congestione di rete

Congestione della Rete: cosa fare?

Tra le cause di un improvviso abbassamento della velocità di connessione a Internet ce n’è una spesso sottovalutata. Cos’è la congestione della rete e cosa fare quando si verifica
Congestione della Rete: cosa fare? FASTWEB S.p.A.

La rete Internet può essere immaginata come una grande autostrada dove le auto sono i pacchetti di dati che viaggiano da un nodo (dispositivo, server, ecc.) all’altro, trasmettendo le informazioni. Se il numero di pacchetti di dati aumenta in modo incontrollato, il traffico elevato può provocare degli ingorghi che causano la congestione della rete.

Quando ciò si verifica, la rete non è in grado di smaltire il traffico che si accumula e Internet diventa lento.

Per capire se la rete su cui si è connessi è congestionata, gli utenti possono effettuare uno speedtest e valutare se i parametri che ne risultano sono in linea con quelli previsti dal piano del proprio provider di servizi Internet (ISP) e se sono comparabili con la velocità di navigazione solitamente riscontrata. Se così non fosse, sarà necessario comprendere le cause del congestionamento e intervenire per poter ottenere una connessione veloce e stabile.

Congestione della rete: come si crea

congestione di reteI dati viaggiano sulla rete Internet sotto forma di “pacchetti” che vengono scambiati tra due host, come ad esempio un server e un computer. Il sistema che permette di gestire il traffico è l’uso della combinazione dei protocolli TCP/IP. Il protocollo TCP, Transmission Control Protocol, crea la connessione tra due host e gestisce la consegna dei pacchetti tra i due nodi della rete. Il protocollo IP, invece, fornisce le istruzioni necessarie a trasferire i dati del pacchetto. Il processo di trasmissione dei pacchetti tra l’host mittente e quello destinatario è chiamato handshake, e una volta che è stato avviato i dati cominciano a scorrere lungo la rete.

Il sistema TCP/IP è dotato di un meccanismo che permette di rilevare la presenza di errori nella catena di trasmissione.

Quando un pacchetto è danneggiato, il protocollo richiederà l’invio di un nuovo pacchetto di dati. Questo implica che, se alla grande richiesta di trasferimento di dati si sommano anche nuove richieste causate dalla presenza di errori di trasmissione, sulla rete Internet si potrebbe formare un vero ingorgo che può a sua volta portare alla congestione generale della rete.

Congestione della rete: quando si verifica

congestione di reteQuando questa situazione si verifica, si riscontra un servizio Internet lento, con tutti i disagi degli utenti che tentano di navigare in rete, ad esempio facendo una ricerca su Google o guardando un contenuto in streaming. Il congestionamento della rete può verificarsi a livello di ISP (Internet Service Provider, i fornitori dei servizi di telecomunicazione), ad esempio durante quella che è nota come “l’ora di punta di Internet”, cioè l’orario, tra le 18 e le 23, dove il numero di utenti che si connettono dopo essere tornati a casa dal lavoro, aumenta. Che si tratti di scaricare la posta elettronica, concedersi una sessione di gaming online o di guardare la propria serie preferita, l’aumento delle richieste diventa difficile da gestire e smaltire per la rete.

Con l’aumento dello smart working negli ultimi anni, il rischio di congestione della rete non ha più neppure un orario di punta e potrebbe effettivamente verificarsi a qualsiasi ora della giornata.

In altri casi, la congestione della rete non interessa gli ISP, ma la singola abitazione in cui si verifica un rallentamento della velocità di connessione. Se in una casa più persone si connettono al modem, o nel caso delle smart home ci sono più dispositivi collegati al router contemporaneamente, ognuno di essi impegnato in attività online differenti che richiedono una certa larghezza di banda, l’ingorgo si formerà a livello locale. Per verificare che il rallentamento di Internet sia dovuto alla congestione della rete, è necessario eseguire più volte al giorno uno speed test così da poter calcolare un valore medio dei parametri di connessione e confrontarli tra loro e poi con quelli previsti dal proprio ISP. Comunicando i dati raccolti tramite i test di velocità al proprio provider, nel caso fossero inferiori a quelli previsti da contratto, si potranno cercare le soluzioni migliori al problema.

Congestione della rete: come risolvere il problema

congestione di reteQuando la congestione della rete dipende da problemi di traffico nella propria casa, sono diverse le strade che gli utenti possono seguire per migliorare la velocità di connessione. Nel caso in cui si utilizzi un router o un modem ormai datato, si potrà procedere con un aggiornamento software che potrebbe in automatico riconfigurare il dispositivo e risolvere gli errori di impostazione e offrire una maggiore larghezza di banda, così da evitare ingorghi della linea.

Se invece il modem è aggiornato e recente, la soluzione potrebbe essere quella di chiedere un aumento della larghezza di banda al proprio ISP.

Sempre nel caso il modello del modem casalingo sia relativamente recente, è anche possibile configurare le priorità del traffico attraverso la cosiddetta funzionalità “Quality of Service” (QoS) che permette di dare precedenza al tipo di traffico dati che più ci interessa in un dato momento. In questo modo è possibile privilegiare, ad esempio, lo streaming video per vedere i nostri programmi preferiti senza pause, a scapito, magari, della connettività dei nostri smart devices casalinghi come assistenti vocali, webcam, ecc.

Un’altra strada percorribile è quella di sfruttare entrambe le larghezze di banda offerte dal proprio modem o router: quella da 2.4 GHz e da 5 GHz.

Si pensi a una smart home con più dispositivi intelligenti connessi al Wi-Fi: solitamente i device supportano la connettività alla banda a 2.4 GHz, quindi avere più dispositivi connessi contemporaneamente può aumentare la congestione della rete e rallentare Internet. Se questo è il caso, si potrà facilmente risolvere il problema assegnando la larghezza di banda a 2.4 GHz ai dispositivi e usando la 5 Ghz per la connessione tramite PC o smartphone, così da alleggerire la pressione sulla rete di casa e migliorare la velocità.

Copyright CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail