assassins creed odyssey

Come si gioca ad Assassin's Creed Odyssey

Con Assassin's Creed Odyssey si va alla scoperta dell'Antica Grecia: Atene contro Sparta, mercenari e templari e le battaglia in acqua. Ecco la nostra recensione
Come si gioca ad Assassin's Creed Odyssey FASTWEB S.p.A.

A solo un anno di distanza da Assassin's Creed Origins, titolo ambientato nell'antico Egitto, arriva sugli scaffali Assassin's Creed Odyssey, videogame che prosegue la svolta "storica" voluta da Ubisoft. Il nuovo capitolo di una delle serie di maggior successo degli ultimi dieci anni è ambientato nell'Antica Grecia, all'epoca di Atene contro Sparta, dei grandi filosofi e delle battaglie campali. A questo scenario si vanno ad aggiungere i mercenari e soprattutto i templari, sebbene non siano proprio di quell'epoca. Si tratta di un falso storico al quale Ubisoft è però riuscita a dare una spiegazione valida: il motivo sono i Frutti dell'Eden e della Prima Civilizzazione che sono legati al mondo greco. Il nuovo capitolo di Assassin's Creed è uno dei più vasti di sempre: Ubisoft ha ricreato quasi tutto il territorio dell'attuale Grecia, compresi i tantissimi isolotti presenti nel Mar Egeo. La presenza delle isole ha permesso alla software house di re-introdurre anche le battaglie navali in stile Black Flag che tanto piacciono ai fan della serie.

 

 

L'altra novità presente in Assassin's Creed Odyssey è la possibilità di scegliere con quale personaggio affrontare il videogame. Ci sono due possibilità: Kassandra o Alexios. La prima è una donna spartana che fin da piccola è dovuta scappare da casa ed è cresciuta da sola sull'isola di Cefalonia, mentre Alexios è molto più legato ai classici personaggi presenti nel videogame. La trama non cambia a seconda del personaggio scelto: a influire sulla storia sono le decisioni che i giocatori prendono ai vari bivi narrativi presenti nel gioco. In totale sono presenti nove finali alternativi che invitano i gamer a completare il gioco almeno per un paio di volte e scoprire come cambia la storia a seconda delle decisioni prese. Assassin's Creed Odyssey prosegue sul solco tracciato dal capitolo precedente: il gameplay non ha subito grossi cambiamenti, mentre è stato modificato l'albero delle abilità che ora presenta tre percorsi completamente diversi tra di loro (Assassino, Guerriero e Cacciatore).

 

 

Ubisoft Quebec ha fatto un grande lavoro, soprattutto per quanto riguarda le ambientazioni e la mappa. Sotto il punto di vista della longevità sono stati fatti grossi passi in avanti: per completare il gioco abbiamo impiegato quasi 50 ore e le missioni secondarie non sono state tutte completate. Una durata così elevata è dovuta alla trama che obbliga il giocatore a completare quest secondarie che si rivelano fondamentali per la storia. Uno stratagemma molto intelligente e che permette ad Assassin's Creed Odyssey di aumentare le ore di divertimento. Il gioco è stato accolto con ottimi voti dalla critica di settore, segno che il lavoro svolto dalla software house canadese è stato apprezzato dai giornalisti. Ci sono alcuni piccoli difetti, ma la strada intrapresa da Ubisoft è quella giusta. Se volete saperne di più sulla trama e sul gameplay non vi resta che leggere la nostra recensione di Assassin's Creed Odyssey.

Kassandra e Alexios

 

 

La prima decisione importante riguarda il personaggio con cui affrontare Assassin's Creed Odyssey: il giocatore avrà la possibilità di scegliere tra Kassandra e Alexios. Mentre il secondo ricalca alla perfezione i classici personaggi presenti nei precedenti capitoli, Kassandra è una vera novità. Oltre a essere una donna, Kassandra ha vissuto una vita tutt'altro che facile: quando era piccola il padre ha tentato di ucciderla gettandola da una montagna, ma si è salvata ed è scappata portando con sé la lancia di Leonida, una reliquia sacra per gli spartani. Dopo essere scappata dal padre, Kassandra si rifugia nell'isola greca di Cefalonia dove cresce e diventa donna. La scelta di uno dei due personaggi, però non modifica la storia che andremo ad affrontare.

Ma questo non vuol dire che la trama sia uguale per tutti: all'interno del nostro viaggio dovremo prendere delle decisioni che cambieranno il finale. Gli sviluppatori hanno previsto nove finali diversi che permettono ai giocatori di completare il titolo almeno un paio di volte. Per arrivare alla conclusione di Assassin's Creed Odyssey sono necessarie almeno una quarantina di ore di gioco (noi ne abbiamo impiegate quarantotto), ma senza completare tutte le missioni secondarie, che sono tante e molto diverse tra di loro. La storia è corposa e vede tanti personaggi differenti alternarsi sullo schermo: si va dai grandi filosofi dell'Antica Grecia, ai protagonisti della mitologia greca, fino ai Templari e ai mercenari. Tutti hanno un ruolo ben specifico e si integrano alla perfezione nella storia creata da Ubisoft Quebec.

Gameplay Assassin's Creed Odyssey

 

 

Il gameplay ricalca in gran parte quello di Assassin's Creed Origins, con l'unica differenza dei comandi che sono stati completamente rivisti: con l'analogico sinistro si controlla l'arco, mentre con quello destro si attivano gli attacchi pesanti. Anche l'inventario è stato leggermente semplificato e si basa sui tre rami dell'albero delle qualità. Proprio l'albero ha subito i cambiamenti maggiori: ci sono tre diverse classi tra cui scegliere. Con la classe Guerriero si sbloccheranno delle abilità che aumenteranno le probabilità di uscire vittoriosi da un corpo a corpo, mentre la classe Cacciatore permette di diventare un arciere provetto e sblocca la possibilità di utilizzare frecce avvelenate o incendiarie. Infine, c'è la classe Assassino dedicata a coloro che preferiscono un approccio stealth.

Attenzione agli avversari

 

 

Gli ultimi capitoli di Assassin's Creed hanno mostrato dei grossi passi in avanti sotto il punto di vista dell'intelligenza artificiale. I nemici non "aspettano" il proprio turno per essere ammazzati, ma portano avanti una propria strategia per metterci in difficoltà. Se ci si trova ad affrontare quattro, cinque nemici è molto difficile non uscire con qualche livido o ferita sulla pelle. Anzi, è probabile che saremo in difficoltà e dovremo scappare per restare vivi.

Nel caso in cui non si riesca a completare una missione, si avrà la possibilità di cambiare il livello di difficoltà. Ce ne sono quattro: facile, normale, difficile e incubo e già a quello intermedio riuscire a sconfiggere i nemici è piuttosto complicato.

Comparto grafico e sonoro

 

 

Ubisoft Quebec ha fatto un grande lavoro: non era semplice riprodurre una mappa così vasta e con così tanti dettagli senza andare a inficiare le prestazioni del motore grafico. C'è da segnalare solamente la presenza di qualche glitch e di alcune texture poco definite, per il resto il livello è molto alto. Difficilmente si notano cali nel frame rate, anche nelle inquadrature con il paesaggio più ampio.

Alto livello mantenuto anche per il comparto sonoro. Assassin's Creed Odyssey offre oltre venti ore di dialoghi tutti doppiati in italiano, caratteristica difficile da trovare in altri videogame. Promosso!

 

7 ottobre 2018

Copyright CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail