iphone 12

Quali smartphone usciranno nella seconda metà del 2020

Nel secondo semestre 2020 sono attesi sul mercato i nuovi smartphone Apple, Samsung, Google, OnePlus e Huawei: ecco come saranno
Quali smartphone usciranno nella seconda metà del 2020 FASTWEB S.p.A.

Il mercato degli smartphone ha subito un crollo vertiginoso negli ultimi mesi a causa della pandemia globale che ha obbligato molti negozi fisici a chiudere per diversi mesi e molti e-commerce hanno rallentato le spedizioni. Questo ha avuto un grosso effetto sul mercato, ma ha anche stravolto i piani dei produttori di smartphone, con alcuni dispositivi previsti per questa prima metà del 2020 che per forza di cose sono stati posticipati alla seconda metà dell'anno. Gli ultimi sei mesi del 2020 si preannunciano ricchi di novità per quanto riguarda il numero di smartphone lanciati, anche se i dubbi sono ancora molti.

La pandemia, infatti, non ha bloccato solo la vendita, ma anche la produzione delle principali componenti degli smartphone. Le fabbriche in Cina hanno riaperto solo da poche settimane e tutte le forniture sono in ritardo di almeno due mesi. Questo sta colpendo tutte le aziende e addirittura Apple potrebbe decidere di ritardare di alcune settimane l'uscita dell'iPhone 12, atteso come sempre per il mese di settembre.

Se il mercato è un po' bloccato, la stessa cosa non si può dire delle indiscrezioni sui modelli in uscita nei prossimi mesi. Dai nuovi iPhone 12 al Samsung Galaxy Note 20, fino al Pixel 5, sono tantissimi i rumors usciti in queste settimane che ci aiutano a delineare le caratteristiche principali dei prossimi dispositivi. Ecco tutti gli smartphone più importanti in uscita nella seconda metà del 2020.

iPhone 12 e iPhone 12 Pro

iphone 12

Partiamo con il pezzo forte: i nuovi smartphone Apple. Parliamo al plurale perché per la prima volta l'azienda di Cupertino è pronta a portare sul mercato ben quattro dispositivi: iPhone 12, iPhone 12 Max, iPhone 12 Pro e iPhone 12 Pro Max. Il giornalista Jon Prosser ha anticipato nelle ultime settimane quasi tutte le caratteristiche dei quattro smartphone e anche il probabile prezzo di lancio.

Il primo grande cambiamento dell'iPhone 12 rispetto al passato riguarda il design: il notch sarà molto più piccolo grazie a nuovi sensori per il FaceID e lo schermo sarà piatto, senza curve sui bordi. L'iPhone 12 sarà il modello più economico e si caratterizzerà per la presenza di due fotocamere nella parte posteriore. Le dimensioni dello schermo OLED saranno rispettivamente di 5,4 pollici nell'iPhone 12 e di 6,1 pollici nell'iPhone 12 Max.

L'iPhone 12 Pro e l'iPhone 12 Pro Max avranno uno schermo OLED da 6,1 pollici (differente rispetto a quello dell'iPhone 12 Max) e da 6,7 pollici. Il display dovrebbe integrare anche la tecnologia Pro Motion che adatta automaticamente il frame rate in base ai contenuti che si stanno vedendo (da 60Hz a 120Hz). Le fotocamere nella parte posteriore saranno quattro: oltre ai 3 sensori da 12 Megapixel (principale, grandangolare e teleobiettivo), ci sarà anche il sensore LiDAR per la realtà aumentata.

I prezzi dell'iPhone 12 e dell'iPhone 12 Pro saranno molto simili a quelli dello scorso anno: si parte da 649 dollari e si arriva fino ai 1399 dell'iPhone 12 Pro Max da 512GB.

Per quanto riguarda l'uscita sul mercato ci sono molti dubbi. La presentazione dovrebbe avvenire come sempre per il mese di settembre, mentre il lancio sul mercato ci sarà per ottobre.

Samsung Galaxy Note 20

galaxy note 20

Uno dei concorrenti principali dell'iPhone è sempre stato il Galaxy Note: l'uscita sul mercato avviene nello stesso periodo ed entrambi sono dispositivi top di gamma. E anche quest'anno sarà così. Samsung sta lavorando su due versioni del nuovo Galaxy Note 20: una "normale" e l'altra Plus. La differenza principale tra i due dispositivi, oltre alle dimensioni dello schermo è nel comparto fotografico. Infatti, l'unico ad avere il sensore da 108 Megapixel sarà la versione Plus, sulla quale potrebbe esserci anche un obiettivo periscopico con zoom 100x. Lo schermo avrà un refresh rate a 120Hz che renderà ancora più fluido l'utilizzo del dispositivo.

OnePluz Z e OnePlus 8T

oneplus z

Uno degli smartphone che ha subito l'arrivo della pandemia è il OnePlus Z. Si tratta di uno smartphone medio di gamma lowcost che l'azienda cinese avrebbe voluto affiancare al OnePlus 8 e OnePlus 8 Pro, ma che a causa della chiusura delle fabbriche è stato rimandato alla seconda parte dell'anno. C'è molta attesa su questo smartphone: OnePlus da diversi anni ha abbandonato la fascia media, ma ora sembra intenzionata a tornarci con un dispositivo 5G dall'ottimo rapporto qualità-prezzo. L'obiettivo è coprire la fascia di prezzo compresa tra i 400-500 euro, rimasta oramai sguarnita a causa dell'aumento dei prezzi degli ultimi anni.

Il OnePlus Z dovrebbe avere il chipset MediaTek 820 Dimesnity oppure lo Snapdragon 765G, entrambi supportano il 5G. Lo schermo sarà da 6,4 pollici con refresh rate a 90Hz. Le fotocamere saranno quattro, con il sensore principale da 48 Megapixel. L'arrivo è previsto per luglio-agosto.

L'azienda cinese sta lavorando anche sul OnePlus 8T, evoluzione del dispositivo arrivato pochi mesi fa. Per il momenti non ci sono molte informazioni, ma sicuramente sarà un top di gamma. Uscita per ottobre-novembre.

Pixel 4a e Pixel 5

pixel 4a

Discorso simile a quello del OnePlus Z lo si può fare anche per il Pixel 4a. Lo smartphone lowcost di Google era atteso per il mese di aprile, ma l'azienda di Mountain View ha preferito ritardare l'uscita sul mercato in attesa di tempi migliori. Le ultime indiscrezioni parlano di un lancio per il mese di luglio. Per quanto riguarda la scheda tecnica non ci sono molti dubbi: a bordo ci dovrebbe essere lo Snapdragon 730 con 4GB di RAM e 64GB di memoria. Lo schermo dovrebbe avere una diagonale inferiore ai 6 pollici, confermando l'intenzione di Google di rendere il Pixel 4a lo smartphone compatto per eccellenza. Nella parte posteriore ci sarà una sola fotocamera da 12 Megapixel.

Per ottobre-novembre, invece, è attesa l'uscita del Pixel 5 e del Pixel 5XL. Google sembrerebbe intenzionata ad abbassare i prezzi, scegliendo delle componenti che non sono proprio da top di gamma. Secondo le indiscrezioni, infatti, il Pixel 5 e il Pixel 5XL non monteranno il chipset Snapdragon 865, bensì lo Snapdragon 765G, che supporta ugualmente il 5G, ma ha prestazioni leggermente inferiori. Le fotocamere dovrebbero essere tre, tutte da 12 Megapixel.

Huawei Mate 40

In una lista dei nuovi smartphone in uscita nella seconda metà del 2020 non poteva mancare un prodotto realizzato da Huawei. L'azienda cinese sta lavorando per lanciare tra ottobre e novembre il Huawei Mate 40 e il Huawei Mate 40 Pro. I due nuovi dispositivi top di gamma dovrebbero montare il processore Kirin 1020 realizzato con un processo a 5 nanometri e in grado di assicurare performance più elevate del 15% rispetto al modello precedente e anche un maggior risparmio energetico. Novità anche per quanto riguarda il comparto fotografico che monterà le lenti FreeForm in grado di distorcere al minimo la scena negli scatti grandangolari. Per quanto riguarda la questione Google, per il momento non è prevista la presenza dei Google Mobile Services sostituiti dai Huawei Mobile Services.

Copyright © CULTUR-E
Condividi
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail