termostato wifi smart

Come scegliere termostato WiFi: guida all'acquisto

Utili per ridurre il consumo di gas e risparmiare sulla bolletta, i termostati smart sono uno dei dispositivi più utili nella smart home
Come scegliere termostato WiFi: guida all'acquisto FASTWEB S.p.A.


Il riscaldamento e il raffreddamento di casa incidono in modo pesante sulle bollette e, di conseguenza, sul bilancio familiare. Ma anche sul bilancio della CO2 del pianeta, perché per far salire o scendere anche solo di un grado la temperatura di un ambiente bisogna consumare molta energia.

Risparmiare, automatizzare e ottimizzare sono quindi le parole d'ordine quando parliamo di un sistema di riscaldamento moderno ed efficiente

Possiamo usare la tecnologia per farlo, in particolare i termostati WiFi smart che oggi sono disponibili in abbondanza sul mercato e che vengono ormai presi in considerazione anche per le prime installazioni nelle case nuove e nelle ristrutturazioni.

Sono stati tra i primi dispositivi connessi a fare il loro ingresso in casa, trasformandola così in smart home e dando un saggio di quelle che potevano essere le potenzialità della domotica. Ancora oggi, a oltre un quinquennio dalla loro introduzione, i  termostati WiFi  continuano a essere uno dei prodotti preferiti dagli utenti che vogliono aggiungere un tocco smart alla loro abitazione: piccoli e facili da installare, permettono di regolare e controllare la temperatura di casa dallo smartphone ed evitare così inutili sprechi.

Con il passare degli anni, capire quale termostato smart o cronotermostato WiFi scegliere è diventato sempre più complesso. Se dieci anni fa la scelta era limitata a una manciata di dispositivi - se non al solo Nest - oggi è possibile trovare (e acquistare) un termostato WiFi per ogni esigenza e disponibilità economica.

Al crescere dei prezzi, ovviamente, crescono funzionalità e strumenti per gestire a distanza la temperatura, ma anche se si decide di spendere meno di 100 euro è possibile acquistare dei dispositivi in grado di offrire un maggior controllo rispetto ai normali termostati.

Perché comprare un termostato WiFi

TERMOSTATO SMART WIFIDiverse le motivazioni che potrebbero spingere ad acquistare termostati intelligenti. Prima fra tutte,  l'esigenza del risparmio : grazie a un cronotermostato Wi-Fi, infatti, il padrone di casa potrà sia impostare delle fasce orarie per l'accensione e lo spegnimento dei riscaldamenti, sia decidere a distanza se accendere i termosifoni poco prima di rientrare da lavoro.

In questo modo si riuscirà a ottimizzare i consumi ed evitare inutili sprechi. Insomma, scegliere un termostato wireless permetterà di ridurre i consumi bolletta e diminuire, di conseguenza, la propria impronta ambientale.  

Come installare e testare il termostato

Prima, cruciale fase che si incontra quando si acquista questo dispositivo smart nella propria abitazione è l’ installazione . Può essere effettuata sia da un  professionista  che da chi, con le proprie capacità, sceglie di aggiungere ai propri strumenti intelligenti anche quello in grado di regolare la temperatura di casa.   Si tratta di alcuni semplici  passaggi  ma che, una volta completati, possono assicurare sul corretto funzionamento dell’intero sistema evitando spiacevoli conseguenze. In caso di difficoltà di ogni tipo, è sempre opportuno rivolgersi o chiedere supporto a un  professionista .

Il primo step da compiere è quello di  spegnere  il termostato - se già presente - e, subito dopo, l’interruttore generale della corrente. Una volta rimosso il vecchio, si può procedere con l’installazione del nuovo seguendo le istruzioni  fornite nella confezione di vendita. Quando tutto è stato completato, si può provvedere alla riattivazione dell’elettricità. Se non si è sicuri di riuscirlo a fare da soli, meglio rivolgersi ad un artigiano professionista.

A questo punto si può passare all’ applicazione  con la quale si gestirà l’intero sistema. Dal proprio store di riferimento, in base al dispositivo che si possiede, si scarica l’app e si registra un nuovo  account  (se non se ne dispone già di uno). Il software chiederà di connettersi alla rete Wi-Fi dell’abitazione e di assegnare un nome al termostato per poterlo poi individuare nella rete casalinga.  

Completati questi passi, si giunge infine all’associazione con l’ assistente vocale  che si ha in casa. Ovviamente non è necessario averne uno ma, solitamente, la comunicazione tra questi dispositivi aiuta a gestire in maniera più immediata la regolazione. Quindi perché rinunciarvi?  

Individuati i  comandi  si può provare ad alzare o abbassare la temperatura, impostare delle  routine  o svolgere altre operazioni previste dal termostato. Se tutto funziona, possiamo dirci soddisfatti e procedere al normale utilizzo del nuovo tool a nostra disposizione.

Nest Learning Thermostat

Una guida all'acquisto di termostati WiFi non può che cominciare con il "capostipite" della specie: Nest. Da inizio 2017 disponibile anche in Italia, il termostato intelligente della società oggi controllata da Google permette di controllare e impostare la temperatura a distanza, ma non solo.

Come dice anche il nome, questo termostato WiFi è in grado di apprendere le abitudini dell'utente e adattarsi di conseguenza: dopo un periodo di "addestramento", Nest sarà in grado di scegliere autonomamente la temperatura e le fasce orarie, garantendo il massimo risparmio possibile.

Netatmo by Starck

Disegnato dall'archistar francese Philippe Starck, il termostato wireless di Netatmo mette a disposizione un mix di funzionalità avanzate e vecchie impostazioni che fa la felicità di moltissimi utenti. Grazie all'app, facile e intuitiva da utilizzare, si possono impostare fasce orarie e temperature, a mo' di cronotermostato.

A differenza dei normali termostati, però, la gestione delle temperature può essere fatto anche a distanza: grazie alla connettività Wi-Fi, il padrone di casa potrà regolare la programmazione anche dall'ufficio o in auto, mentre si è fermi al semaforo.

Anche se non è dotato di funzionalità di apprendimento come Nest, Netatmo può ricavare informazioni sulle abitudini degli "abitanti" della smart home grazie a una serie di domande poste alla prima configurazione del cronotermostato wireless.

BeSmart Termostato WiFi

Prodotto dall'italiana Beretta, BeSmart si adatta alla perfezione con la stragrande maggioranza delle caldaie in commercio nel nostro Paese. Facile da installare e da sincronizzare con il Wi-Fi di casa, questo cronotermostato può essere facilmente controllato grazie alla app per dispositivi iOS e Android: dall'interfaccia sarà possibile creare e salvare diversi profili "di riscaldamento", così da scegliere sempre quello che meglio si adatta alle proprie esigenze.

Tado Termostato intelligente

 

 

Compatibile con le ricette di IFTTT e con i sistemi di controllo di Amazon Echo (ancora non disponibile in Italia, però), Tado è un termostato wireless bello a vedersi e facile da utilizzare. Può essere utilizzato "da solo" o in coppia con le teste termostatiche intelligenti (per un miglior controllo della temperatura in ogni stanza) e, grazie all'app per smartphone, permette di impostare diversi profili di riscaldamento.

Grazie alle componenti interne dello smartphone che si utilizza, Tado è in grado di capire quando si sta uscendo di casa e quando, invece, si è sulla strada del ritorno da lavoro. In questo modo, il termostato WiFi può impostare autonomamente la temperatura ed evitare così sprechi di ogni sorta.

Vimar ClimaChrono cronotermostato WiFi

Dotato di display LCD touchscreen, il cronotermostato WiFi ClimaChrono di Vimar è una delle ultime soluzioni ad essere arrivate sul mercato. Sia l'app sia il termostato sono dotati di un'interfaccia estremamente intuitiva, così che il dispositivo possa essere impostato e utilizzato da tutti.

Grazie all'applicazione per iOS, Android e Windows Phone si potrà controllare la temperatura di casa anche a distanza e modificarla in caso di bisogno. Creando differenti profili di riscaldamento, inoltre, si potrà impostare il tutto nel giro di pochi secondi anche se si è a diversi chilometri di distanza.

Vaillant vSmart termostato wireless

Grazie a vSmart di Vaillant, installare un termostato smart in casa sarà più semplice di quello che si pensi. Compatibile con la grande maggioranza di sistemi di riscaldamento in commercio, il cronotermostato wireless permette di impostare la temperatura della propria abitazione anche a distanza.

Merito dell'app per smartphone e tablet, che trasforma il dispositivo mobile in un termostato wireless portatile e permette di scegliere la miglior temperatura anche a chilometri di distanza. Non solo: sfruttando dati delle ultime previsioni meteo, vSmart ti suggerisce come impostare i profili e programmare il comfort interno della propria abitazione.   

Ecobee3 Lite Smart 

È il termostato che consente di risparmiare sensibilmente su quei  costi  derivanti dal riscaldamento e dal raffreddamento della propria abitazione, in una percentuale che si attesta - stando a quando dichiarato dalla casa produttrice - al  23%  del totale annuale.

È questo il vantaggio di installare in casa  Ecobee3 Lite Smart , il sistema che dona un controllo totale sulla regolazione della temperatura anche a distanza, grazie alle applicazioni gratuite per dispositivi con sistema operativo  iOS  e  Android .  

Utilizzato in tandem con l’utile  Ecobee Camera , il device corredato di schermo LCD permette di individuare e gestire i punti più freddi della casa rendendoli confortevoli per chi vi soggiorna attraverso una serie di  sensori , da acquistare separatamente.

Tra le numerose caratteristiche integrate, non mancano il calendario per i settaggi su lunghi periodi temporali e le impostazioni basate sul meteo locale. Ecobee3 Lite è totalmente compatibile con Amazon Alexa,  Smartthings  di Samsung e Apple Homekit. 

Honeywell Home T6

Come i suoi predecessori già citati nella nostra lista, anche il termostato Wi-Fi  Honeywell Home T6  mette a completa servizio degli abitanti di casa il controllo totale sulla temperatura dell’abitazione. Che ci si trovi al suo interno o in giro, la connettività alla rete offre l’accesso a tutti i tipi di comando compresi nel sistema interno realizzato dall’azienda.

Con il  touch screen retroilluminato, invece, la programmazione in presenza diventa ancora più semplice; chiaro e luminoso, il monitor è abbastanza grande per compiere tutti i tipi di operazioni di modifica e override direttamente con il tocco del dito e senza dover necessariamente passare per l’app.

A far risparmiare chi sceglie T6 di Honeywell è il geofencing : il riconoscimento della vicinanza dello smartphone permette di gestire i sensori e regolare l’intensità del calore, evitando sprechi. Funziona con Amazon Alexa, Google Home, IFTTT e Apple HomeKit.

Copyright CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail