google home

Come tenere pulito Google Home

Mantenere pulito il Google Home aiuta a non rovinare le componenti interne dello smart speaker. Ecco alcuni consigli da seguire
Come tenere pulito Google Home FASTWEB S.p.A.

Quando si acquista un nuovo dispositivo intelligente da inserire nell'ambiente domestico ci si chiede sempre dove è meglio installarlo, preoccupandoci della qualità del segnale del Wi-Fi. Una domanda che in pochi si chiedono e sulla quale è molto importante riflettere riguarda la corretta posizione in base alla facilità di pulizia. Infatti, i dispositivi tecnologici e in particolar modo gli smart speaker attraggono la polvere. Polvere che si insinua internamente e che può danneggiare le componenti dell'assistente vocale. Se abbiamo in casa uno degli smart speaker di Google, dobbiamo avere molta cura nella pulizia, in modo da essere sicuri che il Google Home funzioni sempre alla grande

Una corretta pulizia dello speaker intelligente Google Home è essenziale per mantenere il device in perfetto stato e continuare a sentire la sua voce forte e chiara. Una pulizia di routine permette di non andare a inficiare la qualità della riproduzione audio e di tenere libere da polveri e detriti che possono attutire il suono. La polvere è il nemico numero uno, soprattutto per il tessuto decorativo che avvolge la base di Google Home Hub, della versione Max, nonché di Google Home sia nella variante Mini che Max. Un tessuto che, come un magnete, è in grado di attirare non solo la polvere, ma anche il polline e i peli degli animali domestici. Ecco alcuni consigli per pulire accuratamente lo smart speaker di Google.

Come eliminare la polvere e altri detriti secchi

google home mini

Per eliminare la polvere dal tessuto decorativo non esiste cosa migliore del rullo per la lanugine. Il rullo sarà in grado di rimuovere le particelle di sporco polverose e, evitando di utilizzare detergenti liquidi, non si rischia di danneggiare i circuiti o di immettere sostanze chimiche capaci di cristallizzarsi in un secondo momento all'interno del case del dispositivo. Se non si disponesse di un rullo per lanugine, una spazzola per abiti o per calzature potrebbe fare al caso vostro.

Se lo sporco è più ostinato, si può provare con una piccola aspirapolvere anch'essa dotata di spazzole, mentre per liberare la porta Type-C della ricarica o il jacka dallo sporco è possibile utilizzare un classico stuzzicadenti.

Mai utilizzare una bomboletta di aria compressa per rimuovere polvere e lanugine. L'alta pressione mista alle temperature vicine al congelamento prodotte dall'aria compressa può danneggiare i microfoni e i coni degli altoparlanti dei dispositivi Google Home.

Pericolo liquidi

google home mini smart speaker

Google consiglia di mantenere puliti i propri device utilizzando sempre dei panni asciutti. Nel caso in cui, per errore, un liquido viene versato sull'altoparlante di Google Home, la prima cosa da fare è separare la base utilizzando gli appositi magneti e controllare il danno. La base, non l'altoparlante, può essere sciacquata sotto l'acqua corrente per rimuovere il liquido e, in casi estremi, è possibile lavarla con il sapone per poi asciugarla immediatamente.

Se l'altoparlante viene a contatto incidentalmente con dei liquidi rimanendo macchiato, la cosa migliore da fare è tamponare la macchia con un panno bagnato leggermente insaponato facendo attenzione a non bagnare le componenti interne per non danneggiarle.

Come pulire lo schermo di Google Home Hub e Hub Max

Mai utilizzare detergenti per cucina, lavavetri, alcool, sapone o aceto per pulire lo schermo dei device Google Home Hub e Hub Max. Questi detergenti potrebbero contenere dei soventi e delle sostanze chimiche che danneggerebbero irreparabilmente i device, rovinando il rivestimento sensibile del touchscreen rendendolo opaco. Inoltre, non utilizzare normali panni in tessuto o carta e prediligere sempre la microfibra per non graffiare il vetro del touchscreen.

Panno in microfibra e acqua distillata permettono la rimozione della polvere e delle macchie dallo schermo, mentre, se il dispositivo è usato in cucina, potete sempre distruggere la potenziale carica batterica del device utilizzando una luce UV.

Dove posizionare il Google Home

google home

In conclusione, per mantenere pulito il proprio dispositivo Google Home è meglio posizionarlo in un luogo lontano da possibili fonti di sporco, come in prossimità dei fornelli o del lavandino. È sempre preferibile posizionarlo su di uno scaffale di una libreria, magari, in modo da rimanere in alto e più al sicuro, in teoria, dall'azione di eventuali animali domestici. Certo, anche in questo caso è necessario mantenerlo sempre pulito e spolverato, azione che, se svolta quotidianamente, non permette l'accumulo della sporcizia assicurando così un funzionamento ottimale.

 

2 novembre 2019

copyright CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail