Dawn. Nella sua recensione, il giornalista mette in evidenza il grande lavoro compiuto dai ragazzi di Guerrilla Games che alla loro prima esperienza nel mondo degli action RPG con struttura open-world hanno fatto subito centro. Anche se non mancano dei difetti che fanno leggermente abbassare il giudizio finale. Le sequenze dedicate ai dialoghi non sono realizzate alla perfezione e lo stesso si può dire dell'intelligenza artificiale, in molti casi deficitaria, soprattutto quando si tratta di controllare gli umani. Per il resto Horizon: Zero Dawn è un grandissimo videogame, con una grafica a tratti eccezionale. Anche la mappa è molto ampia e variegata, dando grande libertà ai giocatori di scegliere la tattica migliore per affrontare le macchine. Antonio Fucito assegna a Horizon: Zero Dawn un giudizio finale di 8.8
  • Everyeye.it. La speranza più grande è che Guerrilla Games dedichi ancora tempo e denaro a Horizon: Zero Dawn e che nei prossimi anni renda disponibili dei DLC (downloadable content) che permettano di continuare l'avventura con Aloy. E non perché il gioco sia monco in qualche parte, anzi tutt'altro. Horizon: Zero Dawn è uno dei migliori action RPG con struttura open-world della sua generazione: il lavoro di Guerrilla Games è stato encomiabile e nonostante alcuni piccoli difetti, il videogame è realizzato con molta cura. Questo in estrema sintesi il pensiero di Tommaso Montagnoli nella sua recensione per il portale dedicato ai videogame Everyeye.it. La storia di Aloy è molto appassionante e strutturato con grande cura, un fatto da non sottovalutare quando si parla di un action RPG. In definitiva Horizon: Zero Dawn è un videogame realizzato con grande cura e per questo merita una valutazione finale di 9.2

 

 

  • Spaziogames.it. La natura selvaggia ha ripreso il controllo sulla Terra e l'unica testimonianza della tecnologia sono delle macchine simili a dei robot. L'ambientazione di Horizon: Zero Dawn è molto particolare, ma la scelta degli sceneggiatori è stata azzeccatissima: il videogame è realizzato con molta cura e la storia regge dal primo fino all'ultimo minuto. Secondo Domenico Musicò del portale Spaziogames.it il livello tecnico e grafico di Horizon: Zero Dawn è di altissimo livello che lo rendono uno dei migliori action RPG di questa generazione. Purtroppo non mancano dei difetti che ne abbassano il voto finale: i giocatori hanno poca scelta all'interno della storia e sono presenti dei glitch che infastidiscono le scelte dei gamer. L'intelligenza artificiale, soprattutto quella che controlla gli umani, è sotto la sufficienza e rende alcune parti della storia troppo ripetitive. Ma il giudizio finale u Horizon: Zero Dawn è tutt'altro che negativo: Domenico Musicò gli assegna un 9
  • IGN.it. Per essere il primo lavoro di Guerrilla Games all'interno del mondo degli action RPG con struttura open-world non si può che fare i complimenti alla software house olandese: il videogame presenta un livello tecnico e grafico difficilmente eguagliabili. Anche se non mancano dei difetti legati soprattutto all'inesperienza. Il gameplay, grazie soprattutto al grande lavoro compiuto sul sistema di combattimento, è molto divertente e vario. Horizon: Zero Dawn è un'ottima base da cui ripartire per regalare nei prossimi anni un videogame perfetto in ogni sua singola parte. Infatti, non mancano alcuni piccoli difetti legati soprattutto alle sequenze dedicate ai dialoghi. Questo il pensiero di Gianluca Loggia del sito IGN.it che nella sua recensione di Horizon: Zero Dawn assegna al videogame un voto di 8.7

 

 

  • Gamespot.com. Un videogame complesso e con un sistema di combattimento quasi perfetto in ogni sua parte. Guerrilla Games ha svolto un grandissimo lavoro e per certi versi può essere definita una vera e propria sorpresa, essendo Horizon: Zero Dawn il primo action RPG realizzato dalla software house olandese. I robot sono realizzati con grande cura così come l'ambientazione: il comparto grafico di Horizon: Zero Dawn è uno dei migliori della sua generazione. Non mancano alcuni difetti legato all'interfaccia utente difficile da navigare e altre mancanze più piccole. Peter Brown del sito internazionale Gamespot.com dedicato ai videogame ha valutato il videogame con un voto di 9.

Copyright © CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail