Fastweb

Come funziona Health, l'app di Apple per la salute

Apple W.A.L.T. Smartphone & Gadget #apple #iphone Apple W.A.L.T., l'iPhone datato 1993 Un prototipo della Apple datato 1993 viene mostrato oggi con un video
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Come funziona Health, l'app di Apple per la salute FASTWEB S.p.A.
Apple Health
Smartphone & Gadget
Con iOS 8 la casa di Cupertino ha introdotto una nuova app per potenziare le funzionalità legate al monitoraggio dell'attività fisica e dello stato di salute dell'utente. Ecco come funziona

Health è il nome scelto da Apple per una nuova applicazione inclusa con iOS 8. Può funzionare sia come contenitore per tutti i dati relativi allo stato di salute del possessore dell'iPhone e raccolti dal telefono stesso, dalle applicazioni di sviluppatori terzi e dagli accessori (come braccialetti fitness e activity tracker in genere), sia per dare una veste grafica innovativa a questi stessi dati. Per facilitare il compito degli sviluppatori e per rendere la raccolta dati ancora più agevole, la casa di Cupertino ha sviluppato un framework di lavoro apposito chiamato Healthkit.

 

Health

 

Gli obiettivi

Da anni Apple e l'iPhone in particolare sono la "stella polare" di moltissimisviluppatori di applicazioni legate alla salute e di produttori di activity tracker. Il coprocessore M7 e il suo successore Phosphorus nascono con il compito precipuo di aiutare il SoC dell'iPhone nella raccolta e nell'analisi dei dati provenienti dai vari sensori di movimento presenti all'interno dello smartphone (giroscopio, oscilloscopio, accelerometro e altri). Si tratta di delle soluzione hardware proposte dal colosso di Cupertino per migliorare la connettività tra il telefonino della mela morsicata e i vari dispositivi esterni nati con lo scopo di tenere sotto controllo i parametri vitali dell'utente e quant'altro legato al suo stato di salute (c'è anche una forchetta Bluetooth collegabile per l'iPhone).

A questo si aggiungono le varie app che permettono di inserire i dati manualmente: ci sono app, ad esempio, per tenere traccia della propria dieta e della quantità di calorie ingerite; o per contare i litri d'acqua bevuti nel corso della giornata e per monitorare la qualità del sonno. Insomma, i nostri smartphone possono essere letteralmente sommersi da una quantità di dati indefinita relativi al nostro stato di salute, alla nostra attività fisica, al modo in cui mangiamo e dormiamo.

 

Health

 

Lo scopo di Health (chiamata Salute nella versione italiana di iOS 8) è quello di offrire uno strumento unico per la raccolta di dati, la loro analisi statistica e la loro "trasposizione" in grafici e altro.

L'applicazione

Health sarà quindi la "vetrina" di Health Kiy, l'applicazione che darà forma grafica a tutti i dati raccolti dal coprocessore e dai sensori di movimento interni all'applicazione e dagli accessori e dispositivi esterni. Raccoglierà i dati sul movimento se, ad esempio, si sarà acquistato un activity tracker che raccoglie informazioni sull'attività fisica quotidiana; o sul livello di zucchero nel sangue nel caso in cui si sia diabetici e si vogliano annotare i valori sul proprio dispositivo.

 

Health

 

Nella sezione principale dell'applicazione sarà possibile visualizzare tutti i dati che possono essere raccolti o trascritti manualmente: quelli relativi al proprio stato di salute, alle misure corporee, l'attività fisica, la qualità e la durata del sonno e altri parametri vitali. Le misure corporee, ad esempio, includono il peso, la percentuale di grasso corporeo, l'altezza e la massa grassa. I dati relativi all'attività fisica, invece, possono riguardare le calorie bruciate nel corso della giornata o nel corso di una particolare attività fisica, i passi effettuati, la distanza percorsa e la strada seguita, i piani "scalati" e così via.

Tutte le sezioni raccoglieranno i dati e li metteranno a disposizione degli utenti in forma "visiva", grafici e tabelle saranno parte integrante di ogni sezione e di ogni schermata di Salute. In questo modo sarà più semplice analizzare la serie storica dei dati e valutare l'evoluzione della nostra attività fisica, dei parametri vitali e quant'altro legato al nostro stato di salute.

Healthkit per sviluppatori

Le API di Healthkit permettono agli sviluppatori di creare, salvare e recuperare dati relativi all'attività fisica e alle condizioni di salute del proprietario del dispositivo. Così come accade per l'applicazione, anche le API nascono con l'idea di fornire a chi sviluppa applicazioni per iOS un unico ambiente all'interno del quale cooperare e contribuire per creare un profilo sanitario il più completo possibile.

 

Healthkit

 

Il kit di sviluppo è stato concepito per facilitare la vita a chi vorrà (o dovrà) cimentarsi nella creazione di un'applicazione che utilizzi i dati in arrivo dai sensori di movimento, dagli activity tracker e dai braccialetti fitness e da tutti gli altri accessori capaci di registrare e analizzare dati relativi allo stato di salute dell'utente. Gli elementi e gli oggetti presenti nelle API, ad esempio, permetteranno facilmente di trasformare le unità di misura dal sistema metrico decimale al sistema imperiale statunitense; conservare i dati relativi all'attività fisica (passi effettuati, piani "scalati" e altro) o ai parametri vitali (pressione sanguigna, battiti cardiaci, livello di glucosio nel sangue e altro); accedere a dati personali quali la data di nascita, altezza, peso.

Oltre agli oggetti, gli sviluppatori potranno accedere a strumenti statistici e, sfruttandoli, riuscire a creare statistiche personalizzate per ogni utenti e visualizzare grafici relativi all'andamento del peso, della massa muscolare e altro.

La privacy

Sia "Salute", sia Healthkit sono stati creati appositamente per collezionare dati personali del possessore dell'iPhone e degli altri dispositivi mobili della mela morsicata. Ciò, naturalmente,fa sorgere ulteriori problemi per la protezione delle informazioni sensibili salvate sulla memoria dell'iPhone, ma Apple ha architettato un articolato sistema di autorizzazioni per evitare che le informazioni viaggino troppo liberamente tra le varie applicazioni.

 

Privacy, no problem

 

Prima che un'applicazione possa avere accesso a uno qualunque dei dati salvati nel dispositivo dovrà ricevere apposita autorizzazione da parte dell'utente. Ogni autorizzazione sarà relativa esclusivamente alla tipologia di dati e la tipologia di azione per cui è stata concessa: un actvity tracker che abbia ricevuto, ad esempio, l'autorizzazione a scrivere dati relativi ai passi percorsi, non potrà scrivere null'altro, né compiere altre azioni come la lettura dei dati salvati e la loro conversione in altra unità di misura.

Copyright © CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #ios 8 #activity tracket #apple #iphone

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.