Fastweb

WWDC 2017, tutte le novità targate Apple

Microsoft Office per iOS Smartphone & Gadget #office #microsoft Microsoft presenta una nuova app di Office per iOS e Android La nuova app mobile di Microsoft è un hub centrale che combina Word, Excel, PowerPoint e tutto quello che riguarda Office
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
WWDC 2017, tutte le novità targate Apple FASTWEB S.p.A.
WWDC 2017, tim cook
Smartphone & Gadget
Dal palco della WWDC 2017, Apple ha presentato HomePod, un assistente domestico, il nuovo iPad Pro da 10,5 pollici e gli aggiornamenti software pe iOS, watchOS, macOS e tvOS

Un keynote durato oltre due ore, uno di quei eventi che segna uno spartiacque tra il passato e il futuro. In molti attendevano con ansia il primo evento della Worldwide Developers Conference 2017, la conferenza dedicata agli sviluppatori che ogni anno Apple organizza nella Silicon Valley, desiderosi di vedere come l'azienda di Cupertino cambierà nei prossimi mesi. Dopo le presentazioni di nuovi prodotti e di aggiornamenti software fatte da Microsoft negli ultimi mesi, Apple era chiamata a rispondere e lo ha fatto nel suo stile. Lanciando un nuovo dispositivo intelligente, l'HomePod, l'assistente domestico che le indiscrezioni dell'ultima settimana chiamavano Siri Speaker, presentando gli aggiornamenti hardware per i dispositivi MacBook, iMac e iPad Pro e mostrando cosa cambierà nei quattro sistemi operativi sviluppati dall'azienda di Cupertino (iOS, macOS, tvOS e watchOS).

 

 

Tra le tante novità presentate, anche il restyling dell'App Store che diventerà molto più fluido e semplice da utilizzare per gli utenti. Tim Cook, ha sfruttato il palco della WWDC 2017 anche per presentare i risultati ottenuti dal proprio store digitale: fino ad oggi i download effettuati sull'App Store sono 180 miliardi cge hanno permesso ad Apple di distribuire ai propri sviluppatori una cifra di 70 miliardi di dollari. E per il futuro la cifra non potrà che aumentare. Infatti, i nuovi aggiornamenti software introducono i dispositivi Apple all'interno di due tecnologie che cambieranno il nostro futuro: la realtà aumentata e la realtà virtuale. La prima sarà utilizzata nei dispositivi mobili (iPad in testa), mentre la realtà virtuale sarà supportata dai computer con la possibilità per gli sviluppatori di realizzati contenuti ad hoc.

Caratteristiche tecniche, data di uscita e prezzo HomePod

 

 

Tutti attendevano Siri Speaker, ma alla fine a prendersi le luci dei riflettori è stato il nuovo HomePod. Apple fa il suo debutto all'interno del mercato degli assistenti domestici con un dispositivo che ricorda molto più una cassa wireless che un assistente personale. E l'obiettivo dell'azienda di Cupertino è proprio quello di rivoluzionare l'ascolto domestico della musica. Dopo aver stravolto l'ascolto personale grazie all'iPod, Apple è pronta a guidare una nuova rivoluzione con il suo HomePod. Il design è molto curato, anche se rispetto alle indiscrezioni l'assistente domestico non presenta nessun tipo di schermo touch.

Prendendo spunto sempre dalle parole dell'azienda di Cupertino, l'HomePod conosce tutto della storia della musica e riproduce qualsiasi brano richiesto dall'utente. Infatti, il dispositivo sfrutta l'immensa libreria di Apple Music per ricercare le canzoni richieste dalle persone. Apple ha definito il proprio assistente personale un "musicologo" capace di rispondere a qualsiasi domanda. "Vorrei ascoltare il brano che nella classifica settimanale del 15 dicembre del 2014 era primo?" e l'HomePod riprodurrà esattamente quella canzone. Oltre alle capacità musicali, l'HomePod ha anche le funzionalità tipiche di un assistente domestico. Grazie a Siri l'utente potrà gestire i dispositivi intelligenti presenti all'interno dell'abitazione, decidere quando accendere i riscaldamenti o scoprire il meteo della giornata. Basterà chiedere a Siri per avere una risposta.

Non mancano anche alcune funzionalità legate alla privacy dell'utente: tutte le richieste fatte a Siri verranno salvate in locale, mentrre le comunicazioni tra l'utente e l'intelligenza artificiale verranno crittografate.

L'HomePod ha dimensioni piuttosto piccole e può essere posizionato in qualsiasi parte della propria abitazione. Grazie ai sensori, riesce a riconoscere la stanza dove è stato posizionato e adatta la qualità del suono. L'HomePod sarà disponibile da dicembre negli Stati Uniti, in Gran Bretagna e in Australia a un prezzo di 349 dollari. Per quanto riguarda il mercato italiano, non si conosce la data di uscita.

iPad Pro da 10,5 pollici

 

 

L'altra grande novità annunciata con alcune settimane di anticipo era il nuovo iPad Pro da 10,5 pollici. Il tablet era molto atteso soprattutto per le dimensioni dello schermo. Infatti, la grandezza del tablet è identica a quella dell'iPad Pro da 9,7'', ma Apple ha ristretto le cornici per inserire uno schermo più grande. Una soluzione che potremmo rivedere tra qualche mese durante la presentazione del nuovo iPhone 8. Oltre alla grandezza dello schermo, il nuovo iPad Pro presenta un display molto più luminoso, un processore (A10x) il 30% più potente rispetto a quello precedente e nuove funzionalità in esclusiva in arrivo con iOS 11. Inoltre, l'autonomia della batteria è di circa 10 ore. L'iPad Pro ha le prestazioni di un computer nel corpo di un tablet.

Durante la presentazione, Apple ha mostrato anche le nuove funzionalità del sistema operativo che arriveranno nei prossimi mesi con l'aggiornamento a iOS 11. Il tablet di casa Apple ne guadagnerà in prestazioni e produttività. È stata introdotta la dock, presente finora solamente sui computer, che permetterà di accedere velocemente alle applicazioni più utilizzate ed è stato ridisegnato l'app switcher. Il multitasking è stato reso più semplice e anche più efficace grazie alla possibilità di spostare applicazioni e documenti con il drag 'n drop. Introdotto anche uno scanner dei contenuti che renderà più semplice la condivisione dei documenti sia tramite iMessage sia tramite e-mail. La nuova Apple Pencil permetterà di modificare direttamente i file ricevuti tramite posta elettronica, personalizzandoli a seconda delle proprie necessità.

 

 

L'aggiornamento a iOS 11 arriverà entro la fine dell'autunno, mentre l'iPad Pro da 10,5 pollici è già disponibile per essere ordinato sul sito di Apple. Le spedizioni partiranno la prossima settimana. Tutte le novità hardware e software saranno disponibili anche sull'iPad Pro da 12,9 pollici. Ora passiamo al tasto dolente: i prezzi.

  • iPad Pro 10.5" 64GB Wi-Fi: 739
  • iPad Pro 10.5" 256GB Wi-Fi: 839
  • iPad Pro 10.5" 512GB Wi-Fi: 1059
  • iPad Pro 10.5" 64GB Wi-Fi + LTE: 899
  • iPad Pro 10.5" 256GB Wi-Fi + LTE: 999
  • iPad Pro 10.5" 512GB Wi-Fi + LTE: 1219
  • iPad Pro 12.9" 64GB Wi-Fi: 909
  • iPad Pro 12.9" 256GB Wi-Fi: 1009
  • iPad Pro 12.9" 512GB Wi-Fi: 1229
  • iPad Pro 12.9" 64GB Wi-Fi + LTE: 1069
  • iPad Pro 12.9" 256GB Wi-Fi + LTE: 1169
  • iPad Pro 12.9" 512GB Wi-Fi + LTE: 1389

 

MacBook, iMac e iMac Pro, i nuovi computer Apple

 

 

Apple ha deciso di dare una svecchiata ai propri computer, lanciando un aggiornamento hardware che colpisce tutti i dispositivi. Il MacBook (12'') monterà un processore Intel Core i7 Kaby Lake da 1.3 GHz di potenza, mentre il MacBook Pro da 13 pollici e da 15'' avranno un chipset sempre Intel Core i7 Kaby Lake ma con una potenza maggiore. I prezzi vanno da un minimo di 1549 euro per il MacBook (12'') fino ai 2899 euro per il MacBoo Pro da 15 pollici con touchbar.

