Mattel presenta la ThingMaker, una fabbrica di giocattoli in casa

Mattel presenta la ThingMaker, una stampante 3D per realizzare giocattoli

Una stampante 3D, una semplice app,e il gioco fatto. Nel vero senso della parola
Mattel presenta la ThingMaker, una stampante 3D per realizzare giocattoli FASTWEB S.p.A.

Alla Fiera del Giocattolo di New York andata in scena dal 13 al 16 febbraio 2016, Mattel ha presentato, tra le varie novità, la ThingMaker, una stampante 3D da 300 dollari pensata per i più piccoli e per dare loro la possibilità di ideare e realizzare i propri giocattoli direttamente a casa.

Grazie all'app chiamata ThingMaker Design realizzata con Autodesk, (e dall'interfaccia estremamente intuitiva), sarà semplice poter stampare le proprie idee. L'applicazione è già completa di diversi progetti utilizzabili dai bambini, come bracciali, anelli, scorpioni, scheletri o bambole, tutti realizzati in parti componibili per scatenare la fantasia, e stampabili in circa mezz'ora.

Pur consigliandola a bambini da 13 anni in su, la Mattel dichiara la ThingMaker estremamente sicura. La testina di stampa a caldo, infatti, si ritira nel dispositivo quando non è in uso o quando lo sportello dello scomparto viene aperto, in modo da evitare scottature alle dita dei piccoli.

Cambio di programma

Rispetto a quanto inizialmente previsto, però, l'uscita sul mercato del ThingMaker è stata rinviata esattamente di un anno. Se nei piani Mattel la stampante 3D per giocattoli sarebbe dovuta essere presentata nel settembre 2016, ora sarà necessario attendere l'autunno del 2017. La notizia arriva prima dalla rivista statunitense Engadget ed è stata poi confermata dalla stessa azienda statunitense con un comunicato ad hoc. "Dopo un'attenta considerazione – ha affermato uno dei portavoce Mattel – l'azienda ha deciso di spostare il lancio del ThingMaker all'autunno 2017. È nostra intenzione, infatti, rilasciare sul mercato prodotti che siano sempre quanto di meglio il mercato ha da offrire. Per questo motivo la società ha deciso di rinviare il lancio e impiegare questo tempo nel perfezionare il prodotto, lavorando sodo sulle funzionalità digitali della stampante 3D". Stando a questa dichiarazione, dunque, il problema sembrerebbe risiedere nel software e non nel dispositivo stesso.

16 febbraio 2016 (aggiornato il 12 dicembre 2016)

 

Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: cosa c' da sapere
Scarica subito l'eBook gratuito e scopri cosa bisogna assolutamente sapere per proteggere i propri dispositivi e i propri dati quando si utilizza la Rete
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail