Apple AirPort Express

AirPort Express, Apple Extreme e Apple Time Capsule, la connettività wireless secondo Apple

Piccoli, eleganti e versatili, i prodotti della linea AirPort rappresentano l'idea della connettività senza fili secondo Apple
AirPort Express, Apple Extreme e Apple Time Capsule, la connettività wireless secondo Apple FASTWEB S.p.A.

Introdotto da Apple nel lontano 1999, le basi Airport sono dei dispositivi Wi-Fi che permettono di configurare una rete domestica (o LAN, local area network) nel giro di pochi minuti. Pensate per il collegamento wireless dei dispositivi Apple – furono introdotti in accoppiata con gli iBook – oggi le basi AirPort sono compatibili con tutti i prodotti della linea Apple – iMac, MacBook, iPhone, iPod e iPad – e con i computer Windows.

Oggi la linea Airport si compone di tre prodotti: AirPort Express, AirPort Extreme e AirPort Time Capsule. Vediamo le caratteristiche di ognuno nel dettaglio.

AirPort Express

Il più piccolo della famiglia – un parallelepipedo largo una decina di centimetri e alto poco più di due - è indicato per piccole reti casalinghe. Pur supportando fino a 50 dispositivo connessi contemporaneamente, questo router wireless non è molto prestazionale.

 

AirPort Express

 

Dotato di un unico ingresso Ethernet (con velocità teorica di trasferimento di 100 megabit al secondo), l'AirPort Express è compatibile con lo standard wireless 802.11n dual band sincrono (trasmette dati in contemporanea sia sulla banda da 2.4 Ghz sia sulla banda da 5Ghz), che garantisce velocità teoriche di 300 megabit al secondo.

 

Wi-Fi dual band

 

Nel caso in cui si dovessero connettere troppi dispositivi alla stessa base, quindi, le prestazioni ne risentirebbero forzatamente.

Il punto di forza del modello Express – oltre ad un design elegante e sobrio – è la sua versatilità. Sul retro del dispositivo, assieme all'ingresso Ethernet si trova una porta USB e un piccolo ingresso jack da 3,5 millimetri.

 

Parte posteriore dell'AirPort Express

 

La porta USB può essere utilizzata per collegare una stampante alla rete casalinga e trasformarla in un dispositivo di rete. Il jack, invece, permette di collegare l'AirPort ad un impianto stereo casalingo o a delle casse wireless ed effettuare streaming musicale grazie alla funzione AirPlay.

AirPort Extreme

Se l'Express ricorda molto da vicino una piccola base portaoggetti, l'AirPort Extreme somiglia molto più ad un totem. A parte questa differenza stilistica – ma il design, sobrio ed elegante, resta lo stesso – i due dispositivi svolgono più o meno le stesse funzioni. Il modello Extreme, però, è più indicato per abitazioni di grandi dimensioni o uffici di media grandezza.

 

AirPort Extreme

 

Dotato di 4 porte Ethernet Gigabit (con velocità teorica massima di 1 gigabit – 1.000 megabit – al secondo) e compatibile con lo standard wireless 802.11ac dual band (velocità teorica massima di 1.3 gigabit – 1.300 megabit – al secondo), è decisamente più performante rispetto al fratellino piccolo (l'Express). Nonostante ciò, il numero di connessioni massime garantite (cinquanta) è lo stesso per i due dispositivi. La porta USB presente sul retro del dispositivo riconosce sia stampanti che dischi rigidi esterni.

AirPort Time Capsule

Identico nell'aspetto al modello Extreme, l'AirPort Time Capsule ne ricorda molto da vicino anche le specifiche tecniche. L'unica reale differenza tra i due modelli sta nell'hard disk (da 2 o 3 Terabyte) ospitato all'interno del Time Capsule (capsula del tempo in inglese).

 

Apple Time Machine

 

Questo modello, quindi, può essere utilizzato come hard disk di rete o, in alternativa, come dispositivo di backup dei computer a cui è collegato. Utilizzando l'utility Time Machine installata su ogni computer Apple (sia iMac sia MacBook) sarà possibile effettuare il backup completo della memoria e recuperare file cancellati per errore anche a distanza di settimane. Nel malaugurato caso in cui il computer non dovesse più funzionare a causa di un malfunzionamento del sistema operativo, sarà possibile ripristinare il sistema ad una versione precedente.

Configurazione di Apple AirPort

Come accade per la gran parte dei dispositivi Apple, la configurazione degli AirPort è semplice ed intuitiva. Le informazioni richieste sono ridotte all'osso e nel giro di pochi minuti anche l'utente privo di qualsiasi capacità informatica sarà in grado di configurare il proprio dispositivo Wi-Fi.

 

Interfaccia di configurazione AirPort per iPhone e iPad

 

Per connettersi alla rete AirPort bisognerà accedere al pannello di configurazione delle reti wireless e attendere che venga individuata. Nel caso in cui si debba accedere per la prima volta ad una base AirPort appena installata, all'utente verrà richiesto di assegnare un nome alla base e un SSID (service set identifier) alla rete. Opzionalmente, potrà essere impostata anche una password di rete, così da rendere più sicura la propria navigazione.

Nel caso in cui, invece, ci si debba connettere ad una rete AirPort già esistente con un nuovo dispositivo, si dovrà semplicemente inserire – se richiesta – la password di rete impostata in precedenza.

 

Interfaccia di configurazione Airport per MacBook

 

Nel caso nella rete domestica ci fosse già un altro dispositivo AirPort (ad esempio un AirPort Time Capsule) si può scegliere se utilizzare il nuovo arrivato per estendere la rete casalinga già esistente o se crearne una ex novo. In questo secondo caso si può seguire la procedura brevemente descritta nei paragrafi precedenti e creare una nuova LAN; se, invece, si volesse aggiungere il nuovo AirPort ad una rete già esistente, questo agirà da range extender (andrà ad estendere la portata della rete casalinga a cui è stato aggiunto).

Anche in questo ultimo caso, la configurazione è estremamente semplice: si sceglie la rete alla quale aggiungere l'AirPort, si inserisce la password di rete e si attende qualche minuto per la configurazione. Al termine di questa procedura, sarà possibile utilizzare uno dei due dispositivi per connettersi alla rete casalinga.

Per una migliore configurazione e gestione della rete domestica, è consigliabile scaricare l'AirPort Utility (disponibile per sistemi Mac OS, Windows e iOS).

 

14 ottobre 2013

Copyright © CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: cosa c'è da sapere
Scarica subito l'eBook gratuito e scopri cosa bisogna assolutamente sapere per proteggere i propri dispositivi e i propri dati quando si utilizza la Rete
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail