Fastweb

Come funziona Haven, l'applicazione per proteggere la propria privacy

Samsung Galaxy A7 Smartphone & Gadget #samsung #fotocamera Samsung annuncia il nuovo Galaxy A7 con 3 fotocamere Pronto un nuovo modello che farà delle foto eccezionali
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Come funziona Haven, l'applicazione per proteggere la propria privacy FASTWEB S.p.A.
haven app smartphone
Smartphone & Gadget
Haven è stata sviluppata dalla Fondazione Freedom of the Press e dal Guardian Project e trasforma i vecchi smartphone Android in dei veri e propri cani da guardia a protezione dei propri dati personali

Proteggere i dati personali presenti all'interno dello smartphone è molto importante. Immagini, documenti di lavoro, video, informazioni personali: i telefonini sono dei veri e propri computer portatili e per gli hacker è diventato prioritario riuscire a infettarli con uno dei loro malware. Ma gli attacchi da parte dei pirati informatici non arrivano solamente tramite virus e trojan, ma anche fisicamente. Capita alcune volte di ascoltare alla televisione di un furto di dati avvenuto all'interno di un'azienda perché un dipendente aveva lasciato il PC in ufficio. In casi del genere per un esperto del settore riuscire ad accendere il computer, scoprire la password e rubare tutti i dati a disposizione è un gioco da ragazzi. Per proteggere la propria privacy è possibile utilizzare dei dispositivi ad hoc o dei software di sicurezza, ma non sempre il risultato è assicurato. Una soluzione innovativa può essere Haven, un'applicazione disponibile per Android che trasforma lo smartphone in un vero e proprio cane da guardia. Utilizzando i sensori presenti all'interno del dispositivo, è capace di avvertire un utente se una persona estranea è entrata all'interno di una stanza e se sta cercando di manomettere un computer.

 

Dietro allo sviluppo di Haven c'è Edward Snowden, assurto agli onori della cronaca per aver diffuso il materiale sul programma di sorveglianza di massa voluto dagli Stati Uniti e dal Regno Unito. Snowden per il momento si è rifugiato in Russia e segue diversi progetti per proteggere la privacy delle persone dall'attacco degli hacker. E uno di questi è proprio Haven. L'applicazione è completamente gratuita e il codice sorgente è disponibile su GitHub e può essere migliorato da chiunque. Haven è l'ideale da installare sugli smartphone obsoleti e non più utilizzati, perché li trasforma in delle vere e proprie telecamere di sicurezza. Ecco cosa è come funziona Haven.

Cosa è Haven, l'applicazione di sicurezza consigliata da Edward Snowden

L'applicazione è sviluppata dalla Fondazione Freedom of the Press e dal Guardian Project, due organismi che tutelano le libertà dell'uomo. A questi organismi, come detto in precedenza, si è aggiunto Edward Snowden, che da quando è in Russia sponsorizza le applicazioni che garantiscono la libertà e la privacy degli utenti (ad esempio l'applicazione di messaggistica Signal). L'applicazione ha un unico obiettivo: controllare che all'interno di una stanza non entrino persone non autorizzate o che un dispositivo non venga utilizzato quando il proprietario è assente. Haven trasforma lo smartphone in un vero e proprio spy-phone capace di spiare tutto quello che accade attorno e di avvertire l'utente tramite un messaggio.

 

cosa è haven

Come funziona Haven

Ma come riesce Haven nel proprio intento? Sfruttando i sensori presenti all'interno di ogni smartphone Android. Le aziende hanno dotato i telefonini intelligenti di tantissimi sensori differenti che si rivelano molto utili anche per captare cosa accade intorno al dispositivo. Uno smartphone è capace di rilevare i movimenti, i cambiamenti di luce, i rumori e di scattare immagini quando vede una persona muoversi. Ad esempio, con il microfono capta le voci dei malviventi che si sono intrufolati nella stanza, la fotocamera rileva i movimenti, il sensore di luce capisce quando viene accesa una lampadina, mentre l'accelerometro rileva qualsiasi vibrazione. Tutti queste informazioni vengono raccolto da Haven all'interno di un registro e contemporaneamente viene inviata una notifica allo smartphone principale dell'utente. Haven, infatti, va installata all'interno di telefonini obsoleti che non si utilizzano più. O al limite all'interno di smartphone economici acquistati appositamente.

 

come funziona haven

Per avvertire l'utente dell'intrusione di un estraneo, l'applicazione utilizza degli strumenti di comunicazione super sicuri. La trasmissione delle informazioni avviene tramite il sistema Tor Onion Service, lo stesso utilizzato dal browser Tor, mentre i messaggi vengono inviati tramite l'applicazione Signal, anch'essa promossa da Snowden per i suoi livelli di sicurezza.

Come scaricare Haven

Haven è un'applicazione gratuita e può essere scaricata direttamente dal Google Play Store. Il codice sorgente è presente su GitHub, piattaforma open-source dedicata ai programmatori e dove sono raccolti decine e decine di programmi e applicazioni differenti. L'obiettivo è quello di rendere semplice e a un costo accessibile a tutti la difesa della propria privacy e dei propri dati personali. Spendere migliaia di euro per un servizio di sicurezza professionale non è una spesa che può essere affrontata da tutti. 

6 marzo 2018

Copyright © CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #haven #privacy #dati personali #app #smartphone

© Fastweb SpA 2018 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.