Anche l'iMac ha subito una svecchiata sotto il profilo dell'hardware. Dentro alla scocca gli utenti troveranno il processore Intel Core i7 Kaby Lake supportato da una scheda video più performante. Inoltre, l'iMac da 21,5 pollici supporterà fino a 32GB di RAM, mentre quello da 27'' fino a 64GB di RAM. Lo schermo Retina è più luminoso del precedente e l'SSD più veloce nella trascrizione dei file. Il nuovo iMac è già disponibile per essere ordinato,g con le spedizioni che partiranno entro la settimana. Il prezzo va da un minimo di 1349 euro per la versione da 21,5 pollici fino a un massimo di 2199 euro per il modello con lo schermo Retina 5K da 27 pollici.

Inoltre, Apple ha anche mostrato il nuovo iMac Pro, il computer più potente mai realizzato dall'azienda di Cupertino. Un mostro di potenza e velocità che integra un processore a 18 core e supporta fino a 128GB di RAM. Il prezzo annunciato è di 4999 dollari. Nei prossimi mesi Apple organizzerà un evento ad hoc per presentare ufficialmente il dispositivo.

Caratteristiche iOS 11

 

caratteristiche ios 11

 

E ora passiamo agli aggiornamenti software. iOS 11 era sicuramente il sistema operativo più atteso e gli utenti che speravano in grandi stravolgimenti resteranno delusi. Apple ha preferito continuare sul solco tracciato negli ultimi anni e non ha mostrato grandi novità. Sotto il profilo grafico resta tutto identico, mentre ci sono delle novità per quanto riguarda iMessage. Con iOS 11 i messaggi verranno salvati su iClod in modo da poter sincronizzare le conversazioni e comunicare con i propri amici da qualsiasi dispositivo. Piccole novità anche per Apple Pay che permetterà di inviare un link a un amico tramite iMessage e ricordargli che vi deve dei soldi. Siri avrà due voci, una maschile e una femminile, e permetterà la traduzione istantanea anche per la lingua italiana. Le Mappe di Apple mostreranno anche le planimetrie degli edifici (logicamente si comincerà dalle città più grandi e dai negozi commerciali). La beta di iOS 11 è già disponibile per il download.

Le caratteristiche di macOS High Sierra

 

macos high sierra

 

Apple ha seguito l'esempio di Microsoft e ha presentato un aggiornamento del sistema operativo per computer che non va a stravolgere quanto di buono fatto con macOS Sierra. E lo si nota fin dal nome scelto per l'aggiornamento: macOS High Sierra. Le novità più interessanti riguardano il supporto alla realtà virtuale con gli sviluppatori che potranno realizzare dei contenuti ad hoc per i computer Apple e Safari, che a detta di Apple è diventato il browser più veloce sul mercato, con prestazioni del 70% superiori a Google Chrome. macOS High Sierra introdurrà anche un nuovo FileSystem che utilizzerà la crittografia per mettere al sicuro i file degli utenti. L'aggiornamento sarà disponibile dal prossimo autunno.

watchOS e tvOS

 

watchos 4

 

La WWDC 2017 si è aperta con la presentazione degli aggiornamenti dei due sistemi operativi dedicati agli smartwatch e agli smart tv. Per quanto riguarda tvOS le novità sono poche: sull'Apple Tv sarà possibile installare l'applicazione Prime Video (il servizio di streaming video di Amazon), ma come detto da Tim Cook ci vorrà ancora del tempo (e non sarà disponibile in Italia). Per un aggiornamento più importante di tvOS sarà necessario aspettare i prossimi mesi.

watchOS 4, invece, ha mostrato delle novità abbastanza interessanti. Saranno introdotte delle nuove watch faces che integrano Siri, mentre l'ascolto della musica sarà molto più semplice e coinvolgente. L'app Allenamento verrà completamente cambiata per adattarsi al meglio alle necessità degli utenti e l'Apple Watch si collegherà anche con i principali attrezzi ginnici tramite la tecnologia NFC. Gli sviluppatori potranno sfruttare al meglio la rotazione del display e creare delle nuove applicazioni dedicate esclusivamente all'Apple Watch. L'aggiornamento sarà disponibile per gli sviluppatori da oggi, mentre per gli utenti verrà rilasciato entro la fine dell'autunno.

Copyright CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #wwdc 2017 #apple #ipad #homepod #ios #imac #macbook

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.