30 e 33 anni, imprenditrici, Milano. Chiara Marconi e Federica Tiranti sono le teste dietro l’idea che ha dato vita al loro brand di lingerie, Chité Milano.

Chiara e Federica hanno deciso di cambiare radicalmente le strade che stavano prendendo le loro vite, lasciando delle carriere già avviate per seguire il loro sogno: dare alle donne un modo per sentirsi bene con sé stesse.

Chiara aveva un lavoro alle Nazioni Unite che le chiedeva di viaggiare tra Ginevra e Rio de Janeiro, mentre Federica una laurea in farmacia e un lavoro nel settore a Parigi.

La mission del brand delle due giovani è dare la possibilità di scegliere il reggiseno adatto alle esigenze di ogni donna, anche dal web, senza la necessità di misurarlo.

Il brand è 100% made in Italy e personalizzabile. È stato pensato e creato per risultare adatto ad ogni taglia, forma, fisico ed esigenza.

Il tutto utilizzando materiali sostenibili e di alta qualità. I prossimi passi? Sicuramente raggiungere il mercato estero.

Chiara Marconi e Federica Tiranti: l’intervista

Chiara e Federica hanno fondato il loro marchio per insegnare alle donne che sono perfette così come sono, e che devono amarsi ogni giorno di più:

“Uno dei valori alla base di Chitè e quello che noi chiamiamo la bellezza consapevole, cioè portare le donne a imparare ad amare loro stesse per essere in grado di amare il mondo.

Un messaggio di consapevolezza nato appunto dalla body positivity ed inclusivity. L’idea nasce dal voler dare un prodotto alle donne che in primo luogo le faccia stare bene”.

In un progetto, o in un sogno, bisogna dare il cento per cento, e questo le nostre giovani imprenditrici lo sanno:

“La volontà è cruciale, nel nostro caso siamo entrambe ex atlete, sciatrici, quindi siamo cresciute in un ambiente talvolta ostile come quello dei ghiacciai, che però ti insegna veramente a non mollare mai”.

L’azienda è composta quasi solo da giovanissimi, un team che sprigiona un enorme senso di libertà:

“Siamo un team quasi interamente under 30, che quindi è abituato magari anche a viaggiare a lavorare da remoto, ad avere estrema libertà.

Essere connessi col mondo a questo livello, in quest’epoca ti dà una sensazione e un’emozione quasi di immensità”.

Federica e Chiara hanno cercato un modo femminile per dire “a testa alta”:

“Fin da piccole solitamente si dice a testa alta, noi abbiamo voluto trasformarlo in un messaggio un po’ più femminile, tits up, petto in fuori. Quell’apertura del petto che ti permette di sentirti sicura di te stessa”.

Un motto che è anche un mantra, da ripetersi nei momenti difficili:

“Tits up per me è un respiro profondo, è quel momento che provi dentro di te per affrontare i problemi, per affrontare le difficoltà e per trovare l’amore per te stessa”.

Chiara e Federica sono futuro.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb