Fastweb

Impara come creare foto in 3D con la tua fotocamera digitale

telefono pieghevole Smartphone & Gadget #smartphone Un nuovo telefono pieghevole con schermo da 10 pollici Il prototipo di TCL è il più grande mai costruito, con uno schermo in grado di piegarsi molte volte
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Impara come creare foto in 3D con la tua fotocamera digitale FASTWEB S.p.A.
Una foto 3D panoramica, da vedere con occhiali anaglifici
Smartphone & Gadget
Il 3D non è solo per le riprese video. La fotografia 3D si sta rapidamente diffondendo grazie anche ai programmi di fotoritocco e app

Non solo film. Non solo animazione digitale. Non solo cinema. Non solo TV. La terza dimensione si può applicare benissimo anche alla fotografia. È sempre meno inusuale, infatti, trovare fotocamere digitali, anche compatte o bridge, in grado di scattare fotografie 3D, realizzando così immagini simili, se non proprio identiche, a quelle che siamo abituati a vedere nei cinema. Ma secondo quali principi è possibile realizzare una foto 3d? Esattamente gli stessi che hanno portato alla creazione della cinematografia in tre dimensioni.

Che cos'è la stereoscopia

Alla base di tutto c'è la stereoscopia, ovvero una particolare tecnica di realizzazione e visualizzazione di immagini (siano esse fotografie, disegni o filmati) che restituiscono l'illusione della tridimensionalità, pur essendo di fatto immagini bidimensionali. L'immagine stereoscopica, infatti, è realizzata a partire da due immagini dello stesso soggetto riprese da punti di vista differenti (solitamente distanti l'uno pochi centimetri dall'altro). Queste due immagini vengono poi ricombinate nel cervello fino a creare la percezione della profondità e, quindi, della terza dimensione. Tutto ciò è possibile grazie alla visione binoculare dell'uomo. Per questo, quando la distanza focale tra le due immagini è pari alla distanza interpupillare del soggetto si parla di stereoscopia naturale, altrimenti di stereoscopia artificiale.

Macchina fotografica binoculare e macchina fotografica monoculare

I metodi per realizzare un'immagine stereoscopica sono vari. E non tutti moderni come potremmo pensare. La stereoscopia venne infatti scoperta attorno al 1830 e la fotografia, sin dai suoi albori, si interessò a questa tecnica. Il metodo più "naturale" è quello di utilizzare una macchina fotografica binoculare (dotata quindi di due obiettivi), posti a circa 6,5 centimetri di distanza l'uno dall'altro. Una seconda tecnica prevede l'utilizzo di una normale macchina fotografica monoculare (dotata quindi di un solo obiettivo) con la quale scattare due differenti immagini dello stesso soggetto.

 

 

Come fare foto 3D

Se a casa avete un paio di occhialini anaglifici (quelli con una lente rossa e una blu, per intenderci), potete provare l'ebrezza di realizzare foto in 3D direttamente in casa. Il punto di partenza sono due foto delle stesso soggetto scattate a pochi centimetri di distanza l'una dall'altra (solitamente basterà scattare la seconda foto circa 7 centimetri più a destra o più a sinistra della prima) e un po' di dimestichezza con qualche programma di fotoritocco.

La procedura da seguire con software come Photoshop non è complessa, ma un po' lunghina. Nel video precedente è spiegata abbastanza semplicemente, mostrando passaggio dopo passaggio quello che l'utente deve fare. Nel caso non si abbia Photoshop o non si voglia spenderci troppo tempo sopra, si potranno utilizzare programmi di fotoritocco gratis come Free 3D Photo Maker. Grazie a questo tool, tutto quello che si dovrà fare sarà caricare le due foto e avviare il processo di "tridimensionalizzazione". Nel giro di qualche decina di secondi si potrà scaricare la foto 3D appena creata dal programma.

Le fotocamere 3D

Comunque, come accennato, da qualche anno a questa parte sono presenti sul mercato fotocamere in grado di realizzare automaticamente foto in 3D. Un esempio è quello della Lytro camera, la rivoluzionaria fotocamera digitale plenottica, è in grado di realizzare fotografie del genere. Come già detto, Lytro fotografa un intero campo di luce anziché una singola immagine e, in fase di post produzione, dà la possibilità anche di scegliere se realizzare una foto bidimensionale o una fotografia tridimensionale.

Fare foto 3D con lo smartphone

Dotati di sensori fotografici sempre più potenti e accurati, anche gli smartphone possono essere utilizzati per creare foto tridimensionali. Come? Basta scaricare l'app giusta e utilizzarla seguendone alla lettera le indicazioni: nel giro di qualche secondo (tutto dipende, però, dalla potenza del nostro smartphone) potremmo ammirare la nostra creazione 3D.

  • 3D Camera. Grazie a 3D Camera, app Android gratis per fare foto tridimensionali, sarà possibile trasformare il proprio dispositivo mobile in una fotocamera binoculare senza essere costretti a spendere migliaia di euro. Come visto nel caso delle fotocamere digitali "standard", tutto quello che si dovrà fare sarà scattare foto dello stesso soggetto a una distanza di qualche centimetro l'una dall'altra e attendere che l'app le unisca in un unico scatto. Per evitare che commettiate errori, 3D Camera vi darà delle indicazioni su come realizzare le foto migliori: non avrete così problemi a trovare le giuste angolazioni e creare la foto 3D perfetta. Per rivederla, basterà cercarla nella galleria interna dell'applicazione e muovere lo smartphone: grazie ai sensori interni si potrà "girare attorno" al soggetto dello scatto e vederlo da più angolazioni senza bisogno di occhialini

 

 

  • Make it 3D. Il funzionamento è sempre lo stesso: si lancia l'app, si scattano due foto dello stesso soggetto a distanza di pochi centimetri l'una dall'altra (basta seguire le indicazioni che si riceveranno durante lo scatto) e attendere che l'app crei la foto 3D. A differenza di 3D Camera, però, Make it 3D richiede l'utilizzo di occhiali anaglifici per avere l'illusione di avere di fronte ai propri occhi degli oggetti tridimensionali

 

 

  • Camera 3D. Con Camera 3D, altra app gratis Android, si potranno ottenere gli effetti tridimensionali più disparati. A differenza delle due applicazioni viste in precedenza, però, a muoversi non sarà la fotocamera, ma il soggetto degli scatti: se, ad esempio, si volesse fare una foto 3D di un piccolo pupazzo di plastica (come nel video d'esempio), si dovrebbero scattare immagini da diverse angolazioni: sarà poi Camera 3D a crearne un rendering "esplorabile" da ogni direzione

 

23 settembre 2017

Copyright © CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #fotografia #foto 3d #smartphone #fotocamera

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.