usare ipad come laptop

Come utilizzare l'iPad come laptop

A volte la scelta tra un tablet e un laptop è un finto problema: è possibile usare l'iPad come un computer portatile, ma ci sono delle cose da sapere
Come utilizzare l'iPad come laptop FASTWEB S.p.A.

Un tablet che si trasforma in laptop, in modo semplice e veloce: è possibile? Certo, soprattutto se stiamo considerando un iPad. Chi ha questo piccolo device (o grande, secondo la versione scelta) realizzato da Apple sa quali sono le potenzialità che riserva a chi ha le idee chiare sulle modalità di utilizzo.

Spesso, a essere attanagliati da un dubbio amletico sono coloro che si trovano a dover fare la conta tra un portatile e un tablet. La scelta, solitamente, è legata alla comodità d’uso, alla facilità di trasporto e ad altri fattori che, una volta sommati, fanno la differenza tra l’uno e l’altro dispositivo.

Se un computer si dimostra molto più completo nelle funzionalità e immediato da impiegare nelle routine quotidiane, anche l’iPad sa offrire i suoi lati migliori, in particolare in termini di leggerezza e praticità

E poi, non dimentichiamo che con i dovuti accorgimenti è possibile renderlo davvero simile a un normale laptop: ecco come.

Quale iPad scegliere?

ipad come laptop

Per usare l’iPad come laptop è importante compiere la selezione giusta. Di sicuro, quello che più si avvicina a certe grandezze è l’iPad Pro, con schermo da 11 o 12,9 pollici praticamente equivalente a quelle dei portatili più piccoli (il Macbook ne misura 13, con tanto di controparte Pro). A ciò si aggiungono il processore M1 e la porta USB-C di cui è provvisto, sia per il caricamento che per il trasferimento dati.

Può dimostrarsi un’opzione valida ma non performante quella rappresentata dall’iPad Air; ha un display da 10,9 pollici, USB-C ma un processore più vecchio: il SoC A14. Sebbene possa dare meno soddisfazioni in questa veste, il tablet di Cupertino ha dalla sua parte un prezzo decisamente più contenuto.

In entrambi i casi non è presente una ventola per il raffreddamento delle componenti interne. Si tratta di una difformità concreta rispetto ai MacBook Pro, compreso il piccino da 13”, ma una similitudine con i MacBook rilasciati a fine 2020, con i quali condividono lo chassis in alluminio capace di disperdere attivamente il calore prodotto dai circuiti.

C’è inoltre la questione della RAM. Sugli iPad Pro con M1 presentati nel 2021 la memoria è integrata direttamente nel SoC e non è espandibile, quindi il modello va scelto accuratamente in fase d'acquisto, per evitare di avere successivamente problemi di RAM che non potremo risolvere se non cambiando dispositivo. Di base troviamo 8 GB nel modello con 1 TB di spazio di archiviazione e 16 GB in quello con 2 TB.

Ma non è tutto, perché la gestione della memoria su questi tablet è molto particolare: ogni app può usare al massimo 5 GB di RAM, indipendentemente dal modello. È una limitazione notevole, visto che così una singola app non sfrutterà completamente la memoria del tablet più dotato di Apple, anche se con più RAM potremo sfruttare meglio il multitasking e usare più app "pesanti" contemporaneamente.

iPad come laptop: è più facile con mouse e tastiera

Che si tratti di una delle versioni più recenti o di un esemplare non all'ultimo grido, possiamo connettere al nostro iPad una tastiera e un mouse per un controllo migliore del puntatore. Cablati o wireless? È il gusto personale a decidere: chi ne ha uno dotato di porta USB-C può collegare direttamente ad esso la propria periferica, eventualmente usando un adattatore, altrimenti basta effettuare il pairing Bluetooth per evitare i fastidi di cavi e cavetti sulla scrivania.

Da non dimenticare la personalizzazione della freccia del mouse attraverso il menu Impostazioni > Accessibilità > Controllo Puntatore che permette variazioni nelle dimensioni, forma e colore. La tastiera sfrutta alcuni comodi comandi come copia e incolla e Command-Tab per passare da un’applicazione all’altra.

La Magic Keyboard della Mela morsicata, con trackpad integrato, ha un design che si integra perfettamente con l’iPad oltre a fornire un’ulteriore USB-C per la ricarica o l’espansione di memoria.

Un esempio diverso è la Combo Touch di Logitech, adatta sia per i modelli da 11 pollici che da 12,9”; anch'essa con trackpad, comprende uno stand e una copertina che protegge il display.

Vi sono poi i dock, punti di connessione che fungono sia da porte multiple e, sovente, da supporto. Tra di essi vi è il PowerExpand di Anker che racchiude una USB-A e una USB-C, minijack da 3,5” e lettore di memorie.

iPad come laptop, quale monitor scegliere?

Gli iPad possono sfruttare i monitor esterni per ampliare la superficie di visione. Attenzione: il tutto si limita al mirroring in 4:3, con barre nere nelle aree laterali non coperte dalle immagini. Ci sono diverse metodi per farlo: da USB-C a USB-C (parlando di modelli di ultima generazione), da USB-C verso un differente tipo di connettore e da Lightning AV a HDMI (per le iterazioni precedenti).

iPad come laptop, le utility

Sono due le utility da tenere a mente quando si usa un iPad come laptop: Split View e il Dock (virtuale e non fisico). La prima, infatti, ci fa dividere lo schermo in due sezioni con altrettanti programmi in esse contenute, con una terza opzionale in Slide Over se supportato dal proprio modello.

La seconda, invece, consente di avere sotto mano le applicazioni utilizzate di recente per aprirle più rapidamente.

iPad come laptop, cosa manca?

ipad come laptop

Una spina nel fianco con cui bisogna fare i conti è la gestione di alcune web app che su Safari (il browser nativo di Apple) assumono comportamenti non conformi a quelli tradizionali oppure mostrano una navigazione fin troppo complessa.

Certe suppliscono ai problemi con delle app specifiche, scaricabili sul device; per altre, però, non vi sono soluzioni percorribili se non cercare un'alternativa.

Non mancano azioni comuni che sono impossibili da portare a termine, vedi la formattazione di uno stick Usb o semplicemente l’installazione un'applicazione senza necessariamente utilizzare l’App Store, il negozio digitale che funge da via preferenziale (se non unica) per tali operazioni. Seppur ricco di opportunità, non tutto il software per computer ha un corrispettivo per iPad.

A qualcosa, perciò, bisogna rinunciare. Prima di imbarcarsi in quest'avventura è fondamentale valutare attentamente ciò di cui abbiamo bisogno e tutto quello di cui si può fare a meno: se ciò ci soddisfa, perché non tentare? Potremmo trovare una quadra e godere di uno strumento di lavoro o di svago di alto livello con un minimo ingombro.

Copyright CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail