furti auto tecnologia

Come proteggere l'automobile dal furto con la tecnologia

La tecnologia può aiutare a difendersi dai furti di auto: oltre all'antifurto satellitare è possibile installare sul proprio veicolo un ripetitore GPS o la scatola nera
Come proteggere l'automobile dal furto con la tecnologia FASTWEB S.p.A.

I furti di auto sono una delle attività preferite dai ladri: bastano pochi minuti per riuscire ad aprire la portiera, avviare il veicolo e scappare via. Troppe volte ogni giorno capita di lasciare la macchina parcheggiata e di non trovarla al ritorno. Chi pensa che le macchine super tecnologiche di ultima generazione siano al riparo si sbaglia di grosso. Sono proprio questo tipo di veicoli i preferiti dai ladri. La tecnologia presente nelle auto non ha fatto altro che favorire i furti e il lavoro dei malintenzionati. Le connected car invece di essere più sicure, sono maggiormente esposte ai furti. Il motivo è abbastanza semplice: ad un hacker basta infiltrarsi all'interno della centralina o captare la frequenza radio utilizzata per chiudere le portiere e per riuscire ad aprire l'auto. Sono soprattutto le auto keyless (senza chiavi) quelle maggiormente prese di mira. Questo tipo di veicolo non utilizza la classica chiave per avviare l'auto, ma un telecomando elettronico che comunica con l'auto tramite onde radio. A un ladro basta essere nelle vicinanze per bloccare la chiusura della porta o per riuscire a intercettare la frequenza utilizzata dal telecomando per avviare la macchina. In pochi minuti i malintenzionati sono sul veicolo senza lasciare nessuna traccia.

Se i ladri utilizzano la tecnologia per i furti di auto, cosa possiamo evitarli? Semplice, utilizzando sistemi tecnologici ancora più avanzati. L'antifurto satellitare e la scatola nera (il dispositivo che le compagnie assicurative invitano a montare sul veicolo per prevenire i furti e le truffe) sono le prime due opzioni, ma non sono le uniche. Un'alternativa è LokiCar, un dispositivo realizzato da un'azienda italiana che permette di rendere più sicure le auto keyless. Anche il localizzatore GPS è una buona soluzione, ma non permette di evitare il furto, ma solamente di ritrovare il veicolo. Ecco come evitare i furti di auto utilizzando la tecnologia.

 

rubare auto

 

Antifurto satellitare

È probabilmente il metodo più "antico" ma anche quello più utilizzato dagli automobilisti per evitare che l'auto venga rubata. Stiamo parlando dell'antifurto satellitare che permette di essere avvertiti se l'auto è stata rubata e di ritrovarla tramite la geolocalizzazione. Negli ultimi anni gli antifurti satellitari sono diventati sempre più affidabili e a prova di ladro. I malintenzionati solitamente cercano di staccare l'antifurto dall'auto in modo da non essere rintracciati, per questo motivo il consiglio è di "nascondere" il dispositivo. L'antifurto può essere anche un deterrente per il malintenzionato, che per paura di essere rintracciato può desistere dal rubare l'auto.

LokyCar

 

lokicar

 

Le auto keyless sono l'obiettivo principale dei ladri. La tecnologia ha sicuramente reso più semplice l'apertura delle portiere, ma i telecomandi intelligenti non sono così sicuri. A un ladro basta intercettare il segnale radio per riuscire a bloccare la chiusura delle portiere e prendere possesso dell'auto. Inoltre, tramite la porta OBD dell'automobile (quella utilizzata dai meccanici per collegare il veicolo al computer) possono riprogrammare velocemente la chiave d'accensione. Per prevenire questo tipo di furti d'auto, l'azienda italiana Guarnieri Solutions ha sviluppato LokiCar, un dispositivo che permette di essere informato sull'applicazione dello smartphone nel caso in cui ci sia un'interferenza nella chiusura della portiera. Il dispositivo deve essere posizionato all'interno dell'abitacolo e riconosce solamente il segnale del telecomando proprietario, intercettando tutte le intromissioni esterne. Al momento LokiCar non è stato ancora commercializzato, ma l'azienda italiana punta a lanciarlo al più presto.

La scatola nera

Negli ultimi anni le compagnie assicurative stanno spingendo gli automobilisti a montare sui veicoli la scatola nera. Si tratta di un dispositivo che tramite il GPS geolocalizza in ogni istante l'automobile. Non si tratta di uno strumento che evita il furto, ma aiuta a ritrovare l'automobile. Le Forze dell'Ordine devono solamente seguire il segnale dell'auto per riuscire a rintracciare il ladro. Montando la scatola nera sull'automobile si ha anche uno sconto sul premio annuale da pagare all'assicurazione: infatti lo strumento è utilizzato anche per prevenire eventuali truffe.

Radio frequenze

 

lojack

 

Altro dispositivo che si rivela molto utile per prevenire i furti d'auto è LoJack. Si tratta di un sistema che utilizza le radiofrequenze per individuare la posizione dell'auto in qualsiasi momento, anche all'interno dei garage sotterranei o dei sottopassaggi. Nel caso in cui l'auto viene rubata, è possibile inviare alle Forze dell'Ordine la posizione esatta del veicolo e recuperarlo facilmente.

Localizzatore GPS

Il localizzatore GPS è un dispositivo molto economico che non è stato pensato per evitare i furti di auto, ma che può essere sfruttato per questo scopo. Il funzionamento è molto semplice: permette di geolocalizzare in qualsiasi momento l'oggetto a cui è collegato. Essendo molto piccolo può essere nascosto all'interno del bagagliaio e inviare in tempo reale la posizione della macchina sullo smartphone dell'utente. Non è un deterrente contro il furto, ma si rivela fondamentale per recuperare l'auto.

 

3 novembre 2017

Copyright © CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail