Attenzione, la webcam potrebbe spiarti a tua insaputa

Camfecting, come accorgersi se la webcam è stata hackerata

In continua crescita, i "furti" digitali di webcam mettono in pericolo la nostra privacy. Ecco come impedire che accada
Camfecting, come accorgersi se la webcam è stata hackerata FASTWEB S.p.A.

Non ci sono solamente le telecamere IP di sicurezza al centro delle attenzioni degli hacker. Anche le webcam, infatti, sono piuttosto ambite dai pirati informatici di mezzo mondo, e il perché è presto detto. Mentre i sistemi di sicurezza domestici consentono di "ingrassare" le fila delle botnet e creare così piattaforme sempre più potenti da utilizzare in occasione di attacchi DDOS (vedi quanto accaduto il 21 ottobre 2016), le webcam sono una sorta di porta d'ingresso privilegiata per la privacy degli utenti.

 

Spioni digitali in azione

 

Basta un malware del tipo trojan horse, infatti, per dare modo agli hacker di infiltrarsi nel computer di un utente e frugare nella sua memoria digitale avendo libero accesso alle varie componenti hardware del sistema, webcam inclusa. Il camfecting (questo il nome con cui è conosciuta la tecnica che permette di impossessarsi delle webcam) è molto più diffuso, e soprattutto molto più pericoloso, di quanto si possa pensare.

Come gli hacker prendono possesso delle webcam

Come molte altre infezioni virus, anche i trojan delle webcam si diffondono "nascondendosi" all'interno di altri programmi. I trojan, però, non si "riproducono" né si diffondono autonomamente, ma hanno come loro principale veicolo di infezioni altri software installati volontariamente dall'utente: insomma, la loro diffusione è più lenta e circoscritta, ma non meno pericolosa. Il camfecting avviene quando un trojan riesce a sfruttare una falla nel sistema operativo o nel software di gestione e riesce così ad assumere il controllo della webcam, dando modo agli hacker di comandarla da remoto.

 

A volte oscurare la webcam è il modo più semplice di difendersi dal camfecting

 

Webcam hackerata, quali pericoli?

Il rischio principale che si corre, come già detto, è legato alla nostra privacy. Se un hacker dovesse riuscire a intrufolarsi nel nostro PC con un trojan e avere così la possibilità di gestire la nostra webcam a suo piacimento, potrebbe sfruttarla per spiarci ogni volta che vuole. Basta essere connessi alla Rete, infatti, per dare modo al pirata informatico di turno di connettersi al nostro sistema informatico e spiarci, qualunque cosa stiamo facendo. In questo modo potremmo essere facilmente tracciabili e rintracciabili: l'hacker potrebbe monitorare i movimenti all'interno della nostra abitazione e scoprire quando ci siamo e quando, invece, siamo fuori per lavoro o svago. Ancora peggio, le immagini e l'audio registrati dalla webcam potrebbero coglierci in atteggiamenti intimi o comunque privati ed essere poi utilizzati per ricattarci.

Come accorgersi se la webcam è stata hackerata

Purtroppo, non ci sono strumenti – hardware e software – che garantiscano con certezza assoluta che la nostra webcam sia stata hackerata. L'unico modo che gli utenti hanno per fare una verifica è mettersi in guardia nel caso in cui il LED della webcam si accenda quando non dovrebbe. Se, ad esempio, si nota che la luce che segnala il funzionamento del dispositivo si illumina quando non stiamo utilizzando alcun servizio che richiede una connessione video – ad esempio una chiamata su Skype o la registrazione di un filmato -  allora sarà il caso di far scattare un campanello d'allarme: le probabilità di essere stati infettati e che qualcuno ci stia già spiando sono molto alte.

 

Il LED potrebbe essere il campanello di allarme di una webcam hackerata

 

Nel caso in cui doveste notare questo comportamento, sarà sufficiente spegnere il computer, riaccenderlo e tenere d'occhio per qualche tempo la webcam. Se nel giro di 10 minuti il LED dovesse tornare ad accendersi nuovamente, vorrà dire che il nostro sistema informatico è infetto e qualche hacker si sta "divertendo" a spiarci. A questo punto non resta che disconnettersi dal web ed effettuare una scansione antivirus approfondita e completa, nella speranza che il software riesca a trovare il malware che ci ha infettato.

Come impedire agli hacker di spiarci dalla webcam

In alternativa, ci si può affidare a dei software ad hoc che consentono di avere un controllo maggiore sul funzionamento della webcam. Oversight (per sistemi macOS) e Who Stalks my Camera (per computer Windows) sono due programmi che monitorano le richieste di accesso al sensore fotografico del computer e avvisano l'utente nel caso in cui ci siano stati tentativi di intrusione.

 

Who stalks my camera

 

Se così dovesse essere, tramite questi programmi si potrà bloccare l'utilizzo della webcam e impedire così che qualche malintenzionato digitale possa privarci della nostra privacy.

copyright © CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail