Microsoft Kinect

Come funziona il Kinect

Il Kinect č il dispositivo di motion detecting di Microsoft e rivale del Wiimote. Ecco come funziona
Come funziona il Kinect FASTWEB S.p.A.

Se si guarda alla carta d'identità, è da considerarsi un vecchietto decrepito, pronto per la sepoltura. Colpa degli standard tecnologici in continua evoluzione e mutamento, che rendono pensionabili dispositivi vecchi appena di un anno. Nonostante i suoi quasi quattro anni, il Kinect di Microsoft è tutt'altro che pronto ad andare in pensione. I giochi per Kinect sono sempre più evoluti e, probabilmente, ancora nessuno sa con precisione quali siano i confini applicativi di questo dispositivo di motion detection (rilevazione del movimento) del corpo umano.

 

Kinect in funzione

 

Nelle ultime settimane, ad esempio, il Kinect è balzato agli onori della cronaca per il suo utilizzo nella comprensione e traduzione della lingua dei segni e per l'applicazione di Ubi capace di trasformare ogni parete in una superficie multitouch.

Come detto, però, i limiti applicativi del Kinect sono ancora sconosciuti. Merito della sofisticatissima tecnologia che si nasconde nei piccolo parallelepipedo di plastica che costituisce il corpo del Kinect e che lo rendono, ancora oggi, una delle meraviglie del mondo informatico e tecnologico.

Come è fatto e come funziona Kinect

Il Kinect, inizialmente conosciuto come progetto Natal, utilizza un complicato sistema fatto di sensori, laser e videocamere per registrare i movimenti della persona che gli si muove di fronte e per trasformarli in gesti e azioni all'interno dei giochi Kinect.

 

I sensori del Kinect

 

Il dispositivo è il risultato di tre diversi sistemi, sia hardware che software, che operano contemporaneamente per riuscire a ottenere una mappa tridimensionale dell'ambiente in cui è inserito e degli oggetti che vi sono. Per fare ciò vengono utilizzate un normale sensore VGA, che ha il compito di registrare tutto ciò che accade nella stanza, e due sensori di profondità tridimensionali a raggi infrarossi che compiono materialmente la mappatura dell'ambiente circostante. Il microfono ambientale posto alla base del Kinect ha invece il compito di registrare anche il minimo fruscio nella stanza.

 

Mappatura del corpo fatta con il Kinect

 

A questo punto entra in funzione il software, che ha il compito di analizzare le immagini e i dati ricevuti dai sensori per identificare, tra i vari oggetti scansionati, quali sono gli esseri umani e qual è, ad esempio, il divano. I “punti cardinali” sui quali si basa l'analisi del software sono la testa e le anche. Il software capisce anche come può muoversi un corpo umano – ad esempio, la testa non può girarsi di 360° sul collo – e cattura i movimenti da più di 48 punti di articolazione.

Il software che “anima” il Kinect è stato anche programmato con più di 200 possibili mosse, così che possa in qualche modo prevedere cosa stia facendo l'utente di fronte la telecamera e tradurla in uno dei gesti richiesti dai giochi Kinect.

Questa tecnologia software è stata sviluppata da Rare, una sussidiaria della Microsoft Game Studios e quindi di proprietà diretta del gigante di Redmond. La tecnologia della mappatura tridimensionale, invece, è stata sviluppata in cooperazione con la società israeliana PrimeSense.

Gli utilizzi attuali del Kinect

Ideato come alter ego del Wiimote, oggi il Kinect è utilizzato per un ampissima gamma di funzioni. E, grazie al lancio del Kinect per personal computer, questa gamma è divenuta ancora più ampia.

 

Google Maps controllato attraverso il Kinect

 

Kinect for Windows permette di interagire con il computer in maniera innovativa e intuitiva, controllando l'intero sistema con i gesti naturali e veloci delle mano. Si può navigare in Internet, interagire con vari programmi e molto altro ancora.

 

29 agosto 2013

Copyright © CULTUR-E
Condividi
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail