Fastweb

Come mettere ordine nello smartphone

Gamer Web & Digital #videogames #windows 10 Xbox Game Bar in Windows 10: come funziona e come attivarla Rinnovata con il May Update 2019, la barra per i videogame permette di avere a disposizione strumenti e comandi veloci per migliorare l'esperienza videoludica
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Come mettere ordine nello smartphone FASTWEB S.p.A.
Smartphone OK
Smartphone & Gadget
Vuoi organizzare al meglio lo smarpthone? Segui i cinque consigli per gestire il cellulare dati dalla Marie Kondo italiana

Conosci Marie Kondo? È la massima esperta dell'arte del riordino. Grazie ai suoi libri e una serie tv trasmessa su Netflix ha conquistato tutto il mondo. La guru offre un metodo efficace per organizzare alla perfezione ogni angolo della casa, mettendo ordine ad ogni stanza, dalla cucina, alla camera da letto, fino al ripostiglio. È partita dal Giappone ed ha viaggiato per il mondo al fine di riordinare le case di tutto il mondo. Vivere in un ambiente ordinato e pulito infatti influenza l'umore e incrementa il benessere di chi vive al suo interno. La moda del riordino però col tempo è uscita dalle quattro mura domestiche, per diffondersi anche negli uffici, all'interno di borse e zaini e addirittura nei cellulari.

Secondo la professional organizer Sabrina Toscani il benessere non passa solo dalla casa, ma anche dagli apparecchi che usiamo quotidianamente. Ecco perché, per mettere ordine alla vita e trovare serenità, occorre anche organizzare il proprio smartphone. D'altronde ormai è diventato il nostro compagno di vita, lo consultiamo costantemente, raccogliamo al suo interno una mole enorme di materiali. Senza contare che non usciremmo mai di casa senza lui. E allora, rimbocchiamo le maniche e seguiamo i consigli di Sabrina Toscani per ordinare lo smartphone.

Smartphone

Sincronizzare il calendario dello smartphone con tutti i dispositivi usati

Ormai l'agenda cartacea è stata ampiamente sostituita dai calendari digitali, applicazioni che permettono di segnare le date dei diversi appuntamenti che si susseguono durante l'anno. Spesso un impegno viene segnato davanti al computer, altre volte invece capita di registrarlo da smartphone. Ecco che, se i calendari non sono sincronizzati, può capitare di saltare particolari eventi che non sono archiviati in una o nell'altra applicazione. Per tale motivo, è molto utile usare una sola app calendario per registrare e ricordare qualsiasi data importante. Infatti, se si segna un appuntamento da un dispositivo, questo verrà mostrato in tutti quelli in uso, senza il rischio di perdere pezzi per strada. Per lo stesso motivo, Sabrina Toscani consiglia di scaricare un'app per contenere tutte le liste di cose da fare.

I consigli dell'esperta sono basati su diversi studi e ricerche sull'argomento. Sabrina Toscani è infatti una celebrità nel mondo dell'organizzazione: è la fondatrice di Organizzare Italia e presidente dell' APOI (Associazione Professional Organizers Italia), oltre ad aver scritto un importante libro sull'argomento, dal titolo Facciamo Ordine.

Cellulari

Secondo l'esperta, ogni smartphone può essere gestito, anche quello più ricco di contenuti e informazioni: "gli smartphone forniscono strumenti utilissimi per l'organizzazione delle giornate di tutti, ma attenzione a non dimenticare che prima viene l'organizzazione e poi lo strumento. Quindi prima di utilizzare una app è bene chiarirsi in cosa vogliamo ci supporti. Troppe app infatti rischiano di confondere. Meglio averne poche e usarle in modo funzionale".

Archiviare foto, video e documenti in cloud in un'apposita app

Esistono tante soluzioni per salvare i propri video, foto, documenti su Internet invece che mantenerli nello smartphone a intasare la memoria. Che tu abbia un iPhone o un cellulare Android, puoi archiviare ogni dato in cloud. Per esempio, se hai un dispositivo Apple puoi usare l'app nativa che si chiama iCloud. Dopo averle salvate sulla periferica online, le foto saranno disponibili su qualsiasi dispositivo connesso alla Rete. Un'altra app che permette di fare il backup dello smartphone è Google Foto, ed è disponibile sia per iPhone che per Android. Alcune alternative valide sono Dropbox, OneDrive o Shutterfly.

Usare un'app per la lista della spesa

Secondo Sabrina Toscani, una delle app fondamentali per essere organizzati al meglio è quella che permette di fare la lista della spesa. I motivi sono tanti: consente di risparmiare tanto tempo. Infatti, le persone solitamente acquistano sempre le stesse cose, quindi la lista della spesa è sempre uguale. Non c'è affatto bisogno di riscriverne una da zero, basta riprendere quelle precedenti. Inoltre, le app permettono di condividere la spesa con gli altri membri della famiglia, e quindi delegare il compito a qualcun altro. Insomma, un'app di questo tipo è davvero utile per la gestione dell'economia domestica e dell'organizzazione quotidiana in generale.

Smartphone in mano

Esistono diverse soluzioni, per esempio Bring! Lista della Spesa è un'applicazione per Android, con un'interfaccia molto facile da usare. Sono ottime app per la spesa anche Our Groceries, che permette di aggiungere prodotti tramite nota vocale o scansionare i codici a barre; ListOn permette anche di aggiungere i prezzi dei prodotti.

Usare password manager

Sembra scontato, ma lo smartphone è come una cassaforte da tenere in completa sicurezza: al suo interno ci sono una marea di dati sensibili, documenti personali, segreti irrivelabili. Per tale motivo è importante proteggerlo da occhi indiscreti. Per farlo, si può ricorrere ad una apposita app capace di memorizzare tutte le diverse password dei social e altre piattaforme a cui si è iscritti. In questo modo, risulterà più facile inserire e memorizzare anche password più complesse, non la solita 123456, che può essere forzata anche da un bambino. Un'applicazione di questo tipo permette di sbizzarrirsi e scegliere chiavi di sicurezza diverse, assolutamente imprevedibili, per ogni servizio a cui si è iscritti, senza avere la paura di perderle. Infatti queste soluzioni consentono di richiamare le password ogni volta che si desidera effettuare un login.

Tenere sotto controllo l'uso di WhatsApp

L'ultimo consiglio dell'esperta in organizzazione è dedicato all'app di messaggistica più usata al mondo, quella che consultiamo prima di andare a dormire, durante una riunione a lavoro o anche mentre trascorriamo tempo in famiglia o con gli amici. Toscani ci mette in guardia dal tempo che WhatsApp ruba alle nostre giornate e invita a restringere la sua invadenza. Per farlo, consiglia di silenziare le notifiche dei gruppi o limitare le chat di lavoro. Si tratta di una sorta di detox 3.0 che permette di vivere a contatto con la realtà e più serenamente.

Telefonini

La consulente e Wiko hanno sottolineato che dispositivi elettronici ormai sono importanti nelle nostre vite e dobbiamo imparare a usarli e organizzarli al meglio, senza però farci sopraffare da essi: "Occorre spegnere periodicamente i cellulari, staccarsi fisicamente da loro per qualche ora e acquisire maggior consapevolezza per esserne noi i reali fruitori e non viceversa".

 

14 aprile 2019

copyright CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #smartphone #guida

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.