Fastweb

Come funziona il telefono satellitare

smartphone a scuola Smartphone & Gadget #smartphone #tecnologia Utilizzare lo smartphone a scuola: rapporto alunni-professori Skuola.net in collaborazione con Wiko ha svolto una ricerca sull'utilizzo dello smartphone a scuola. I risultati sono interessanti: sempre di più i professori che li accettano durante le lezioni per approfondire l'argomento
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Come funziona il telefono satellitare FASTWEB S.p.A.
Telefono satellitare
Smartphone & Gadget
Permette di fare chiamate e inviare SMS sfruttando una rete di telecomunicazioni basata su satelliti orbitanti a distanza variabile dalla superficie terrestre

Quando si parla di telefono satellitare ci si riferisce a quei dispositivi mobili, esteticamente molto somiglianti a telefoni cellulari e smartphone, che utilizzano i satelliti per garantire servizi di telecomunicazioni simili a quelli offerti dalle reti di comunicazione cellulare (chiamate, invio di messaggi testuali e navigazione web, anche se a velocità limitata).

Differenze tra telefoni satellitari e telefoni cellulari

La differenza tra le due tecnologia sta, per l'appunto, nei mezzi utilizzati per le telecomunicazioni: nel caso dei cellulari, lo scambio comunicativo è assicurato dalle celle terrestri (ripetitori di onde radio capaci di coprire un'area di pochi chilometri quadrati); i telefoni satellitari, come lascia intendere il nome stesso, basano il funzionamento su una rete di satelliti che orbitano a distanza variabile dalla superficie terrestre. Le comunicazioni via satellite, inoltre, garantiscono mediamente un maggior grado di sicurezza rispetto a quelle cellulari: tutte le chiamate sono cifrate, così da evitare possibili spioni digitali interessati ad ascoltare le nostre comunicazioni.

 

Satelliti

 

Per il resto, le differenze tra le due tecnologie vanno sempre più assottigliandosi: se fino a qualche anno fa un telefono satellitare ricordava, per forme e dimensioni, i telefoni cellulari dei primi anni '90, oggi i cosiddetti satphone sono sempre più leggeri e piccoli.

Come funzionano i telefoni satellitari

Affinché sia possibile effettuare chiamate o inviare messaggi con un telefono satellitare è necessario che il dispositivo sia in linea di vista (line of sight  in inglese) con almeno uno dei satelliti che formano l'infrastruttura della rete di telecomunicazioni. Ciò vuol dire che tra telefono satellitare e almeno uno dei satelliti della costellazione non devono esserci ostacoli che impediscano il passaggio del segnale. I vari operatori telefonici attivi in questo settore adottano diverse tattiche e tecnologie per riuscire a raggiungere questo obiettivo. Tutte, però, possono essere racchiuse in due macrocategorie: le reti di telecomunicazioni basate su satelliti geostazionari e le reti di telecomunicazioni basate su satelliti LEO (acronimo di Low Earth orbit, orbita terrestre bassa).

 

Orbita terrestre

 

Quando si effettua una chiamata con telefono satellitare, la richiesta sarà fatta rimbalzare tra i vari satelliti della rete di telecomunicazioni sino a raggiungere il destinatario; in caso si voglia contattare un numero di telefono non satellitare, la chiamata sarà indirizzata verso una base fissa a Terra e da lì instradata verso la rete telefonica locale.

Le costellazioni di satelliti geostazionari

I satelliti geostazionari o geosincroni, come suggerisce il nome, sono in grado di viaggiare con una velocità simile a quella di rotazione terrestre e sono fissi su un singolo punto della sfera terrestre. Situati a circa 36mila chilometri di distanza dalla superficie della Terra, riescono a coprire ampie fette di territorio con il loro segnale: un singolo satellite, ad esempio, può coprire l'intera regione del sudest asiatico, mentre con tre o quattro satelliti geostazionari si è in grado di coprire l'intera superficie terrestre.

 

Telefono satellitare militare

 

Questa infrastruttura di telecomunicazioni, però, non è esente da problemi. Come accade anche con Internet via satellite, lo scambio di dati è affetto da lag (o ritardi comunicativi che dir si voglia) causati dalla distanza che il segnale deve coprire. Un singolo pacchetto dati contente informazioni di qualunque genere deve compiere un viaggio di almeno 72mila chilometri: 36mila per coprire la distanza che separa il mittente della comunicazione dal satellite e altri 36mila chilometri dal satellite verso il destinatario. I satelliti, inoltre, sono estremamente pesanti (circa 5 tonnellate di peso), costosi da realizzare e da lanciare in orbita.

 

Samantha Cristoforetti con un telefono satellitare

 

Le costellazioni di satelliti per l'orbita terrestre bassa

Situati a una distanza variabile tra i 640 chilometri e i 1.140 chilometri dalla superficie terrestre, i satelliti LEO orbitano ad alta velocità attorno al nostro pianeta (compiono una rivoluzione in circa 100 minuti) e coprono con il loro segnale aree di circa 2.800 chilometri quadrati. Per garantire una copertura di tutto il globo, dunque, è necessario che l'operatore telefonico invii in orbita un'intera costellazione di satelliti, onde evitare buchi nella copertura del segnale. L'utilizzo di più satelliti, inoltre, garantisce un segnale più forte e una migliore qualità nell'erogazione dei servizi.

 

Telefono satellitare

 

Dal momento che l'accesso a una rete LEO richiede una minor quantità di energia, un telefono satellitare che sfrutta i satelliti nell'orbita terrestre bassa ha dimensioni ridotte rispetto a dispositivi funzionanti con reti di telecomunicazioni geostazionarie.

Perché comprare il telefono satellitare

Un telefono satellitare, se legato a un operatore capace di assicurare la copertura dell'intera superficie terrestre, risolve il problema della reperibilità in qualunque parte del mondo ci si trovi, anche la più remota.

 

Il telefono satellitare può funzionare anche nel mezzo del deserto

 

Non importa dove si sia – Himalaya o deserto del Sahara fa poca differenza – si sarà comunque in grado di ricevere segnale a sufficienza per effettuare una chiamata. La rete di telecomunicazioni satellitare, inoltre, può fare affidamento su un più ampio spettro di banda ed è difficilmente saturabile: nel caso si abbia il timore di eventi che possano portare a "intasamenti" sulla rete cellulare, un telefono satellitare in tasca potrebbe far comodo.

copyright © CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #smartphone #cellulare #satellite

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.