Fastweb

Wi-Fi e connettività cellulare, è sfida aperta

tracciamento Wi-Fi Internet #wi-fi #sicurezza informatica Tracciamento Wi-Fi, come funziona e come difendersi Il Wi-Fi pubblico è effettivamente molto comodo. Ma a volte viene utilizzato anche per scopi poco chiari. Come, ad esempio, tracciare i nostri spostamenti
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Wi-Fi e connettività cellulare, è sfida aperta FASTWEB S.p.A.
Antenne 5G
Internet
Stando a una ricerca di Open Signal, sono sempre più le nazioni in cui la velocità della rete dati è superiore a quella Wi-Fi. E con il 5G le cose cambieranno ulteriormente

Fino a qualche anno fa, pur trattandosi di settori "affini", sembravano appartenere a due mondi separati, o quasi. Comunque, non si prevedeva che le loro strade si dovessero mai incontrare. E invece non è affatto così. Complici le evoluzioni degli ultimi anni, Wi-Fi e connettività cellulare stanno diventando sempre più simili l'una all'altra e, anche se alcune differenze restano e resteranno anche in futuro (come la copertura del segnale, ad esempio), le traiettorie evolutive delle due tecnologie di comunicazione senza fili sembrano essere ormai entrate in rotta di collisione.

In particolare, i campi di applicazione delle reti Wi-Fi e delle reti cellulari di ultima generazione (4G LTE ma soprattutto 5G) sembrano oramai essere quasi sovrapposti. A tutto vantaggio delle reti cellulari, ovviamente: la tecnologia di telecomunicazione mobile a lunga distanza, infatti, riesce ad assicurare maggiori velocità di connessione anche nel breve raggio, tanto da essere presa in considerazione per rimpiazzare il Wi-Fi anche all'interno di luoghi chiudi di ampie dimensioni (come centri commerciali, aeroporti, stazioni dei treni, ma anche uffici).

Conettività 5G

Insomma, se non più tardi di tre o quattro anni fa il Wi-Fi era la tecnologia preferita per assicurarsi connessioni stabili e con una maggior velocità, oggi i ruoli si stanno invertendo. E con l'arrivo del 5G la situazione potrebbe addirittura "precipitare": stando ad alcune analisi di settore, diverse aziende stanno valutando l'opportunità di sostituire la vecchia connettività senza fili con apparati 5G "privati", attraverso i quali far viaggiare i flussi dati dell'ufficio o dei loro impianti produttivi.

Velocità di connessione, sorpasso del 4G sul Wi-Fi

Come detto, la velocità di connessione è uno dei principali fattori alla base del "momento-no" del Wi-Fi. Una ricerca condotta da Open Signal dimostra che in moltissime nazioni in tutto il mondo la maggior stabilità del segnale di rete cellulare, e i progressi fatti registrare sul fronte della banda dati, consente agli utenti di raggiungere velocità medie più elevate con la connessione alla rete cellulare rispetto a quella con il Wi-Fi. Si tratta, nella gran parte dei casi, di Paesi in via di sviluppo o nei quali le condizioni geografiche non consentono la realizzazione di reti cablate a banda ultralarga, favorendo così lo sviluppo di connessioni senza fili. In Paesi come Australia, Libano, Qatar, Oman, Grecia, Repubblica Ceca e Myanmar la differenza di velocità tra connessione 4G e connessione Wi-Fi è mediamente superiore ai 10 megabit al secondo.

Router Wi-Fi

Con l'introduzione del 5G, ormai prossima, la situazione per il Wi-Fi potrebbe peggiorare ulteriormente. Uno di vantaggi della nuova tecnologia di comunicazione cellulare rispetto a quelle che l'hanno preceduta è proprio la maggior velocità di connessione, che potrebbe anche raggiungere 1 gigabit al secondo per ogni utente connesso. Per fare un paragone, la connessione VDSL casalinga ha picchi massimi di 100 megabit, mentre una connessione in fibra ottica ha velocità teoriche simili a quelle del 5G.

5G per reti private?

Vista questa tendenza, MIT Technology Review (rivista online della celebre università statunitense) prevede che in molti uffici gli hotspot Wi-Fi saranno ben presto sostituite da antenne e reti cellulari (locali, ovviamente) basate sugli standard del 5G. Questa nuova tecnologia, infatti, garantisce una larghezza di banda di gran lunga superiore a quella del Wi-Fi (ma anche del 4G LTE) e permette la connessione simultanea di numerosi dispositivi senza che le performance ne risentano. Per questo motivo il 5G sembrerebbe essere la scelta ideale all'interno di grandi uffici o grandi spazi chiusi, dove centinaia di persone sono solite connettersi contemporaneamente allo stesso punto di accesso.

Wi-Fi in ufficio

Il futuro sta nel mix

Secondo diversi analisti, però, le reti senza fili del futuro saranno realizzate con un mix tra connettività 5G (esterna) e Wi-Fi (interna all'edificio). Questo consentirà di bilanciare il carico del flusso dai su diverse bande di frequenza, evitando così che si creino interferenze (tra smartphone dei dipendenti e rete dati dell'ufficio, tanto per fare un esempio) e che si possa formare un collo di bottiglia che vada a rallentare la velocità di connessione.

copyright CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #5g #wi-fi

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.